GIOCARE PUÒ CAUSARE DIPENDENZA PATOLOGICA IL GIOCO È VIETATO AI MINORI DI 18 ANNI

Informati sulle probabilità di vincita e sul regolamento di gioco
sul sito www.aams.gov.it

Business · Online

Arjel: “prime partite liquidità condivisa entro 2017, in Francia siamo quasi pronti”

Clement Martin Saint-Leon dirigente dell'Arjel (ente governativo francese per il gioco online), ha annunciato a Londra che la liquidità condivisa è vicina.

Scritto da
12/09/2017 18:10

1.929


Da Londra rimbalza una dichiarazione importante da parte di Clement Martin Saint-Leon, dirigente dell’Arjel (l’ente regolatore governativo per l’online in Francia) che, durante la conferenza World Regulatory Briefing ‘Responsible Gambling’ di Londra, ha dato le sue previsioni ottimistiche sullo stato dei lavori della liquidità condivisa nel poker online.

“Noi come Arjel stiamo lavorando e siamo quasi pronti, ma non conosco lo stato dell’arte degli enti regolatori degli altri Paesi, ma ritengo plausibile che per fine 2017 si potranno giocare le prime partite di poker tra i giocatori di questi quattro Paesi, al massimo nella prima metà del 2018” ha dichiarato ai microfoni dell’agenzia Agimeg.

I francesi si sentono sicuri ma ora si attendono risposte celeri da parte della burocrazia  italiana.

In estrema sintesi, la Francia sta accelerando ed è quasi pronta, anche la Spagna è a buon punto, in Italia invece si attende ancora che inizino le operazioni per aggiornare i protocolli, ma soprattutto entro fine mese dovrebbe essere pubblicato il testo del bando di gara per le concessioni online.

 

Bonus immediato di 30€ su Lottomatica, per Poker, Scommesse e Casinò. Registrati da questo link e inserisci il codice SUPER30! E’un’esclusiva Assopoker!

multiprodotto_300x250_ita

Ancora nel nostro paese non sono state rese note le regole tecniche, come invece è accaduto in Francia e Spagna, nonché in Portogallo.

Clement Martin Saint-Leon, head of consumer protection dell’Arjel ha spiegato: “Ciascun Paese ha ora il compito di redigere le regole tecniche per consentire lo svolgimento delle prime partite con liquidità condivisa. E’ infatti necessario depositare un dossier per omologare le regole tecniche”. Si attende quindi il dossier dall’Italia per l’omologazione: in questo modo si potrà procedere all’apertura dei primi tavoli condivisi.

Tu cosa ne pensi? Lascia il tuo commento