Vai al contenuto

Phil Ivey come Swissy: che barba questo poker!

Claudio 'Swissy' Rinaldi, capellone per scommessaLa barba è un vezzo sempre più modaiolo, tra gli sportivi. Ma se “il barba” per eccellenza rimane il cestista NBA James Harden, anche il poker si scopre sempre più “barbuto”, soprattutto per scommesse o sfide. E’ il caso di Claudio “Swissy” Rinaldi ma ora anche di Phil Ivey.

Era già nota la scommessa lanciata dallo svizzero quasi un anno fa: non tagliare i capelli per due anni continuativi, con l’aggiunta della barba negli ultimi quattro mesi. Naturalmente ci sono dei soldi in ballo, con una decina di colleghi pro che hanno scommesso contro Rinaldi. Swissy però sembra assolutamente certo della sua capacità di mantenere la promessa, e proprio di recente all’IPO lo abbiamo visto con chioma sempre più fluente.

E’ invece di queste ore la sfida di Phil Ivey, che sta seriamente pensando di far crescere la barba fino a quando non conquisterà il suo decimo braccialetto WSOP. Lo spunto, per il supercampione da Riverside, è arrivato da un articolo di USA TODAY, che parla delle più famose “playoff beards” (letteralmente “barbe da playoff”) nella storia della National Hockey League. Si tratta di scommesse effettuate da alcuni giocatori di questo sport, che hanno promesso di non tagliare la barba dall’inizio dei playoff fino all’eventuale conquista della Stanley Cup.

E’ una tradizione ormai consolidata nella NHL, che Phil Ivey vuole adesso trasferire nel poker, e precisamente alle WSOP. Ancora non c’è nulla di deciso, anche perchè una scommessa del genere potrebbe rivelarsi molto impegnativa, in caso l’attesa del 10° braccialetto si dovesse protrarre a lungo. Inoltre, qualora davvero Ivey lanciasse questa sfida, le prop bet milionarie non mancherebbero di certo. In questo caso, il rischio reale sarebbe quello di andare rotto, più che di apparire come un barbone…

Bonus poker online
Scopri tutti i bonus di benvenuto

Nell’attesa di sapere se Phil Ivey lancerà o meno la sfida della barba, l’hashtag #wsopbeard è già stato creato e, soprattutto, sul forum di 2+2 è già partita la gara di photoshop sull’argomento…

"Assopoker l'ho visto nascere, anzi in qualche modo ne sono stato l'ostetrico. Dopo tanti anni sono ancora qui, a scrivere di giochi di carte e di qualsiasi cosa abbia a che fare con una palla rotolante".