Vai al contenuto

Strategia Scommesse: Sassuolo, Fiorentina e Inter team più profittevoli con ROI record!

Quando si parla di scommesse è doveroso fare una premessa: nei campionati più noti è molto difficile battere i bookmakers. I quotisti oramai riescono a bilanciare le quote in maniera quasi del tutto perfetta, anche se nelle prime 10 giornate ci sono sempre le sorprese che spiazzano tutti.

Non scordiamoci che il banco conserva un vantaggio statistico (percentuale di allibramento).

Per tante ragioni è sempre più arduo superare i bookies e le value bets reali (ovvero quando il prezzo della scommessa è pagato più della probabilità che un risultato si realizzi) sono rare: in genere un infortunio, una squalifica ed anche un semplice raffreddore, vengono pesati dai risk manager.

inter-scommesse

Pertanto, quando parliamo di calcio, in particolare in campionati come Serie A, Premier League, Liga, Ligue 1 e Bundesliga, è difficile poter sfruttare leaks del banco o trovare valore in una quota.

C’è un metodo che però esula e prescinde (in parte) dai meccanismi delle value bets e online, questo sistema viene definito “scommesse ignoranti“. Ci sono parecchie statistiche su internet, uno dei siti più completi e affidabili, a nostro avviso è statistichesulcalcio.com (dove troverete pubblicate molte note interessanti).

Non possiamo garantirvi che questo sia un metodo vincente, c’è una forte spaccatura tra gli scommettitori: c’è chi è a favore e chi contro. Dal punto di vista statistico però è uno studio molto interessante (per questo ci sentiamo di consigliarvi una rapida lettura).

SCOMMESSA IGNORANTE: COME FUNZIONA

Il concetto di scommessa ignorante è semplicissimo. Significa puntare sempre una stessa somma, ogni giornata, su una squadra a prescindere da assenze, scelte tattiche, quote e altre variabili. Ad esempio, ad inizio campionato decido che quest’anno l’Inter è una squadra ben costruita ed ha la mia fiducia. Per 38 giornate punterò sempre sull’Inter vincente 10€. In queste prime giornate ho speso 120€, incassandone 162 lordi (il rendimento, fino a questo momento è stato del 36%). Ci sono però dei fattori da tenere presenti.

CONTRO-INDICAZIONI

Non è detto che scommettere sulle squadre con un alto win-rate sia sempre profittevole, perché in genere, su questi team le quote sono schiacciate verso il basso. Non c’è valore, semmai, rischiamo di essere pagati di meno rispetto alla reale probabilità di uscita dell’evento.

Solo pochi top team sono in positivo. Prendiamo il Bayern Monaco, in questo momento offre l’11% di ROI, ma le quote saranno destinate a diminuire nel lungo periodo. Nella Liga il Barcellona è all’8%.

DELUSIONE JUVENTUS

La Juventus che, alla 12esima giornata, presenta un picco negativo del 36%. Cioè, chi ha scommesso sulla squadra di Allegri sempre vincente ha perso il 36% dei suoi soldi investiti. Chi invece dalla prima giornata ha scommesso contro, bancando i bianconeri, ha ottenuto un rendimento superiore al 70%.

SASSUOLO AL TOP MA IL ROI SI SGONFIA?

Facciamo un altro esempio: ad inizio stagione ho fiducia e decido di scommettere sul Sassuolo ogni settimana. Ipotizziamo che scommetto in singola 10€ sulla vittoria della squadra emiliana, a prescindere da tutto. In questo momento, avrei speso 120 euro, ne avrei guadagnati 200,51€ lordi, per un ROI del 71%. Attenzione però: è logico pensare che il 71% sia un rendimento sproporzionato, per questo motivo non è detto che da oggi in poi sia più conveniente.

Pronostici di oggi
Calcio Liga
Maiorca – Barcellona

Sono 6 i precedenti che hanno visto vincere il Barcellona sul campo del Maiorca. I catalani non vi perdono infatti dal 2009 e in 4 delle ultime 5 occasioni non hanno nemmeno subito reti. Un dato da incrociare con quello della difesa del Barcellona, la migliore della Liga con appena un goal subito contro i 18 segnati. Tra le due formazioni corrono 8 punti, ma gli ospiti arrivano in gran forma, imbattuto nella Liga dallo scorso maggio. Il Maiorca segna poco e punta sulla difesa, non a caso ha centrato un solo Over nelle ultime 5. Ma con il Barcellona potrebbe essere parecchio diverso.  

Goal U/O ›
OVER 2.5
Calcio Serie B
Spal – Genoa

Spal – Genoa è una delle sfide più attese per il settimo turno di Serie B. I ferraresi sono imbattuti da 5 match, con 2 vittorie e tre pareggi che collocano gli uomini di Roberto Venturato a quota 9 punti. Sei di ritardo dalla vetta, con 10 reti segnate e 9 al passivo. Rossoblu con 11 punti, a meno 4 dal tandem di testa, con una sola vittoria nelle ultime tre gare. Manca continuità per la formazione di Alexander Blessin: due vittorie iniziali in trasferta, prima del Ko di Palermo. Il Grifone ha trovato la via del gol in 7 occasioni, con 5 reti subite. In quattro dei sei match giocati fra le due truppe, sono arrivate una rete per parte. Il Goal è da provare.

goal/no goal ›
Goal
Calcio Belgio Pro League
Standard Liege – Seraing Utd

Standard Liege - Seraing Utd apre la decima giornata della Pro League Belga. Lo Standard cerca la quinta vittoria di fila. La banda di Ronny Deila ha 16 punti, a meno 11 dalla vetta, con 15 gol fatti e 13 subiti. Lo United si trova in piena zona retrocessione, con soli sei punti raccolti. La vittoria manca da 180 minuti, in cui sono arrivate due sconfitte. Diventano tre nelle ultime 4 giornate per la formazione guidata da José Jeunechamps. Ospiti che hanno siglato 8 reti, con 18 gol presi. Vento in poppa per i padroni di casa e ci affidiamo ad uno combo assai scoppiettante; 1X + Over 2.5.

