Gioco legale e responsabile

Business

Nel 2018 cala il poker cash game (-7,1%), stabili gli Mtt, boom del Betting Exchange e scommesse. Il 50% delle perdite da Slot+VLT

La spesa dei giochi nel 2018, con i dati ufficiali divulgati dall'Agenzia delle Dogane e dei Monopoli: purtroppo si registra l'ennesima flessione del cash game nel poker.

Scritto da
07/08/2019 12:30

2.095


Nel 2018 gli italiani hanno perso complessivamente nel settore del gioco pubblico 19 miliardi di euro (-2% rispetto al 2017). Il 55,2% (10,4 miliardi) sono finiti nelle casse dell’Erario. A questa somma vanno aggiunte le tasse (in deciso aumento) versate dai concessionari, operatori vari (gestori, esercenti).

Dati ufficiali dei margini del poker online: nel cash game siamo passati dai 69,9 milioni di euro del 2017 ai 65,2 dello scorso anno. Negli Mtt online i margini sono stati di 82 milioni (83 milioni nel 2017). Questi dati però sono da confermare.

Da impallidire rispetto ai margini degli altri giochi sul terrestre.

Dove vanno a finire i soldi degli italiani

Agli italiani piace soprattutto il gambling puro rispetto agli skill games. Da sottolineare un numero che fa impressione: dei 19 miliardi persi dagli italiani, ben 10,1 miliardi sono finiti nelle macchinette (slot terrestri e VLT). Circa altri 4,7 miliardi sono stati spesi in lotterie, Gratta e Vinci e Lotto. Questi sono i giochi a più alta spesa. Il SuperEnalotto si assesta sui 600 milioni di euro.

Poker online: nel 2018 male il cash game online (-7,1%)

Il 2018 per il poker online è stato l’anno del mancato ingresso dell’Italia nel progetto della liquidità condivisa europea e regolamentata della quale era promotrice. Paradossalmente il nostro paese si è fatto indietro mentre Francia, Spagna e Portogallo hanno realizzato questo ambizioso mercato europeo. Gli effetti di questa marcia indietro sono sotto gli occhi di tutti: nel 2018 la spesa nel cash game è diminuita del 7,1% mentre i tornei hanno mostrato dati più stabili ma sempre negativi: -1,2%.

Poker torneo quote mercato

Secondo le prime stime provvisorie (in attesa di conoscere quelle ufficiali) le quote di mercato dei poker tournaments sono le seguenti:

  • POKERSTARS 63,32%
  • PEOPLE’S NETWORK* 7,2%
  • SISAL 6,62%
  • SNAITECH 6,00%
  • LOTTOMATICA 5,73%
  • EUROBET 3,80%
  • 888Poker 0,81%
  • NEWGIOCO* 0,55%

Come evidenziato per il network di People’s la stima sulla spesa negli MTT è di circa il 7,2% (tra le varie skin NewsGioco del concessionario Multigioco fa registrare lo 0,55%). Rimane leader di mercato PokerStars, cresce 888Poker soprattutto nel cash game.

Poker cash game quote mercato

Per quanto riguarda i primi dati sulle quote di mercato 2018 dei principali network e operatori:

  • POKERSTARS 40,07%
  • PEOPLE’S POKER NETWORK* 17,9%
  • LOTTOMATICA 7,06%
  • SISAL 6,61%
  • SNAITECH 5,63%
  • 888 3,45%
  • EUROBET 3,07%
  • NEWGIOCO* 2,98%

Scommesse, effetto mondiali si sente: crescono l’ Exchange (+33%) e le scommesse tradizionali

Rimanendo sempre negli skill games: nel 2018 abbiamo assistito anche ai Mondiali di calcio che hanno trainato la spesa nelle scommesse come emerge dal Libro Blu pubblicato dai Monopoli. A fare il salto in alto è stato il Betting Exchange: la spesa annuale è passata da 6 a 8 milioni (comunque ancora un decimo rispetto ai margini del poker a torneo). Si parla ancora di cifre molto basse ma comunque presenta una crescita costante. Nel 2016 i margini erano pari a 4 milioni, sono raddoppiati in due anni.

Le scommesse hanno registrato un +10,6% secondo le elaborazioni riportate da Gioconews sul Libro Blu dei Monopoli.

Gli altri giochi: perdite pari a 10,1 miliardi per i giocatori di Slot e VLT

I casinò online hanno registrato una spesa pari a 710 milioni di euro e continuano a crescere (+24,8%) ma se guardiamo i dati della spesa del gioco terreste sono impressionati quelli di Slot terrestri e VLT:

  • VLT: 3 miliardi (+6,1%)
  • Slot terrestri: 7,1 miliardi (-5,5%).

In estrema sintesi gli italiani hanno perso nel 2018 nelle macchinette circa 10,1 miliardi di euro.

Gli altri giochi che hanno comportato una grossa fetta delle perdite degli italiani:

  • Lotterie e Gratta&Vinci: 2,4 miliardi (-1,1%)
  • Lotto: 2,3 miliardi (-2,5%)

I giochi in crescita

  • Scommesse sportive +10,6%
  • Scommesse virtuali +14,1%
  • Betting Exchange +33%
  • VLT: +6,1%
  • Casinò online: +24,6%

I giochi in calo nel 2018

  • Scommesse ippiche -9,2%
  • Slot terrestri -5,5%
  • Poker cash gmae -7,1%
  • Poker tornei -1,2%
  • Lotterie e Gratta e vinci -1,1%
  • Lotto -2,5%
  • Superenalotto e giochi a tot. -2,1%

Tasse: all’erario 10,4 miliardi di euro

Alla fine a beneficiare di più è l’Erario con 10,4 miliardi di entrate dirette dalle tasse sui giochi (più ci sono tutte le tasse sugli operatori, dipendenti, gestori etc). Il gettito è aumentato dell’1,1% rispetto al 2017.

Tu cosa ne pensi? Lascia il tuo commento