Gioco legale e responsabile

Curiosità

Claudico massacrato da Polk & Co: gli umani vincono la sfida con il bot

Scritto da
09/05/2015 11:45

4.429


In un mondo sempre più tecnologico e automatizzato c’è ancora spazio per i successi della mente umana contro le macchine: la conferma è arrivata ieri, quando si è completata una netta vittoria del team human contro il temibile robot Claudico, progettato e programmato dalla Carnegie Mellon University con l’ambizione di essere (ma più probabilmente diventare) imbattibile nel No-Limit Hold’em heads-up.

Il team che ha sfidato Claudico era composto da quattro affermati professionisti di heads-up cash game come Doug “WCGRider” Polk, Donger “DongerKim” Kim, Bjorn “asianflushie” Li e Jason “cheet” Les, che al termine delle 80.000 mani previste hanno potuto esultare non solo per aver sconfitto il bot ma soprattutto per aver trionfato in maniera inequivocabile e netta.

Confronto Bonus Poker

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui casinò online italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e i concessionari sono mostrati a rotazione casuale.
Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui bookmaker italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e i bookmaker sono mostrati a rotazione casuale.

I quattro giocatori hanno infatti vinto la sfida per 736.000$, con Bjorn Li top winner grazie ai 529.000$ sfilati al bot e Jason Les unico partecipante a uscire sconfitto dall’incontro, anche se per “soli” 80.000$. Ovviamente lo scontro si è giocato a playmoney, anche se un premio in denaro è comunque finito nelle tasche del team human: parliamo di 100.000$ che erano stati messi in palio dal Rivers Casino e dalla Microsoft, rispettivamente il casinò che ha ospitato la sfida e lo sponsor dell’evento.

claudico

I quattro professionisti dopo la vittoria contro Claudico

I quattro professionisti hanno dunque intascato 25.000$ a testa, anche se la soddisfazione più grande non può che essere stata quella di aver sconfitto la tanto blasonata intelligenza artificiale, dimostrando che, almeno nel poker, l’essere umano è ancora in grado di primeggiare sulla macchina. Il professor Thomas Sandholm, il “papà” di Claudico, aveva comunque fatto intendere che la reale forza della macchina si sarebbe dovuta misurare su un periodo di tempo più lungo e che i professionisti erano favoriti per la vittoria in quanto solo dopo aver macinato centinaia di migliaia di mani contro avversari umani, Claudico sarebbe stato in grado di avvicinarsi alla strategia GTO perfetta.

Vedremo dunque se ci sarà una rivincita in futuro con la versione 2.0 del bot. Intanto Doug Polk, Donger Kim, Bjorn Li e Jason Les possono gioire per il trionfo, che li fa entrare di diritto nella storia del poker.

Tag: