Gioco legale e responsabile

Storie di Poker

Ruth Parasol, la regina del gioco online che ha fondato PartyPoker “vale” 1 miliardo di dollari

Ruth Parasol è la fondatrice di PartyGaming: brillante donna d’affari, il suo patrimonio oggi è stimato in oltre 1 miliardo di dollari.

Scritto da
13/01/2021 10:30

757


Si dice spesso che il mondo del gambling sia affare prettamente maschile, ma Ruth Parasol è una delle personalità più importanti, potenti e influenti che il gioco online abbia mai conosciuto. Forse non lo sapete, ma PartyGaming, la ‘mamma’ di Partypoker, è una sua creatura.

Fu proprio questa brillante donna d’affari a creare PartyGaming nel 1997, un’intuizione figlia della sua audacia e della sua creatività. PartyPoker fu uno dei primi casinò online a dedicarsi completamente al poker.

Ma conosciamo meglio Ruth Parasol.

 

Ruth Parasol

Ruth Parasol

 

Confronto Bonus Poker

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui bookmaker italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e i bookmaker sono mostrati a rotazione casuale.

Ruthless Ruthie

Nata a San Francisco nel 1967, Ruth Parasol è cresciuta a Mll Valley. Il padre, Richard Parasol, era un imprenditore di successo: di origini ebraiche, riuscì a sopravvivere al dramma dell’Olocausto. La madre, Guna, era invece una donna svedese devota alla famiglia e alla crescita delle tre figlie.

Da ragazza, la Parasol veniva soprannominata Ruthless Ruthie, nickname che lasciava intendere una certa testardaggine: se non prendeva il massimo dei voti, si metteva a discutere sugli insegnanti per cercare di convincerli che meritava di più. E spesso loro cedevano.

Oltre ad essere molto intelligente, Ruth Parasol era anche decisamente atletica da ragazza: lacrosse, basket, tennis e softball le hanno permesso di vincere numerosi trofei.

L’incontro con Las Vegas

Al college, Ruthie amava fare baldoria con gli amici, con i quali spesso volava a Las Vegas nel fine settimana per tentare la sorte alle slot machine. Fu quello il primo incontro con il mondo del gambling, di cui si innamorò.

Nel 1992 si laureò in legge alla Western State University of Law e iniziò subito a lavorare con avvocati molto più esperti di lei, imparando tantissime cose.

Ben presto, tuttavia, lasciò il lavoro per aiutare il padre nelle sue ultime iniziative: un’agenzia immobiliare e, udite udite, una linea telefonica hot. Queste esperienze, a stretto contatto con un imprenditore come il padre, le permisero di accrescere le sue già enormi skill.

Arriva PartyPoker

Lasciati gli affari di famiglia, Ruth Parasol si mise in società con Seth Warshavsky, creando l’Internet Entertainment Group, un business che offriva servizi per adulti (ci siamo capiti, vero?). Fu la loro compagni a distribuire il famoso video di Pamela Anderson e Tommy Lee.

Dopo essere stati denunciati per la distribuzione del video, la Parasol lasciò la compagnia e trovò il suo destino: nacque così PartyGaming.

Nel 1997, con l’aiuto di un imprenditore di successo indiano nel ramo del gambling, Anurag Dikshit, la Parasol lanciò Starluck Casino Online, prima di aprire un secondo casinò nel 2001, noto come PartyPoker.

Il software rivoluzionario e il fatto che fosse completamente dedicato al poker permisero a PartyPoker di sbaragliare la concorrenza. La nascita di PartyCasino nel 2002 portò PartyGaming a un guadagno di mezzo miliardo di dollari nel 2004.

Ruth Parasol oggi

Il resto è storia del poker online: l’UIGEA che sconvolse gli equilibri del mercato nel 2006, le difficoltà di PartyGaming e il rilancio in grande stile dopo qualche anno a denti stretti.

Nel 2010, il The Economist inserì Ruth Parasol al 15° posto delle donne più ricche del pianeta. Secondo il Sunday Times Rich List, aggiornato al 2020, la Parasol ha un patrimonio netto di 780 milioni di sterline, ovvero oltre 1 miliardo di dollari.

Nel 2004, Ruth ha fondato anche il Parasol Foundation Trust, un’organizzazione filantropica indipendente con sede a Gibilterra, che ad oggi ha donato oltre 30 milioni di sterline in beneficenza.

Tag: