Gioco legale e responsabile

Curiosità

Chris Moorman: “Non gioco più molto online, oggi voglio la Triple Crown live”

Chris Moorman ha deciso di allontanarsi dagli MTT Online per inseguire l'ambizioso obiettivo della Triple Crown Live. Gli manca un Pokerstars Championship per completare l'impresa

Scritto da
26/10/2017 16:30

3.857


Dopo oltre 10 anni passati a cliccare e a vincere milioni di dollari negli MTT Online, Chris Moorman ha deciso di ridurre drasticamente il suo volume online per dedicarsi al poker live. Lo ha ammesso in un’intervista per PokerStrategy.com, nella quale ha spiegato che arrivato a questo punto della sua carriera l’unico vero obiettivo rimanente è la Triple Crown dal vivo.

Per chi non lo sapesse, la Triple Crown online è una delle massime riconoscenze per un torneista. Non è un premio, ma un semplice titolo che viene assegnato a chi riesce a vincere tre tornei (da almeno 100 iscritti e almeno $10.000 di montepremi, esclusi i freeroll) su tre piattaforme diverse nel corso di sette giorni.

Chris Moorman ne ha vinte 25. Un numero mostruoso, che lo ha consacrato come autentica leggenda degli MTT Online.

chris-moorman

Chris Moorman, dall’online al live

Dopo aver speso così tanto tempo ed energie negli MTT Online, oggi il professionista inglese ha deciso di allontanarsi un po’ dai tavoli virtuali. Si tratta di mancanza di stimoli (Moorman è anche il giocatore con le vincite lorde più alte nella storia dei tornei online, ben 14.3 milioni di dollari), che oggi Chris sta invece ritrovando nel poker live.

Non sto più giocando molto online“, ha confessato il 32enne. “Non fa più per me. Ciò che più desidero, attualmente, è vincere una Triple Crown live. Sarebbe qualcosa di molto importante per me”.

La Triple Crown Live: WPT, WSOP, EPT

La Triple Crown Live segue una logica differente rispetto a quella online. Non ci sono parametri da rispettare in termini di tempistiche, field e montepremi: per vincerla è necessario conquistare un braccialetto WSOP, un Main Event WPT e un Main Event EPT (oggi Pokerstars Championship).

Fino al 2014, Chris Moorman non aveva nessuno dei tre titoli in bacheca.

Chris Moorman

Nel marzo di quell’anno ha però vinto il suo primo Main Event WPT, ovvero il LA Poker Classic di Los Angeles (per $1.015.460). Nel giugno di quest’anno ha conquistato il tanto inseguito braccialetto WSOP quando si è imposto in un torneo 6-max da $3.000 per un primo premio di $498.682.

Ora gli manca “solo” il successo in un Main Event del Pokerstars Championship. Un’impresa a dir poco ardua.

Bonus immediato di 30€ su Lottomatica, per Poker Scommesse e Casinò. Registrati da questo link e inserisci il codice SUPER30!

multiprodotto_300x250_ita

Chris Moorman: “Voglio la Triple Crown Live, grinderò il Pokerstars Championship”

“Si tratta di una sfida molto più difficile rispetto a quella online”, ha dichiarato. “Rispetto a WPT e WSOP, gli eventi del Pokerstars Championship hanno field molto più duri. In più trascorro molti mesi all’anno dall’altra parte del mondo rispetto all’Europa, quindi non ne ho giocati molti. D’ora in poi concentrerò i miei sforzi su questi tornei“.

Può sembrare un obiettivo privo di significato quello della Triple Crown Live. D’altronde parliamo di un giocatore che tra live e online ha incassato vincite superiori ai 20 milioni di dollari, quindi che motivo c’è di inseguire una riconoscenza che di monetario non ha nulla?

La risposta di Chris Moorman è semplice: lui non ha mai inseguito il denaro, ma questo genere di obiettivi. Ed è per questo motivo che è diventato il migliore.

“Penso che le mie motivazioni siano sempre andate ben oltre il denaro. Questa mentalità mi ha aiutato a lavorare più duramente e a non tiltare. Grindare ogni giorno inseguendo il profitto ti porta a bruciarti. Io puntavo alla prima posizione nelle classifiche e alle Triple Crown. Una volta raggiunti i miei obiettivi smettevo di giocare per un po’ perché non avevo più motivazioni. Quando tornavo, ero fresco e determinato“.

Tu cosa ne pensi? Lascia il tuo commento