Gioco legale e responsabile

Curiosità

Liv Boeree: “Entrare nella Poker Hall of Fame? Non significa nulla per me”

Scritto da
20/12/2017 09:16

2.905


Da quel “lontano” successo all’EPT di Sanremo, Liv Boeree ne ha fatta di strada. Quel primo premio da un milione di euro diede il via alla sua carriera ma è stato il suo lavoro di testimonial per Pokerstars a consacrarla come un’icona del poker.

Ha dimostrato di essere vincente ai tavoli, sa trasmettere la vera essenza del poker e ha un background scientifico (è laureata in astrofisica) che valorizza le sue dichiarazioni. Più di una giocatrice, liv è una perfetta ambasciatrice del gioco che tanto amiamo.

Proprio per questo motivo, molti sono sicuri che prima o poi entrerà a far parte della Poker Hall Of Fame. Sorprendentemente, però, questa prospettiva non entusiasma la diretta interessata, convinta che si tratti di un premio destinato solo a determinati personaggi…

Liv Boeree

Liv Boeree: “Non mi interessa la Hall of Fame”

Intervistata da Pokerlistings.com, Liv ha detto di non aver mai pensato alla Poker Hall of Fame.

Parlo in tutta onestà: per me non significa nulla“, ha dichiarato. “Forse dovrebbe interessarmi, ma è qualcosa che non ho mai avuto in mente. Non ho mai pensato di entrare nella Poker Hall of Fame un giorno”.

Da queste parole traspare un po’ di risentimento, che la professionista inglese conferma poco dopo.

“Sarei la prima giocatrice non americana nella Hall of Fame? E allora? A me sembra che questo riconoscimento sia molto americano. Potrebbe essere gratificante in certi sensi, ma non è qualcosa che è mai stato nel mio radar. Penso che la Poker Hall of Fame dovrebbe avere un tocco più internazionale“.

Fatta questa premessa, Liv dice chiaramente di considerare questo riconoscimento poco meritocratico: “Secondo me la Poker Hall of Fame è un’espressione di ciò che era il poker tra la fine degli anni Novanta e i primi anni Duemila. Se in quel periodo eri un pro in vista, entri nella Poker Hall of Fame. Altrimenti…”

; Bonus immediato di 20€ su Lottomatica, per Poker Scommesse e Casinò. Registrati da questo link e inserisci il codice SUPER20!

La beneficenza con REG e i libri

In conclusione, Liv Boeree ha parlato della sua associazione benefica REG che recentemente ha raccolto un milione di dollari grazie a Dan Smith e ai fratelli Crowly (tra i più ricchi professionisti di Daily Fantasy Sports al mondo). Ha anche ammesso di essere al lavoro su alcuni libri.

“Il loro progetto ha portato a donare un milione di dollari e noi di REG li stiamo supportando molto. Per quanto mi riguarda sto lavorando ad alcuni libri, non posso dire molto ma uno di questi è sul poker e l’altro assolutamente no”.

Tu cosa ne pensi? Lascia il tuo commento