GIOCARE PUÒ CAUSARE DIPENDENZA PATOLOGICA IL GIOCO È VIETATO AI MINORI DI 18 ANNI

Informati sulle probabilità di vincita e sul regolamento di gioco
sul sito www.aams.gov.it

Business

Poker online: il settore crescerà del 7%. The Stars Group: le poker revenues fanno +13% annuo

PokerStars: il poker online torna a crescere in maniera verticale, la trimestrale evidenzia un incremento a doppia cifra dei ricavi.

Scritto da
10/11/2017 12:03

845


Gli analisti di settore prevedono per il poker una crescita media costante del 7% nei prossimi 12 mesi. Ed in questi giorni c’era molta attesa per la pubblicazione della trimestrale di The Stars Group in merito alle poker revenues, ovvero le entrate derivanti dal poker online, gioco che rappresenta il core business della multinazionale.

La gaming company proprietaria di Pokerstars e Full Tilt, negli ultimi anni, ha fatto investimenti importanti nei casinò games (in Italia a giugno è risultato l’operatore con la migliore quota di mercato nel settore) e nelle scommesse, diventando di fatto, un operatore a 360 gradi. Ma il focus è sempre sul poker. Analizziamo i dati.

Buone notizie per l’intero settore del poker online: prospettive di crescita del 7%

Per l’intero settore del poker online arrivano dal Nord America senza dubbio buone notizie. La crisi del poker online sembra oramai alle spalle. I dati confortanti arrivano anche dalle proiezioni annuali di PokerIndustryPro che prevede una crescita media costante delle revenues del 7% nei prossimi 12 mesi.

Stars Group: l’ultima trimestrale

Ritornando a Stars Group, il poker, come noto, ha subito delle mini rivoluzioni ed in molti attendevano questo primo step per delle valutazioni, anche se è – a nostro avviso – ancora presto per trarre conclusioni definitive. In ogni caso, i dati sono inequivocabili. Dal grafico pubblicato in esclusiva proprio da PokerIndustryPro è possibile confrontare i ricavi dei vari settori: in azzurro il poker, in nero Casinò e Sportbook ed in verde le altre entrate.

Il grafico pubblicato da PokerIndustryPro

Ricavi totali: crescita del 21,7%

Prima di tutto si evince che i ricavi totali abbiamo raggiunto il massimo con $329.443.000. Nello stesso periodo, nel 2016 erano pari a $270.846.000. Un passo in avanti del  21.7% annuale. Se si esclude il tasso di cambio valutario favorevole, l’incremento dovrebbe essere del 16,8%,

Rispetto al Q2 del 2017 c’è stato un sensibile aumento di circa 24 milioni di dollari.

Migliorano anche i profitti. Il margine operativo lordo (EBITDA) è passato da 97 milioni di dollari a 155 milioni.

Poker revenues nel Q3 (terzo trimestre)

Ma veniamo al poker. Nel Q3 2017 le revenues in questo settore sono state pari a $221,4 milioni, le più alte degli ultimi due anni. E tenete conto (come si evince anche dal grafico qui sopra) che il Q3 è in genere il trimestre più avaro. Questo risultato rappresenta una crescita annuale del 13% (confrontando Q3 del 2017 con Q3 del 2016).

Se invece teniamo conto delle revenues da gennaio fino a settembre 2017 (e le compariamo con quelle dell’anno scorso), si registra un declino del 2,4%, ma è un dato poco interessante visto che le novità maggiori PokerStars le ha introdotte ad inizio estate, quindi bisognerà attendere, per un’analisi di medio-lungo periodo almeno di conoscere i dati del Q2 (secondo trimestre) del 2018. Ma è significativo che i dati del Q3 abbiano invertito una tendenza negativa.

L’analisi dei manager di Stars

La relazione trimestrale del gruppo giustifica questa crescita per due ragioni: la prima per l’introduzione del “nuovo programma fedeltà” (che – evidenziano i manager del gruppo – privilegia i giocatori occasionali) e la seconda per un cambio dollaro-euro molto più favorevole. La maggior parte dei giochi sono in dollari (sul dot com ad esempio) ma la percentuale più alta di moneta depositante è in euro.

Secondo tali stime l’aumento del potere di acquisto per i clienti di Stars sarebbe stato del 4,2% annuo. Ma anche su base costante (con il cambio dei tassi invariato) “le poker revenues sarebbero cresciute del 7%”, come si legge nella relazione trimestrale.

Spesa media aumentata

La divisione casinò e scommesse ha evidenziato uan crescita del 48% anno su anno toccando i 95,2 milioni di dollari nel terzo trimestre (rispecchia l’andamento annuale del 2017). Ed il numero dei giocatori attivi è rimasto costante. La spesa media del cliente è stata pari a 150 dollari, con una crescita del 19% rispetto ai 129 dollari del 2016.

Al momento le entrate totali del 2017 sono pari a 1,315 miliardi di dollari (in crescita del 3% rispetto al 2016).

Come detto su base costante le poker revenues sono aumentate del 7% nel terzo trimestre e rispecchiano fedelmente le proiezioni che indicano una crescita del settore del poker online costante del 7% nei prossimi mesi.

Tu cosa ne pensi? Lascia il tuo commento