Gioco legale e responsabile

Curiosità

L’iniziativa benefica di Dan Smith: “Donati 4.5 milioni in beneficenza, Holz ha dato 250k”

Sul finire del 2017 il pro americano Dan Smith ha raccolto 4.5 milioni di dollari dal mondo del poker da donare in beneficenza, di cui 250k da parte di Fedor Holz. Quest'anno si replica, sperando di superare i 5 milioni di dollari raccolti

Scritto da
29/11/2018 15:00

1.123


C’è chi dice che il mondo del poker sia dominato da squali senza scrupoli e approfittatori e se è certamente vero che non mancano coloro che pensano solo ed esclusivamente al profitto, è altrettanto vero che ci sono numerosi esempi di giocatori di poker disposti ad aiutare il prossimo donando le vincite ottenute al tavolo.

È sicuramente questo il caso di Dan Smith, professionista americano di 29 anni che dal 2016 raccoglie cifre davvero importanti da donare in beneficenza. Smith ha infatti lanciato un’iniziativa benefica che porta avanti da un paio di anni con grande successo, la “Charity Drive“. È stata lanciata nel 2016, quando il poker player disse pubblicamente di essere disposto a donare fino a $175.000 di tasca sua per ogni dollaro donato in beneficenza da coloro che partecipavano alla sua iniziativa. Furono raccolti velocemente più di $200.000 e Smith mantenne la parola.

Dan Smith

L’iniziativa benefica di Dan Smith: 4.5 milioni dollari raccolti

L’anno scorso la sua Charity Drive ha raggiunto cifre irreali, perché a fine 2017 aveva raccolto 4.5 milioni di dollari. E pensare che in quell’annata Dan non pensava nemmeno di donare qualcosa, poiché dopo 11 mesi ai tavoli era in passivo.

“Stavo vivendo un’annata negativa ed ero in passivo, quindi dal punto di vista delle tasse era persino sconveniente donare soldi in beneficenza”, ha scritto sul suo blog. Poi è arrivato un big shot e Dan non ha dimenticato la gratitudine.

“A dicembre sono stato fortunato e ho vinto un grande torneo al Bellagio per 1.4 milioni di dollari (il WPT Five Diamond World Poker Classic, ndr). Visto che ormai eravamo all’inizio di dicembre, pensavo che non ci fosse il tempo di organizzare nuovamente la Charity Drive. E invece…”

Invece pare che Dan Smith sia stato avvicinato da due noti businessman che giocano i tornei high roller. I due gli avrebbero detto di essere disposti a donare cifre molto consistenti in beneficenza.

“Così anche l’anno scorso abbiamo iniziato a raccogliere soldi. Io e il mio team (composto dal pro di DFS Aaron Merchak e dai poker pro Matt Ashton e Steven Chidwick, ndr) abbiamo deciso di pareggiare le donazioni fino a $1.140.000. Alla fine abbiamo donato complessivamente 4.5 milioni di dollari“.

Finalmente 888, la seconda Poker Room online a livello mondiale è arrivata in Italia. Registrati subito! Per te un Bonus immediato di 8 euro senza deposito e Freeroll giornalieri da 5000 euro.

Le 10 organizzazioni benefiche

Proprio così, una cifra enorme che Dan Smith e i suoi amici e colleghi poker pro hanno raccolto e donato in beneficenza a 10 organizzazioni differenti. Ecco quali sono:

  1. Malaria Consortium’s seasonal malaria chemoprevention program
  2. GiveDirectly
  3. Hellen Keller International’s Vitamin A Supplementation Program
  4. Grants to recommended charities at GiveWell’s discretion**
  5. StrongMinds.org*
  6. Massachusetts Bail Fund
  7. The Good Food Institute
  8. Animal Charity Evaluator Effective Animal Advocacy Fund
  9. Machine Intelligence Research Institute (MIRI)
  10. REG Fund
No Limit Gaming Fedor Holz

Fedor Holz

“Fedor Holz ha donato $250.000”

Dan Smith ha anche rivelato che l’anno scorso Fedor Holz ha donato da solo $250.000. Un bel gesto da parte del fenomeno tedesco, che oltre a distinguersi per le abilità al tavolo è anche una persona molto attenta a contribuire a rendere il mondo un posto migliore.

Sarà difficile riuscire a replicare la cifra incassata lo scorso anno, quando furono 714 le persone a contribuire da ogni parte del mondo. Dan Smith, però, è fiducioso e punta a superare i 1.000 donatori. Sul suo blog ha anche specificato che “nessuna cifra è troppo bassa e ognuno deve donare ciò che può permettersi“. L’obiettivo non dichiarato è di superare i 5 milioni di dollari da raccogliere e donare agli enti benefici. Una splendida iniziativa che dimostra quanto il mondo poker sia costituito prima di tutto da persone, e solo dopo da giocatori.

Tu cosa ne pensi? Lascia il tuo commento