Gioco legale e responsabile

Scommesse

Scommesse, l’analisi: conviene puntare sull’UNDER o sull’OVER? Dov’è il valore [ricerca su 50.000+ bets]

Una ricerca sulle scommesse under e over mette in evidenza che sia più profittevole puntare su una somma goal inferiore a 2,5. Il campione di 53.000 bets su uno storico di 4 anni di 30 campionati di calcio.

Scritto da
08/11/2018 13:15

8.633


Il dilemma di ogni scommettitore è quello di capire quale sia la linea e il trend da seguire nelle scommesse e a che livello di quote conviene scommettere. Abbiamo visto più volte (pubblicando diverse simulazioni molto interessanti e ben curate) che nel mercato 1X2 nel calcio (ma anche nel tennis e nell’ippica inglese) le short odds siano tanto sottovalutate quanto redditizie e puntare sulle favorite non sia così sbagliato.

La massa di scommettitori tendenzialmente punta sull’Over

Ma in altri mercati come Under ed Over 2.5 come bisogna comportarsi? Quali sono i flussi da seguire? Esistono delle fasce che sono più redditizie di altre per quanto concerne le quote?

Da tempo esiste una “leggenda” nel betting che vuole che essendo presi d’assalto gli Over da parte degli scommettitori amatori che amano seguire i match live, i quotisti alla fine debbano per forza bilanciare il rischio premiando di più i segni Under con quote che hanno un maggiore valore intrinseco tendenziale.

Secondo queste vecchie teorie, le preferenze degli scommettitori sull’over sarebbero dettate soprattutto da esigenze ricreative: ovvero la maggior parte dei bettors vogliono scommettere i loro 10 euro per divertimento e guardarsi la partita in televisione, spingendo sul goal di una o dell’altra squadra. Naturalmente il fatto di voler evitare la realizzazione di reti a tutti i costi (Under) crea – come è naturale che sia – delle ansie notevoli. C’è quindi la tendenza da parte degli amatori di scommettere molto sugli over. E non solo.

Ma scommettere sull’Under è sufficiente? Ricordiamoci che i bookmakers hanno uno storico e sanno bene come fare soldi, quindi appena notano un trend favorevole sul mercato, cercano subito di correggere le linee.

In genere la maggior parte degli scommettitori punta su quote molto basse sia sull’under che sull’over da inserire nelle loro schedine.

Atteggiamenti che vanno ad influenzare il mercato. Ma si tratta solo di leggende metropolitane?

La ricerca di oltre 50.000 scommesse Under e Over

A giudicare da una ricerca messa a punto dal sito TotalScommesse.com, analizzando un campione di oltre 50.000 partite, la teoria viene puntualmente confermata. Il valore c’è sul segno Under 2.5 ma a delle condizioni ben precise.

I termini della ricerca di TotalScommesse: si tratta di un campione di 53.000 scommesse su Under e Over 2.5. Le partite riguardano le ultime 4 stagioni dei 30 principali campionati sia Europei che del Sud America ed asiatici. Le quote prese in esame riguardano un noto bookmaker mondiale e sono le quote di chiusura.

Scommesse Under: Yield del 6,4%

Alla fine è uscito il segno Under quasi nel 51% delle partite ma questo vuol dire poco, dipende molto dalle odds. La media delle odds è di 2,07. Lo Yield (il rendimento) è addirittura del 6,4%.

Scommesse Under: le quote favorevoli

Quali sono le quote più convenienti? Le short odds vanno evitate: fino a @1.50 il rendimento è disastroso: –42,6%. Fino a 2 è del -14,6%. Da 2 a 3 è del 24,5% in positivo. Il bookmaker in questione molto probabilmente ha guadagnato lo stesso sull’Under considerando che la maggior parte dei volumi riguardano quote sotto a 2 per questo tipo di scommessa. Almeno questi sono i trend di mercato.

Partecipa a Spin and Goal e prova a vincere su PokerStars.it fino a 1.000.000 di euro! Se non sei già iscritto/a, registrati subito!

Contrariamente al mercato 1X2, di fatto, nel mercato under-over bisogna andare contro le convinzioni del mercato e ricercare il valore in odds superiori a 2. Richiede competenze serie e uno studio approfondito delle caratteristiche delle due squadre.

Seguiteci perché pubblicheremo altre analisi sempre sull’Under e sull’Over.

Tu cosa ne pensi? Lascia il tuo commento