Gioco legale e responsabile

Altra Strategia

Cash game high stakes: Isildur1 rottamato da Ben Tollerene

Scritto da
29/04/2013 12:29

8.038


viktor-isildur1-blomViktor” Isildur1 “Blom e Ben “Bttech86” Tollerene stanno dando vita ad una sfida high stakes appassionante. In questi primi mesi del 2013 sono i due protagonisti principali dell’action cash game di Full Tilt Poker.

Confronto Bonus Poker

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui bookmaker italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e i bookmaker sono mostrati a rotazione casuale.

Per Isildur1, se gennaio è stato il mese d’oro, aprile rappresenta un momento di forti oscillazioni. Tollerence è stato protagonista – in tutti i casi – di una rimonta pazzesca e nel 2013, dopo un inizio difficile, è ora in attivo di oltre 2,3 milioni di dollari. Anche nella serata di ieri i due grinder high stakes non hanno esitato ad incrociare le armi ai tavoli 500$/1.000$ Pot Limit Omaha.

CONFRONTO BONUS CASINO'

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui casinò online italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e i concessionari sono mostrati a rotazione casuale.

Il player scandinavo ha scaldato i motori in un confronto aperto con Alexander Kostritsyn (meglio noto come PostflopAction) e  FinddaGrind, nei giochi $150/$300 2-7 TD. Le cose sembravano andare per il verso giusto, grazie  ad un profitto di 137.000$ rimediato in meno di mezz’ora. Ma Ben Tollerene gli ha rovinato la domenica.

Bttech86 è subito partito con il piede sull’acceleratore ed ha costruito il suo vantaggio nelle prime 150 mani, quando era sopra di 200.000$ circa.

Alla 400esima mano, il suo guadagno si era dimezzato. Ma quando tutto si stava mettendo per il meglio per Isildur1, Ben lo ha massacrato, chiudendo la sessione in attivo di 450.000$.

Nonostante tutto, Viktor Blom ha registrato in questi primi quattro mesi dell’anno un attivo di 3,4 milioni di dollari, seppur a gennaio fosse sopra i 5 milioni di profitti ma tutto è terribilmente provvisorio e la sfida sembra destinata a durare all’infinito.