Gioco legale e responsabile

WSOP 2017

Finalmente Chris Moorman: vince il suo primo braccialetto WSOP e beve dalla scarpa!

Dopo anni e diversi tentativi sfuggiti di pochissimo, Chris Moorman è riuscito a vincere il suo primo braccialetto WSOP in carriera. L'inglese trionfa nel 3k$ 6-max, sul solidissimo brasiliano Bernardo Dias. Poi un brindisi...particolare!

Scritto da
17/06/2017 18:03

5.468


Chris Moorman si concede per l’intervista di rito

Finalmente, verrebbe da dire. Dopo diversi anni a inseguirlo, è arrivato anche per Chris Moorman il momento del braccialetto WSOP. Il fenomeno inglese, da anni il più vincente nella storia degli MTT online con oltre 14 milioni di dollari lordi, ha conquistato il titolo nell’ event #27, NL Hold’em 6-Handed da 3.000$ di buy-in.

Durezza 6-max

Il 32enne britannico ripartiva con il quarto stack sui 21 qualificati al final day, tra i quali non mancavano altri nomi eccellenti. Tra i primi a farsi da parte l’argentino Nacho Barbero (19°) e il nulgaro Simon Naydenov (16°), nella caccia al tavolo finale si fermano anche Pratyush Buddiga (11°) e il danese Morten Mortensen, che veste i panni di bubbleman dopo la sua uscita in settima piazza.

La modalità 6max, si sa, favorisce molto l’action e infatti è molto amata dai torneisti online. Le sorprese non mancano: l’ex chipleader Max Silver esce subito sesto, mentre sale vertiginosamente Chris Moorman.

Bene anche il brasiliano Bernardo “bedias” Dias, che si rende autore di un recupero sfolgorante: da estremo short stack quando erano rimasti in 10, il sudamericano arriva a giocarsi il braccialetto contro Moorman, dopo aver eliminato in prima persona Michael Gagliano in terza posizione.

Un momento dell’heads up

Chris Moorman parte con 10 milioni, Dias con 4,39 milioni

Il brasiliano è un nome ignoto al grande pubblico, ma certo non uno sprovveduto: sempre secondo “pocketfives” vanta un monte vincite lorde in MTT online di oltre 5,3 milioni di dollari.

Moorman comunque non vuole scherzi, nella sua ricerca dell’agognato braccialetto già sfuggitogli almeno un paio di volte in carriera. Sostenuto da una rumorosa – e molto probabilmente alcoolica – curva capeggiata dagli amici Niall Farrell, Toby Lewis, Maria Ho e Marvin Rettenmaier, Chris accresce costantemente il gap dall’insidioso avversario, che arriva a oltre 6 contro uno.

“Bedias”, avversario degno

Il brasiliano non molla e recupera qualcosa, grazie a qualche incrocio favorevole e a un ottimo timing nell’aggredire ogni debolezza mostrata da Moorman. Dias risale fino a 50bb, contro gli 85 circa dell’inglese, che poi allunga di nuovo.

Bernardo Dias, avversario davvero duro

Dias, ex tennista professionista, non molla un centimetro e si rifà sotto, anche grazie a qualche spot giocato davvero bene. Salgono i livelli, di conseguenza si riducono i distacchi e aumenta il peso di ogni singolo piatto.

La pazienza di Chris, poi la curva esplode

Chris Moorman ha pazienza ed evita ogni rischio eccessivo. Lo spot giusto si materializza quando Dias manda i resti con KT, trovandolo però dominante con AK

La trepidante attesa dello showdown insieme agli amici

e la gioia può esplodere!

Chris Moorman e la scarpa da birra

La “curva-Moorman” può così scatenersi insieme al suo beniamino, che non si fa pregare. Nella immensa gioia per il titolo così a lungo inseguito, Chris si toglie una scarpa, ci si fa versare della birra dentro e poi la beve tutta d’un fiato!

Bisogna brindare…

…anche con una scarpa!

Un brindisi un po’ particolare, ma un’impresa come questa andava festeggiata adeguatamente. Ecco il payout definitivo del final table:

 

Screenshot presi da https://www.pokergo.com/, unico provider autorizzato alle dirette streaming per le WSOP 2017.

Tu cosa ne pensi? Lascia il tuo commento