GIOCARE PUÒ CAUSARE DIPENDENZA PATOLOGICA IL GIOCO È VIETATO AI MINORI DI 18 ANNI

Informati sulle probabilità di vincita e sul regolamento di gioco
sul sito www.aams.gov.it

Curiosità

Doug Polk dice addio al poker? Ora è un esperto di crytpocurrency, boom di iscritti su YouTube

Doug Polk ha detto addio al poker, almeno momentaneamente, in seguito al grande successo del suo canale YouTube dedicato alle cryptocurrency. La conferma arriva anche dall'amico Joe Ingram

Scritto da
01/02/2018 09:16

2.279


Avevamo già segnalato in più occasioni che Doug Polk ha smesso da tempo di essere un vero giocatore professionista di poker. Lui stesso si è definito un “amateur“, perché il suo obiettivo da quando ha detto addio al poker online non è mai stato quello di sfondare nei tornei live (nonostante gli ottimi risultati ottenuti), bensì di diventare un personaggio molto noto sul web, con una forte presenza sui social network.

Inizialmente Doug ci ha provato con il poker, il settore in cui era più esperto. Nel 2016 ha lanciato il suo canale YouTube, che ha promosso con una strategia ben definita: attacchi personali (a volte anche molto pesanti) e contenuti di strategia di alta qualità.

In breve tempo, il canale YouTube di Doug Polk è diventato il più popolare in assoluto nel mondo del poker. Oggi conta più di 38 milioni di visualizzazioni e 170.000 iscritti.

Finalmente 888, la seconda Poker Room online a livello mondiale è arrivata in Italia. Registrati subito! Per te un Bonus immediato di 8 euro senza deposito e Freeroll giornalieri da 5000 euro.

Doug Polk, dal poker alle crypto

WCG|Rider” è quindi riuscito a diventare uno dei volti più noti del poker a livello internazionale. Una volta raggiunto il suo obiettivo, però, ha preso una decisione molto forte: mettere da parte il poker per dedicarsi anima e corpo alle cryptocurrency.

In questo caso il suo successo è stato davvero sbalorditivo. Ha postato il primo video sul canale “Doug Polk Crypto” poco più di un mese fa e da allora ne ha pubblicati altri 30, tenendo un ritmo di un video al giorno. In questo lasso temporale, il suo canale è passato da 0 a 138.000 iscritti, e ha già totalizzato 4.8 milioni di views.

Doug ha virato dal poker alle crypto perché si è reso conto del grande interesse verso le monete virtuali. Anche qua ha seguito la sua solita strategia: attaccare i colleghi. Polk ha smascherato lo schema Ponzi di Bitconnect, ha ridicolizzato CryptoNick e si è scagliato contro tutti quegli youtuber che consigliano su quali coin investire senza avere le conoscenze per farlo.

Questo marketing negativo ha sicuramente funzionato, perché oggi Doug è uno dei personaggi più noti nel mondo delle crypto. Viene spesso citato sui forum e ha una vasta schiera di followers che pendono dalle sue labbra.

L’addio al poker

Visto il successo inaspettato del suo canale sulle crypto, Doug ha deciso di accantonare il poker. Il suo canale YouTube dedicato al gioco che lo ha reso ricco è infatti quasi abbandonato: se un tempo postava un video al giorno, oggi ne posta uno alla settimana.

Per non parlare del poker giocato: la sua Bankroll Challenge (da $100 a $10.000) è ferma da mesi e le sue apparizioni al tavolo risalgono alle puntate di Poker After Dark dello scorso novembre.

Doug Polk ha quindi smesso con il poker? Secondo il suo amico Joe Ingram è proprio così: “Penso proprio che Doug abbia smesso con il poker“, ha dichiarato nel corso di un podcast. “Doug è andato, ragazzi, si è ritirato per trattare solo le crypto. Lo abbiamo perso!”

Che il ritiro sia effettivo o no lo sa solo il diretto interessato, ma se così fosse, potremmo certamente dire che Polk abbia scelto di dedicarsi ad altro all’apice del suo bankroll: solo nel 2017 ha vinto 4.3 milioni di dollari nei tornei live e diversi high roller online. Al tavolo, così come nella vita, il timing è tutto…

Tu cosa ne pensi? Lascia il tuo commento