Gioco legale e responsabile

Curiosità

Doug Polk flippa 84k al SugarHouse Casinò ma arriva una bella multa (video)

In una mano di cash game in un gioco non autorizzato Doug Polk, in un video su Youtube, attira le attenzioni dell'ente regolatore della Pennsylvania.

Scritto da
12/03/2019 12:35

1.839


Un flip giocato da Doug Polk da $84.000 ai tavoli del SugarHouse è costato caro alla sala da gioco, multata dal Pennsylvania Gaming Control Board (PGCB) per $30.000 per scommesse non autorizzate.

La penale è stata notificata al casinò americano pochi giorni fa per una sessione di cash game avvenuta nel 2017. Nel piatto era coinvolto – come anticipato –  l’ex giocatore high stakes Doug Polk e un ricco manager del settore real estate: Jeremy Kaufman.

La sessione ha preso vita dopo la registrazione della trasmissione “Poker Night in America” ed il re del mattone ha voluto sfidare Doug.

 

Registrati su PokerStars.it  e BetStars.it e ricevi un bonus di €40 con il tuo primo deposito, inserendo il codice QUARANTA!

 

I due gamblers si sono ballati $42.000 (non un esempio da seguire per i giocatori amatori) in uno spot che è stato ripreso con il telefonino da Shaun Deeb che poi ha caricato il video su Youtube. Si trattava di una mano di 10-Card Stud, un gioco non autorizzato dall’ente regolatore della Pennsylvania.

Un membro del PGCB si è accorto online del video caricato su Youtube e da quel momento è partita l’indagine fino ad arrivare alla multa per $30.000 che dovrà pagare esclusivamente il casinò.

Se Deeb non avesse postato il video, con ogni probabilità, nessuno se ne sarebbe accorto. E’ stata una grave mancanza da parte del personale del casinò (purtroppo i responsabili sono stati licenziati) che ha dato vita ad un gioco non autorizzato.

Un portavoce del board statale ha ammesso: “i dipendenti del SugarHouse hanno permesso giochi di poker non approvati. Hanno giocato dopo la fine della registrazione della trasmissione Poker Night in America. Il supervisore della poker room ha incaricato il dealer di distribuire le carte per un gioco non autorizzato mentre un terzo utente riprendeva l’action con il suo cellulare”.

Ma non è l’unico episodio simile incriminato nella sala da gioco. Proprio durante l’indagine le autorità hanno verificato che era stata giocata una sessione di Open Face Chinese Poker (variante di poker cinese non autorizzata). Anche in questo caso due dipendenti del casinò hanno perso il posto di lavoro, presentando le proprie dimissioni.

Segui  tutte le notizie sul mondo del poker 24 ore su 24 sulla pagina Facebook AssoNews. Metti like alla nostra pagina!

 

Sia Doug Polk che Shaun Deeb si sono scusati per l’accaduto ma hanno ammesso che non pensavano che i giochi non fossero autorizzati: “nessuno ci ha avvisato di questa eventualità”. La loro buona fede non è in discussione. I due players sono dispiaciuti: “ci scusiamo per l’accaduto, sappiamo che alcune persone hanno perso il posto di lavoro a causa delle nostre azioni”.

Ecco il video dell’episodio incriminato:

Tu cosa ne pensi? Lascia il tuo commento