Vai al contenuto
Sinner Miami ATP

Sinner-Medvedev: la finale del Miami Open ai raggi X

Dopo lo spettacolo della semifinale contro Carlos Alcaraz, prepariamoci a un’altra serata di grande tennis grazie a Jannik Sinner, che nella finale del Masters 1000 di Miami incontrerà Daniil Medvedev.

Sinner-Medvedev, i precedenti

Se si guardano i confronti diretti, la situazione potrebbe apparire disperata. Daniil Medvedev ha sempre vinto nelle 5 volte che ha incontrato Jannik Sinner.

Il primo incrocio risale al febbraio 2020, secondo turno all’ATP di Marsiglia con Jannik Sinner, allora numero 68, sorprende il numero 5 Medvedev prendendosi il primo set per 61. Poi arriva la prepotente reazione del russo, che vince 61 62.
Per il secondo confronto bisogna attendere un anno, nello stesso torneo ma stavolta ai quarti: Medvedev si impone 62 64 da numero 3 del mondo, mentre l’italiano nel frattempo era salito fino al n.34.
Quindi i due si trovano di fronte durante il girone delle ATP Finals del 2021, con un match strano che termina 60 67 76.
Gli ultimi due scontri sono un quarto a Vienna (64 62) e la finale di Rotterdam nel febbraio di quest’anno, sicuramente il più attendibile dei 5 precedenti perché il più vicino. Jannik gioca con grande energia ed entusiasmo, portando a casa il primo set per 7-5. Poi però il russo gli prende le misure, complice un innegabile calo fisico del giovane azzurro. Finisce 57 62 62.

Come sono arrivati a questa finale: il fattore fatica

Quanto può pesare questo ultimo precedente? Sicuramente Jannik ha un’altra condizione fisica adesso, ma qui si inseriscono altre variabili come la fatica accumulata negli ultimi giorni.

A Miami Sinner è stato in campo per 8 ore e 17 minuti, contro le 5 ore e 58 minuti di Medvedev. In questo hanno un peso gli avversari incontrati dal russo, che ha avuto indubbiamente un tabellone favorevole, e il ritiro di Molcan che gli ha permesso di superare gli ottavi di finale senza giocare.

Ben diverso il cammino che ha dovuto affrontare Sinner: Djere, Dimitrov, Rublev, Ruusuvuori e infine Alcaraz. Contro lo spagnolo, l’italiano ha beneficiato di un giorno extra di riposo, visto che il suo quarto con Ruusuvuori si era concluso mercoledì, mentre Alcaraz aveva dovuto aspettare a venerdì (considerando sempre le ore italiane).

Stavolta un piccolo vantaggio toccherà al russo, ma visto il giorno pieno di stacco prima della finale dovrebbe essere trascurabile.

Chi attacca e chi difende

Daniil Medvedev è un tennista incredibilmente abile nel coprire il campo, grazie alla sua enorme “apertura alare” e a una mobilità eccezionale per la struttura fisica. Questo gli consente di essere un tennista che difensivamente vale quasi quanto un Djokovic, perché capace di ribattere anche in condizioni di equilibrio precario. Inoltre il russo ha una grande “stamina“, che gli permette di elevare il suo rendimento con l’allungarsi degli scambi. Questo, ad esempio, è stato uno dei fattori vincenti in semifinale contro Khachanov.

Anche Jannik Sinner ha una eccellente copertura del campo, che ottiene grazie a una fantastica mobilità di gambe, sia negli spostamenti laterali che frontali. L’arsenale di attacco è invece in piena fase di espansione, con l’aggiunta relativamente recente della smorzata e dei back di rovescio come varianti tattiche. Migliorato, ma ancora lontano dal livello del resto, il gioco di volo.

I dati del servizio

Confrontare i dati dei due giocatori nell’arco di questo torneo non è inutile, ma è troppo dipendente dal tipo di tabellone che hai avuto in sorte. Così ho preferito paragonare i dati di servizio e risposta di Sinner e Medvedev tra quelli totalizzati nell’ultimo anno (le ultime 52 settimane da oggi) e quanto invece hanno mostrato nei due Masters 1000 giocati nelle ultime 2 settimane: Indian Wells e Miami. Si tratta di un campione piccolo ma già abbastanza attendibile, avendo giocato entrambi nel frangente 10 partite, perdendone una.

Comparazione offerte scommesse

Scommesse Scommesse
Extra bonus
Fino al 31 dic 2023
Happy Hour
In alcune finestre temporali, per concorrere al Bonus Multipla risultano sufficienti multiple con eventi a quote di solo 1,1 !
INFO
Giocare una multipla (e riceverne il bonus correlato) non è mai stato così conveniente come durante le Happy Hour. Tutti i giorni, dalle 10:00 alle 11:00 e dalle 21:00 alle 22:00, il fattore quota scenderà a 1,10: ciò vuol dire che tutte le quote maggiori o uguali a 1,10 giocate, saranno valide ai fini del Bonus Multiple. La promozione bonus multipla è valida per coupon con minimo 5 eventi. Quindi, in queste finestre temporali, si potranno ottenere schedine dalla vincita ipotetica maggiorata sino al 130% anche se composte da quote decisamente molto basse. Nello specifico, ricordiamo le maggiorazioni delle vincite ipotetiche sulle multiple:
EVENTI PERCENTUALI VINCITA
5 5%
6 10%
7 12%
8 15%
9 17%
10 20%
11 23%
12 26%
13 30%
14 35%
15 40%
16 45%
17 50%
18 55%
19 60%
20 65%
21 70%
22 75%
23 80%
24 85%
25 90%
26 95%
27 100%
28 110%
29 120%
30 130%

Sei già iscritto?

Non sei iscritto?

BONUS DI BENVENUTO

100€

100% fino a 100€

Fino al 130% di vincita ulteriore
Scommesse Scommesse
Quota maggiorata
Fino al 31 dic 2024
Quota maggiorata
Per i nuovi giocatori, Bet365 offre una lunga serie di quote maggiorate, ovvero di quote superiori alla media
INFO

Per i nuovi giocatori di Bet365 (e per una selezione di quelli attuali), vi sono degli eventi a cui il bookmaker offre una quota maggiorata, ovvero una quota più alta rispetto a quanto lo sarebbe stata normalmente.

Per usufruirne, è sufficiente recarsi nella pagina sport di un determinato evento, e notare quante quote siano contrassegnate con una freccia verde, accanto ad altre quote barrate: quelle sono le quote maggiorate, e per giocarle sarà sufficiente selezionarle così da aggiungerla alla schedina.

Sei già iscritto?

Non sei iscritto?

BONUS DI BENVENUTO

100€

Bonus del 100% sul primo versamento sino a 100€

Quote maggiorate
Scommesse Scommesse
Ticket
Fino al 24 dic 2023
SUNDAY FREEROLL – ALL-IN SHOOTOUT
Scommettendo €5 su qualsiasi sport (quota minima di 1,50) è possibile vincere un ingresso da €10 per il Monday Jackpot.
INFO

Scommettendo €5 su qualsiasi sport su PokerStars Sport (quota minima di 1,50) è possibile vincere un ingresso da €10 per il Monday Jackpot.

Nello specifico, scommettendo almeno €5 su qualsiasi sport (quota minima di 1,50) tra le 12:00 di lunedì e le 17:00 di domenica, si verrà iscritti automaticamente a un torneo All-in Shootout, in programma ogni domenica alle 19:00. I primi 250 giocatori classificati vinceranno un ingresso da €10 per il Monday Jackpot.

Sei già iscritto?

Non sei iscritto?

BONUS DI BENVENUTO

500€

Bonus poker del 100% fino a 500€

10€
Compara tutte le offerte

I dati in battuta confortano la forma e i progressi di Jannik Sinner, che rispetto all’ultimo anno è migliorato sia come percentuale di prime in campo (60% contro 57,5), sia come punti realizzati con la prima di servizio (76,5% contro 74,8) e con la seconda (56,3% contro 54,7).

Facendo lo stesso confronto per Medvedev, si scopre che è leggermente calata la percentuale di prime (63,7% tra Indian Wells e Miami contro il 65%), mentre è leggermente cresciuta la percentuale di punti chiusi con la prima (76,5 vs 75,9) e con la seconda (55,2 vs 53).

Sinner vs Medvedev nei game di risposta

Dove potrebbe scavarsi una differenza tra i due è nei game di risposta, essendo questo fondamentale un punto di forza di entrambi. Nell’ultimo anno Jannik Sinner aveva una percentuale di punti vinti in risposta del 40,8%, che tra Indian Wells e Miami è cresciuta fino al 42,4%. Salita anche la percentuale di break a segno, dal 28,6 al 32,1%.
I dati di Medvedev segnano invece un leggero calo nella performance difensiva: i punti vinti in risposta sono passati dal 40,8% al 37,9%, la percentuale di break messi a segno è scesa invece al 25,7% dal 30,6%.

Un altro dato che racconta, al di là dei valori assoluti, di un Sinner maggiormente in crescita rispetto a Medvedev è quello della cosiddetta “dominance ratio“. Si tratta di una voce statistica che è il risultato della percentuale di punti vinti in risposta diviso la percentuale dei punti persi al servizio. Ovviamente più un dato è alto, maggiormente positiva è la performance in campo del giocatore. Nell’ultimo anno Jannik Sinner aveva una DR di 1,21, lievitata negli ultimi due tornei a 1,34. Daniil Medvedev invece fa segnare un leggerissimo calo, da 1,23 a 1,21.

Dove può vincere Sinner

Una delle armi che hanno aiutato maggiormente a smontare le certezze di Carlos Alcaraz è stata la risposta aggressiva, spesso sui piedi. Ciò ha costretto in molte situazioni lo spagnolo a un colpo interlocutorio, difensivo o scomposto, aprendo sempre situazioni favorevoli a Sinner per chiudere punto.

Questa potrebbe essere una ottima soluzione anche contro Medvedev. Il russo è di quei giocatori a cui il punto lo devi fare 3-4 volte, tale è la capacità di recupero. La mobilità del russo diventa eccezionale a scambio in corso, mentre a inizio scambio lo si può trovare spesso non pronto o in ritardo. Lui è eccellente anche a colpire fuori equilibrio, ma questo è sicuramente un modo possibile per costruirsi piccoli vantaggi contro di lui.

Dove può vincere Medvedev

Il russo prende gli avversari spesso per sfinimento, un po’ come accade da anni con gli avversari di Djokovic. Daniil ha inoltre un grande talento nel trasformare immediatamente una situazione da difensiva in offensiva. Basta una minima incertezza, Sinner che accorcia di quel mezzo metro i colpi per indurre il russo a prendersi l’inerzia dello scambio. E poi la tenuta fisica, che in Medvedev è straordinaria e lui è ancora abbastanza “fresco”.

Sinner-Medvedev, il pronostico

Tutti questi dati vanno incrociati con il resto di ciò che è visibile e anche con quello che visibile non lo è. Sinner è molto maturo per la sua età, ma è normale che Medvedev sia oggi tennista più pronto per finali di questo livello. La valutazione è vicinissima, se è vero che tutti i bookmaker quotano Sinner e Medvedev praticamente alla pari nel testa a testa.

Evidentemente è meglio guardare altrove, per trovare quote e situazioni interessanti da scommettere. Per esempio i break, che con giocatori entrambi molto competitivi nei game di risposta vanno sempre tenuti nella giusta considerazione. Ipotizzando match molto equilibrato come quello di ieri con Alcaraz o la finale di Rotterdam con lo stesso Medvedev, vengono fuori sempre numeri interessanti. In Sinner-Alcaraz ci sono stati 9 break su 24 break point presentatisi durante il match. In Sinner-Medvedev di Rotterdam i break erano stati 7 (su 18 palle break). FANTASYTEAM offre una quota di 1,90 per l’over 5,5 break nell’incontro, che sembra interessante.

  • Over 5,5 break nell’incontro: quota FANTASYTEAM 1,90

Poi si può pensare a un U/O sui giochi nell’incontro, ipotizzando dei set molto stretti e la concreta possibilità che si vada al terzo. Una buona sintesi è offerta da Sisal, che quota 1,50 l’over 20,5 giochi nel match.

  • Over 20,5 giochi nel match: quota Sisal 1,50

Infine, un dettaglio interessante di Daniil Medvedev, che contro Karen Khachanov ha avuto la meglio pur vincendo un numero inferiore di punti (48,6%). Sinner invece ha una media del 54,8% in questi due ultimi tornei, mentre nel match vittorioso con Alcaraz ha vinto il 53,9% dei punti e anche considerando il match perso di Indian Wells, contro il fenomeno spagnolo Sinner è sopra come punti vinti: 51,9%.

La percentuale punti non restituisce esattamente quella dei game vinti, ma è comunque un buon indicatore insieme al già citato Dominance Ratio. FANTASYTEAM propone Sinner che vince più giochi di Medvedev nella partita a 1,91.

  • Sinner vince più giochi: quota FANTASYTEAM 1,91

Sinner-Medvedev: quando si gioca e dove vederla

La finale Sinner-Medvedev del Miami Open inizierà alle 19 italiane. Il match sarà visibile su Sky (Sky Sport Uno e Sky Sport Tennis), oltre che in streaming sulle app SkyGO e NOW tv.

Newsletter
Segui il nostro Bar Sport

Per rimanere aggiornato su eventi, quote e pronostici, segui il nostro canale Bar Sport su Telegram!

SEGUI

(È gratis!)

"Assopoker l'ho visto nascere, anzi in qualche modo ne sono stato l'ostetrico. Dopo tanti anni sono ancora qui, a scrivere di giochi di carte e di qualsiasi cosa abbia a che fare con una palla rotolante".
MIGLIORA LE TUE SCOMMESSE CON LE NOSTRE GUIDE