GIOCARE PUÒ CAUSARE DIPENDENZA PATOLOGICA IL GIOCO È VIETATO AI MINORI DI 18 ANNI

Informati sulle probabilità di vincita e sul regolamento di gioco
sul sito www.aams.gov.it

Curiosità

Fernando Pons: “Dopo il milione vinto alle WSOP mi sono licenziato, ora mi godo la vita e gioco gli Spin”

Fernando Pons ha raccontato quanto la sua vita è cambiata nell'ultimo anno: dal 9° posto al Main Event WSOP agli Spin&Go, passando per il licenziamento dal lavoro che lo teneva occupato 8 ore al giorno, "un sogno che è diventato realtà"

Scritto da
16/03/2017 15:30

2.119


multiprodotto_300x250_itaL’eliminazione del 9° classificato nel Main Event WSOP suscita sempre sentimenti contrastanti. Da un lato ci si rende conto che il giocatore in questione ha vinto una bella cifra, ma dall’altro si prova dispiacere per lo sfortunata o la sfortunata che ha dovuto aspettare più di tre mesi per giocare il tavolo finale più importante della propria vita per poi tornare a casa a mani vuote (il premio del 9° classificato viene infatti distribuito ai finalisti già in estate).

Lo scorso novembre, ad esempio, tanti appassionati di poker furono molto dispiaciuti nel vedere Fernando Pons eliminato per primo. Non solo perché uscire subito fa sempre male (e la sua espressione diceva tutto), ma anche perché la sua storia era forse la migliore per rilanciare il poker: lo spagnolo era infatti l’unico giocatore amatoriale tra i presenti, oltretutto qualificatosi tramite un satellite online di 888Poker. In tanti speravano di assistere a un Moneymaker 2.0, ma Pons fu estromesso immediatamente dalla corsa al titolo.

PROMOZIONE ESCLUSIVA:

  • Ottieni subito 20 euro gratis senza deposito
  • Chiedi più info nella CHAT LIVE che trovi in questa pagina, scrivendo CODICE020

Tuttavia, in una recente intervista per Pokerstrategy.com Fernando ha voluto chiarire che il risultato ottenuto è straordinario e ha cambiato la sua vita. Non c’è motivo per essere dispiaciuti quando hai incassato un milione di dollari.

Fernando Pons

Fernando Pons

“La mia vita è cambiata tantissimo”, ha dichiarato. “Sono passato dal lavorare otto ore al giorno all’avere una sicurezza finanziaria e poter fare ciò che voglio. Posso godermi la vita e la mia famiglia, e posso giocare a poker dove e quando voglio. È un sogno che diventa realtà“.

Fernando torna a parlare dell’eliminazione in 9° posizione e ammette di esserci rimasto male sul momento: “Sapevo che il mio final table sarebbe potuto durare una sola mano. Ero preparato mentalmente a questo scenario, ma quando sono stato eliminato ero comunque molto triste perché volevo almeno trovare un double-up e giocare con 20 big blind. Scalare un po’ le posizioni e dare un po’ di adrenalina a chi mi stava guardando… ma non è andata così”.

Pons spiega che la vicinanza della sua famiglia e degli amici è stata fondamentale per diminuire la delusione sul momento, mentre oggi non ci sono rimpianti di alcun tipo: il premio vinto gli ha permesso di licenziarsi e godersi la vita, mentre la fama ottenuta gli ha dato la possibilità di entrare in un team di professionisti spagnoli. Anche se questa volta i tornei non c’entrano nulla.

Fernando Pons nelle fasi finali del Main Event (courtesy 888Poker)

Fernando Pons nelle fasi finali del Main Event (courtesy 888Poker)

“Oggi faccio parte di SpinLegends. Cercavo qualcosa di differente dagli MTT per non dover stare troppe ore al computer e cercavo anche nuove motivazioni. Ho incontrato Ignacio Molina a Barcellona e poi ho conosciuto Alvaro “Spin4Play” Romero (una leggenda vivente degli Spin&Go, ndr), che mi ha chiesto di entrare nel team. Ciò che amo degli Spin è che non sono una lotteria come molti credono. Certo, c’è grande varianza, ma se segui la giusta strategia ti rendi conto di poter vincere bene”.

Da un lavoro normale al milione di dollari vinti a Las Vegas agli Spin&Go: nell’ultimo anno la vita di Fernando Pons ha preso una piega che non avrebbe mai immaginato. Anche se non ha vinto il Main Event, la sua storia resta di grande ispirazione per qualsiasi giocatore amatoriale: nel poker, chiunque può farcela.

Tu cosa ne pensi? Lascia il tuo commento