GIOCARE PUÒ CAUSARE DIPENDENZA PATOLOGICA IL GIOCO È VIETATO AI MINORI DI 18 ANNI

Informati sulle probabilità di vincita e sul regolamento di gioco
sul sito www.aams.gov.it

Curiosità

Il fish milionario contro il top player dell’online: Kevin Hart vs Ben Tollerene nel Super High Roller Bowl da $300.000

Scritto da
06/08/2017 10:04

2.143


I Super High Roller sono eventi affascinanti non solo per le cifre in ballo (buy-in sempre superiori ai $100.000) ma anche perché danno la possibilità ai più forti giocatori di poker al mondo di confrontarsi contro ricchissimi giocatori amatoriali.

In questo modo si vengono spesso a creare situazioni interessanti, nelle quali il pro mette in campo tutte le sue abilità per prevalere, mentre il giocatore milionario risponde facendo sentire la pressione dei soldi presenti sul tavolo.

È successo anche al Super High Roller Bowl dell’Aria Casino di questa estate, dove l’uomo più atteso era anche considerato uno dei più grandi fish presenti nel field. Parliamo di Kevin Hart, attore statunitense con un patrimonio stimato in quasi 100 milioni di dollari.

Hart è estremamente popolare negli Stati Uniti (ha 54 milioni di followers su Instagram), ma nel poker era quasi un perfetto sconosciuto prima di diventare il nuovo testimonial di Pokerstars.

Di lui si sa che è un grande amico di Dan Bilzerian e ha un carattere a dir poco esuberante, ma come se la cava con le carte in mano?

Poker Central ha pubblicato gratuitamente il primo episodio del Super High Roller Bowl di questa estate (gli altri sono a pagamento su Poker Go) e ora abbiamo la possibilità di vedere all’opera Kevin Hart. Di tutte le mani giocate dall’eccentrico attore 38enne, ce n’è una in particolare che mostra bene il suo livello di gioco…

Kevin Hart vs Ben Tollerene

Come abbiamo accennato, siamo al Super High Roller Bowl dell’Aria Casino. Si tratta di un torneo da $300.000 di buy-in iniziato il 28 maggio di quest’anno. Tra i 56 iscritti erano presenti diversi businessman, oltre alla consueta schiera di professionisti.

Hart era al tavolo televisivo, seduto tra Justin Bonomo e Bryn Kenney. Tuttavia, fin dalle prime battute è stato un altro poker pro a sfidarlo in diversi piatti: il fenomeno del cash game online Ben “Ben86” Tollerene.

La mano più importante giocata dai due inizia circa dopo un’ora dall’inizio del torneo. Sui blinds 500-1.000, Hart si mette subito in evidenza per un limp da early position con 10 10 . Tollerene spilla 8 7 in posizione e decide di isolarlo, rilanciando a 4.500.

Foldano tutti e Hart chiama. Mentre il dealer raduna le chips per il pot, l’attore prova a chiacchierare con Tollerene, che però rimane impassibile.

 

In esclusiva per tutti i lettori di Assopoker, un Bonus immediato di 30€ su Lottomatica. Registrati da questo link e inserisci il codice SUPER30

multiprodotto_300x250_ita

 

Non gli piace quando gli parli“, interviene allora il businessman Cary Katz, presente al tavolo. Hart replica: “Perché no?” e la risposta di Katz è un semplice: “È un genio di internet“.

FLOP

Sul flop vengono girate 5 4 8 . Ci sono 17.500 chips in mezzo e Hart fa check con la sua overpair. Tollerene ha la top pair e una possibilità di scala, pertanto punta 5.000 chips. A questo punto Hart si accende: abbandona la strategia passiva e rilancia a 15.000 gettoni.

Tollerene sembra spiazzato, ma alla fine decide di chiamare.

TURN

Sul turn viene girato un j e ci sono 47.500 chips in mezzo.

Kevin Hart decide di checkare immediatamente, senza nemmeno pensarci. L’attore americano non ha più l’overpair, ma di fronte alla bet di 17.500 di “Ben86” chiama senza grandi pensieri.

Kevin_Hart

RIVER

Il piatto è ora di 81.500 gettoni, e il board si completa con un 2 .

Hart fa nuovamente check, e Tollerene ripercorre mentalmente l’assurda action:

  • limp/call preflop;
  • check/raise sul flop;
  • check/call sul turn;
  • check al river.

Alla fine il professionista decide di non puntare per la terza volta e fa check. Kevin Hart mostra i suoi 10 tutto contento e poi esclama:

Sono stufo di questa m***a! Voglio rispetto!

Tu cosa ne pensi? Lascia il tuo commento