Gioco legale e responsabile

Storie di Assopoker

Michael “Kingkong1277” Crisonà, un autodidatta sfida gli MTT online: “Non ho un coach e mi segno i leak su un foglietto”

Ultimamente "Kingkong1277" ha vinto molto bene negli MTT online. Così siamo andati a conoscerlo, scoprendo un personaggio giovane e davvero particolare.

Scritto da
29/12/2020 12:05

3.713


Michael Crisonà alias “Kingkong1277”

Una decina di anni fa era abbastanza consueto incontrare storie di ragazzi che si scoprivano bravi e vincenti a poker, scegliendo dunque di provare a intraprendere una carriera nel giochino. Oggi il panorama è molto diverso, il settore è reduce da qualche annetto di crisi e sfondare nel poker è diventato molto più difficile di prima. Difficile, ma non impossibile, come dimostra la storia di “Kingkong1277” che vi stiamo per raccontare.

Come nasce Kingkong1277

Il vincitore del Xmas Main delle Winter Series di domenica scorsa su PokerStars.it, si chiama in realtà Michael Crisonà ed è un 22enne di belle speranze che viene da Reggio Calabria. Il suo nickname non è nuovo a grosse imprese e infatti nell’ultimo paio d’anni sono arrivati per lui altri shot interessanti. Il primo proprio alle Winter Series di due anni fa“Era gennaio del 2019 e da qualche mese avevo deciso di dedicarmi agli MTT online professionalmente”, esordisce. Un bell’inizio senza dubbio, bagnato con una vincita da 18mila euro.

Confronto Bonus Poker

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui bookmaker italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e i bookmaker sono mostrati a rotazione casuale.

Ma lo scotto arrivò subito dopo, come capita molto spesso a chi si trova ad affrontare le prime grosse vincite da poker, soprattutto se molto giovane. “Arrivò un primo swing abbastanza grosso, così iniziai a segnarmi su un foglietto di carta gli errori che facevo, allo scopo di lavorarci su. Al tempo avevo ancora diversi leak soprattutto nel preflop, che mi portavo dietro dal primo amore pokeristico che era stato il cash game”. Sembra di parlare con un veterano, invece siamo di fronte a un ragazzo che al tempo aveva appena 20 anni. Spiega Michael: “Il poker lo avevo scoperto due anni prima, nella classica partita natalizia tra amici. Mi accorsi subito che ero portato, perché mi risultava facile prendermi dei vantaggi praticamente su tutti i miei avversari. La cosa proseguì quando iniziai a frequentare la principale sala della mia città, gestita dal mio amico Vincenzo Morabito, dove scoprii quanto fossero divertenti i tornei e così iniziai a mettere da parte un discreto bankroll, che appunto usai per iniziare a giocare MTT online.”

Da 2 bui a 20k€…

Nasce così ufficialmente la storia di “Kingkong1277”, che si toglie diverse soddisfazioni fino al recente boom: a metà dicembre il Sunday High Roller Half Price per 15k€ e domenica scorsa quest’altro colpaccio da quasi 20mila euro. A proposito di quest’ultimo torneo, Crisonà racconta lo svolgimento “mozzafiato” del final table: “A un certo punto, tra 6-7 left, sono rimasto con 2 bui. Prima un coinflip perso AK vs 99, poi un altro cooler 30x AQ vs AJ che chiude scala al river. Resto 2x, ma da lì non perdo più un colpo…”

Niente male, considerando la giovane età ma soprattutto un aspetto davvero particolare: Michael è completamente autodidatta e la storia del foglietto, di cui avete letto prima, è troppo invitante per non venire approfondita.

CONFRONTO BONUS CASINO'

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui casinò online italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e i concessionari sono mostrati a rotazione casuale.

Il bilancio di Michael tra le varie room del poker online punto it: not bad….

L’autodidatta, il foglietto e i video

Insisto sulla veridicità della cosa e lui la conferma con naturalezza: “Mi ero reso conto che postflop giocavo bene ma avevo diversi leak nel preflop, che mi portavo dietro dal fatto di avere iniziato con il cash tenendo dunque un range più allegro. Così mi sono scritto tutti i miei difetti su un foglio e piano piano ci ho lavorato su”.

Tutto ciò sottintende qualcosa che chi legge avrà già capito, ovvero che al tempo Michael non aveva un coach. La cosa divertente è che non ce l’ha ancora adesso. “Non escludo in futuro di farlo, ma fino ad ora non ne ho sentito il bisogno”. Viene allora da chiedersi come Michael Crisonà abbia assimilato e raffinato la tecnica e le strategie che usa. La risposta? Eccola: “Ho sempre divorato ore e ore di video su Youtube dei tavoli finali più importanti del .com, e ancora oggi continuo guardando regolarmente gli stream su Twitch di molti regular forti, soprattutto esteri.”

Prossima sfida: GTO

Dunque Michael si sta facendo strada ai massimi livelli degli MTT online italiani (gioca abi 50, ndr) senza aver mai avuto un coach. Viene da chiedersi come si pone nei confronti della GTO e anche qui la risposta è spiazzante:Non l’ho studiata nel vero senso della parola e non posso dire di conoscerla, anche se ti posso dire che ai quiz GTO di una app che ho sul telefono indovino la linea giusta praticamente sempre. So che non basta e infatti una delle prossime spese sarà acquistare un solver, per iniziare a usarlo e ampliare ulteriormente le mie conoscenze”.

Michael, i modelli e i sogni nel cassetto

I modelli pokeristici di Michael “Kingkong1277” Crisonà sono quelli di moltissimi appassionati: “tra i top mondiali i miei preferiti sono Fedor Holz, Charlie Carrel, Michael Addamo e ovviamente Sammartino e Musta. Sul punto it invece apprezzo moltissimo Simone Speranza, Nicola Cappellesso, Giuliano Bendinelli e Marco Baglioni”.

E quali sono i sogni nel cassetto di un 22enne? Quelli che potete immaginare, ma anche no: “Spero di consolidarmi ad alti livelli sul .it, per poi provare a trasferirmi all’estero per cercare di battere il .com, ma so di avere ancora tantissima strada da fare. In generale, comunque, se potessi giocherei quasi solo live. Lo so che è poco conveniente e che i guadagni veri si fanno con l’online, ma in quel poco che ho avuto modo di giocare ho capito che il poker live mi piace moltissimo.”

Tag: