Gioco legale e responsabile

Curiosità

6 assolute verità sui tornei di poker: e se lo dicono questi campioni…

I tornei di poker sono delle vere e proprie avventure: inizi con tante aspettative, ma non sai mai cosa ti può capitare. Ecco allora 6 verità assolute, verbo proferito da alcuni dei giocatori che hanno fatto la storia del Texas Hold’em.

Scritto da
17/01/2021 11:30

966


Il cash game è sicuramente una versione elettrizzante e coinvolgente del Texas Hold’em, ma i tornei di poker sono capaci di regalare emozioni impareggiabili. Si comincia tutti alla pari, ma ben presto c’è chi si ritroverà in alto e chi invece a lottare per “sopravvivere”.

Solo chi frequenta i tornei di poker, siano essi live od online, sa di cosa stiamo parlando. E siamo sicuri che, leggendo queste 7 assolute verità sui tornei di poker, vi troverete d’accordo con i loro illustri depositari.

Tutto può cambiare in ogni istante

“Un giorno sei scarso, un altro un campione. Che differenza può fare un singolo giorno nei tornei di poker!” – Mike Sexton

Mike Sexton ci ha lasciato nel 2020, ma il suo ricordo resterà sempre nel cuore degli appassionati dei tornei di poker. Nella sua lunga carriera, Sexton ne ha dette di grandi verità, ma questa è una delle più grandi.

Chi meglio di lui, giocatore e commentatore, sa cosa vuol dire chiudere una giornata nei bassifondi del chip count, e trovarsi chip leader al termine della successiva?

Confronto Bonus Poker

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui bookmaker italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e i bookmaker sono mostrati a rotazione casuale.

Chi l’ha dura la vince

“Molti dei soldi che vincerai a poker non arriveranno dalle tue belle giocate, ma dall’inettitudine dei tuoi avversari” – Lou Krieger

Giocatore ma soprattutto autore, Lou Krieger è riuscito in una frase tanto a smontare l’ego di molti professional poker player, quanto a gridare il re è nudo.

Molto spesso nei tornei di poker la differenza non la fa la capacità di lanciarsi in giocate sopraffine, ma la pazienza di aspettare che siano gli altri a commettere un errore.

La vita come il poker

“La vita non è sempre questione di ricevere carte buone; a volte devi giocare bene una mano scarsa” – Jack London

Il richiamo della foresta, Zanna Bianca e La peste scarlatta sono alcuni dei capolavori che ci ha lasciato in eredità Jack London, brillante scrittore americano che, evidentemente, ne sapeva anche di poker.

La sua frase non era rivolta direttamente ai pokeristi, ma quanto è vera?

 

tornei di poker

 

Come giocare il Main Event WSOP

“Il Main Event è l’unico torneo nella storia del poker dove non devi mai bluffare. Devi solo sopravvivere e aspettare che gli idioti ti diano le loro chip” – Mike Matusow

Se c’è un giocatore che crede nei propri mezzi, quello è sicuramente Mike Matusow.

Eppure ‘The Mouth’ è allo stesso tempo molto saggio, come si evince dalla sua famosa frase sul Main Event delle World Series of Poker.

Questione di priorità

“Per poter sopravvivere, a volte devi essere disposto a morire” – Amir Vahedi

Questa frase fu proferita da Amir Vahedi durante la zona bolla del leggendario Main Event WSOP 2003, quello che fu poi vinto da Chris Moneymaker.

Purtroppo, Vahedi è morto a soli 48 anni, anche se ha fatto in tempo a vincere un braccialetto alle WSOP nel 2001.

I tornei di poker come le maree

“Ci sono delle maree nei tornei di poker. A volte, quando le speranze sono tante e le chip viaggiano, non passa un minuto senza che il dealer urli ‘Player out’ sancendo l’eliminazione di un altro giocatore. Poi ci sono altri momenti in cui nessuno viene eliminato per mezzora o più, perché i giocatori proteggono i loro stack, non rischiano e aspettano che sia qualcun altro a fare qualcosa di stupido” – Pete Hautman

Questa frase fa parte di All In, uno dei libri scritti dall’autore americano Pete Hautman, uno con il pallino del poker (come dimostra anche il suo Full House: 10 Stories About Poker).

Volete dire che in un torneo non capita esattamente come ha descritto lui?