Gioco legale e responsabile

Altra Strategia

Guida Spin & Go: con quali mani difendiamo il nostro Grande Buio dalle aperture del Bottone

Scritto da
29/01/2019 16:00

1.732


Gli attacchi che subiremo con più frequenza durante le prime fasi di uno Spin & Go quando saremo posizionati sul Big Blind, saranno quelli da Bottone in mini raise e quelli da Small Blind a 2,5x.

La ragione per cui la size di rilancio da Small Blind dovrebbe essere leggermente superiore a quella del rilancio da Bottone è che la nostra Equity ha una maggiore probabilità di realizzo in quanto da BB giocheremo il colpo in posizione assumendo un vantaggio puramente tecnico rispetto al nostro avversario che agisce da SB.

Segui tutte le notizie sul mondo del poker 24 ore su 24 sulla pagina Facebook AssoNews. Metti like alla nostra pagina!

Per impedirci di usufruire di quel vantaggio, lo SB dovrebbe aumentare di mezzo buio quella size, in modo da scoraggiare i nostri call con mani che hanno una equity interessante ma tale da non investire tanto per giocarci il post-flop.

DIFENDIAMO IL NOSTRO BB DAI RILANCI DEL BOTTONE IN EARLY STAGE

Sono fondamentalmente 4 le azioni che preferiremo intraprendere quando agiamo da BB e veniamo aggrediti dal Mini Raise del Bottone a inizio Spin: fold, call, 3-bet small e 3-bet all in.

Nella lezione precedente abbiamo imparato che non molti giocatori utilizzano una strategia di 3-bet small da Big Blind se non per valore assoluto delle mani in loro possesso, noi possiamo portare questo a nostro favore allargando decisamente il range di 3-bet bilanciandolo anche con mani come K5o oppure K6o (3bet to fold) per non essere facilmente exploitabili nel lungo periodo. 

Inseriamo contro il Bottone anche un range di 3-Bet All In assegnandolo a tutte quelle mani che hanno un’ottima combinazione tra valore assoluto e presenza di blockers grazie ai quali non ci dispiacerà portare a casa il pot pre flop. 

Quando dobbiamo affrontare una apertura small da parte del piccolo buio, ci sono due fattori che giocheranno a nostro favore: pot odds ed equity realization, per cui non spaventatevi se troverete nel grafico della prossima lezione, un allargamento del range di difesa da BB su apertura da SB, anche con mani apparentemente marginali. 

Come noterete saremo disposti a giocare parecchi flop, non tanto con l’idea di aspettarci un profitto oggettivo da questo tipo di azione, quanto per il fatto che cercheremo di ottenere un risultato migliore rispetto al fold che ci costerà sempre e comunque un Grande Buio da regalare ai nostri avversari.

Proviamo a metterla giù matematicamente: poniamo il caso che il Bottone apra 2x, lo SB folda e noi abbiamo 83s da Grande Buio.

In caso di un nostro call, il piatto al flop sarà di 4,5BB; riuscendo a recuperare il 22% di questo piatto (parliamo sempre di lungo periodo), vi è la possibilità di andare in break even giocando fuori posizione con mani dalla equity tutto sommato marginale.

Registrati su PokerStars.it e ricevi un bonus di €40 con il tuo primo deposito!

È possibile questo? E perché? 

Ricordatevi sempre che il range di apertura da Bottone non deve essere per forza ”strong”, anzi, tante volte pizzicheremo i nostri avversari con mani che non arrivano all’equity delle mani con cui difenderemo il nostro BB allargando il nostro range.

Ecco che 83s possono essere un buon alleato per conquistare poco meno di un quarto del piatto, che è quello che ci serve per preferire il call al fold. 

Difficoltà del piatto e buone pot odds vanno di solito pari passo, quindi non abbiate paura ad affrontare situazioni sfavorevoli da BB, anzi, abituatevi a gestirle e avrete risolto parecchi dei vostri problemi. Ricordate che un BB foldato è sempre un BB perso.

Ciò non significa che dobbiamo difendere tutto allo stremo delle nostre forze, lasciamo un range di fold, che parte da Q6o e arriva fino a 32o (per intenderci le mani in nero). 

Le uniche mani che non possiamo proprio permetterci di chiudere pre flop con un call o un all in, sono quelle avanti anni luce rispetto al range di apertura da BTN, (AA-QQ) con le quali è sempre profittevole costruire il piatto fin dai rilanci pre-flop. 

A queste possiamo aggiungere quelle mani di cui abbiamo parlato in precedenza segnate in rosso, il famoso range di 3bet bluff che serve a bilanciare le 3bet call che faremo per valore e che blockerano KK, AK e KQ di Villain, ma allo stesso tempo sono sempre sotto il range di ulteriori azioni aggressive del nostro avversario. 

Articolo estratto da PokerStarsschool.com by Pete Clarke

Qui trovi la lezione precedente

Qui trovi la lezione successiva

In questa pagina puoi trovare la guida completa

Tu cosa ne pensi? Lascia il tuo commento