Combo Doppia Chanche + U/O ›
1X + Over 2.5
Scopri tutti i pronostici

La strategia di diversi appassionati è esattamente il contrario: individuare le squadre con un rendimento sproporzionato ed iniziare a scommetterci contro.

Ma perché il Sassuolo potrebbe sgonfiarsi nelle prossime giornate? Non è detto che vi sia un crollo delle prestazioni del team allenato da Di Francesco ma è naturale che i quotisti bilanceranno meglio le quote sul Sassuolo.

STAGIONE 2014-2015: TOP INVESTIMENTI

Prendiamo le statistiche delle stagioni passate in serie A per comprendere che sopra ad una determinata soglia il rendimento percentuale del 70% sia difficile immaginarlo nel nostro campionato.

Nel 2014-2015 la squadra con il più alto ROI è stato il Genoa con il 33%, seguita dalla Juventus con il 15%. In Liga l’anno scorso si è messo in evidenza il Malaga (+32%).

In Ligue 1 Nizza e Guingamp con il 29%, In Bundesliga si sono toccate percentuali molto più alte: Borussia M. 57% e Ausburg 40%.

PUNTARE CONTRO I TOP TEAM IN CRISI

Puntare sulla sconfitta del Borussia Dortmund nel 2014-15 è stato molto profittevole (+107%) ma è un’eccezione. Certo, scommettere contro squadre famose in crisi può essere interessante, perché spesso le quote sono condizionate dalla liquidità. Cosa significa? Molti tifosi continueranno comunque a scommettere sulla loro squadra del cuore e, in modo inevitabile, le quote saranno poco generose (in ottica di una corretta gestione del rischio) e vi sarà convenienza a bancarle. Lo stesso si potrebbe dire della Juventus quest’anno, ma la squadra di Allegri risulta comunque una squadra imprevedibile.

PREMIER LEAGUE: LOGICHE DIFFERENTI

La Premier League si rivela invece un campionato diverso dalle logiche della Serie A. Vi è maggiore imprevedibilità ed equilibrio (per via di una più equa distribuzione dei proventi televisivi tra i club). Nel 2013-2014 il Sunderland fece registrare il 50% di ROI e il Crystal Palace il 43%. La passata season lo Swansea addirittura il 61% e lo Stoke City il 60%. La Serie A è però diversa. Lo confermano anche i dati delle stagioni precedenti.

SERIE A: STAGIONI PASSATE

Nel 2013-2014 l’Atalanta è in testa con il 31% seguita dalla Juventus dei record di Conte con il 24%. Ed è incredibile come un top team sia riuscito ad avere un ROI così alto, ma mai nella storia dei campionati europei una squadra ha toccato i 103 punti. Quello stesso anno il Verona di Mandorlini ha chiuso con il 20%.

Andiamo ancora più indietro: 2012-2013 Chievo 27% e Sampdoria 22%, 2011-2012 Bologna 27% e Parma 17%, 2010-2011 Palermo 33% e Udinese 26%.

CONCLUSIONI:

1) le squadre outsider ovviamente, anche in questo tipo di scommessa, sono quelle che regalano i rendimenti più generosi ma, ovviamente, sono anche gli investimenti più rischiosi. Non è mai semplice individuare una squadra di seconda, terza fascia che può fare l’exploit. Anche perché queste squadre sono imprevedibili e spesso non hanno un rendimento costante e, di conseguenza, godono di quote molto alte. In tutti i casi preparatevi ad un’alta varianza.

2) Risulta evidente che i quotisti in serie A difficilmente concedono rendimenti elevanti sopra il 40%.

3) Per tutta questa serie di ragioni è impensabile che il Sassuolo mantenga, da qui a fine campionato un ROI così elevato superiore al 70% come testimoniano i dati pubblicati da statistichesulcalcio.com. Ma nel calcio mai nulla è impossibile. Sul Sassuolo è logico che i quotisti siano stati presi di sorpresa nella prima parte della stagione, ma dopo 12 giornate potrebbero – come detto – prendere le necessarie contro mosse e offrire quote più prudenti.

FIORENTINA E INTER

Anche la Fiorentina al 54% non scherza ma non era facile, ad essere onesti, prevedere il suo primato in Serie A in estate. Ad inizio campionato sarebbe stato più logico puntare sull’Inter vincente (considerato la faraonica campagna acquisti): la squadra di Mancini in questo momento sta regalando il 36% ai suoi fedeli scommettitori che non hanno smesso per una partita di puntare sulle vittorie dei nerazzurri.

Nella prossima puntata esamineremo più nel dettaglio le squadre più profittevoli della serie A e degli altri campionati.

Newsletter
Segui il nostro Bar Sport

Per rimanere aggiornato su eventi, quote e pronostici, segui il nostro canale Bar Sport su Telegram.

SEGUICI

(è gratis!)

Editor in Chief Assopoker. Giornalista e consulente nel settore dei giochi da più di due decenni, dal 2010 lavora per Assopoker, la sua seconda famiglia. Ama il texas hold'em e il trading sportivo. Ha "sprecato" gli ultimi 20 anni della sua vita nello studio dei sistemi regolatori e fiscali delle scommesse e del gioco online/live in tutto il Mondo.