Vai al contenuto

Smart747, che run! “Avevo 75 cent sul conto, dopo quattro Spin sono volato al Sunday Million”

Non avrà fatto come il leggendario Chris Moneymaker, capace di trasformare un pugno di dollari nel titolo di campione del mondo di poker, con annessi $2,5 milioni, ma il russo ‘Smart747’ si è reso protagonista di una di quelle storie che se non le vedi non ci credi.

La settimana scorsa, il giocatore amatoriale era rimasto con 75 centesimi di dollaro sul suo conto di gioco di PokerStars.com. Nel giro di qualche giorno, è riuscito nell’impresa di moltiplicarli per quasi 43.000 volte, arrivando a quota $32.000.

Come ci è riuscito? Lo ha spiegato lui stesso.

 

 

Galeotti furono gli Spin & Go

L’incredibile run di ‘Smart747’ non poteva passare inosservata, tanto da meritarsi – giustamente – l’intervista di PokerStarsschool.com, del quale il russo è membro: “Ho 28 anni e sono della regione di Kaluga, nella Russia dell’Ovest”, ha dichiarato. Gioco a poker solo da 3 anni e sempre su PokerStars. Lavoro nel settore commerciale e oltre allo sport ovviamente il mio hobby è il poker”.

Dopo le doverose presentazioni, un riassunto della settimana che gli ha cambiato la vita.

Mi erano rimasti letteralmente solo 75 centesimi sul conto. Ho avviato tre Spin & Go e, con mia sorpresa, li ho vinti tutti e tre, salendo a $3,50. C’era una promozione speciale sugli Spin, dove si poteva vincere un ticket per il Sunday Million. Così l’ho giocata e, caspita, ho vinto il ticket…”

Smart747: “Crederci, sempre!”

‘Smart747’ ricorda i giorni precedenti al Sunday Million, quando scherzando con gli amici si vantava che sarebbe diventato milionario. Non è andata così, ma chiudere al 5° posto il torneo più importante del palinsesto domenica, incassando $32.000 (dopo essere rimasto con 75 cent!) non è da tutti.

Bonus poker online
Scopri tutti i bonus di benvenuto

“Penso che il mio ‘segreto’ sia stato credere in me stesso. Anche se con gli amici stavo solo scherzando”, confessa ‘Smart747’, “ho comunque affrontato il torneo con tanta fiducia, disciplina e desiderio di vittoria. Ad ogni pausa mi prendevo un minuto per fissare nuovi obiettivi per i successivi livelli di gioco”.

E dire che il russo avrebbe potuto anche fare scelte totalmente diverse, se ne avesse avuta l’occasione: “Avevo anche pensato di non giocarlo, e di giocare invece tornei più piccoli invece di uno solo grande. Fortunatamente, essendomi qualificato via satellite non potevo cancellare la mia registrazione. Se lo avessi fatto, magari non avrei mai ottenuto un risultato del genere.

L’intervista si chiude con un consiglio: Se credete in voi stessi, provateci! Noi siamo artefici del nostro destino. Ascoltate il vostro istinto e amate ciò che fate. Se non abbandonate mai i vostri sogni, presto o tardi la fortuna vi troverà”.

Di sicuro, ha trovato ‘Smart747’.

Segui tutte le notizie sul mondo del poker 24 ore su 24 sulla pagina Facebook AssoNews. Metti like alla nostra pagina!