Gioco legale e responsabile

Curiosità

Sei davvero un poker player? Allora hai per forza queste 5 qualità

Ti piace giocare a poker e ti ritieni un giocatore al 100%? Ne sei davvero sicuro? Perché tutti i poker player hanno queste 5 caratteristiche: se te ne manca anche solo una, forse non puoi davvero definirti tale!

Scritto da
07/03/2020 14:00

4.508


Non tutte le persone che giocano a poker possono definirsi giocatori, nell’accezione più profonda del termine. C’è chi lo fa per passatempo, chi una volta ogni tanto giusto per compagnia, e chi invece è un vero appassionato. Ma anche la pura passione non fa il Giocatore, con la “g” maiuscola.

Perché può essere tight o loose, aggressive o passive, può essere un maniac o una roccia, ma il vero giocatore di poker deve possedere queste cinque caratteristiche. Altrimenti è meglio per lui se si trova un altro svago, tipo la filatelia o le bocce!

 

poker player

Confronto Bonus Poker

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui bookmaker italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e i bookmaker sono mostrati a rotazione casuale.

 

La pazienza

I poker player impazienti sono giocatori perdenti. Chi non è in grado di attendere le carte giuste, nella giusta posizione, alla lunga finirà per perdere. Che si tratti di Texas Hold’em o di qualsiasi altra variante, il poker è un gioco di situazioni e spot.

Se vi fate coinvolgere in una mano solo perché siete annoiati o perché “eh, non gioco un piatto da trequarti d’ora”, probabilmente il poker non fa per voi. Può sembrare controintuitivo, ma buona parte del successo di un giocatore non arriva da ciò che fa, ma da ciò che NON fa.

Foldare tanto è una componente essenziale: se pensate di non riuscire a foldare mani brutte più a lungo di quanto “dovreste”, non potrete mai vincere nel lungo periodo.

L’abilità matematica

Molte persone sottovalutano quanto il poker sia un gioco di matematica. Non serve una laurea, né il Q.I. di Einstein, ma una conoscenza di base dei principi aritmetici – anche soltanto a livello intuitivo – quella sì. Perché vincere a poker significa trovarsi il più spesso possibile in situazioni dall’aspettativa positiva (o +EV, per dirla nel gergo tecnico).

CONFRONTO BONUS CASINO'

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui casinò online italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e i concessionari sono mostrati a rotazione casuale.

Autodisciplina e autocontrollo

Questo punto può sembrare una ripetizione del primo, ma non lo è. Perché un conto è essere pazienti, un conto è riuscire a non farsi influenzare da sentimenti come rabbia o frustrazione, che portano a giocare male anche in situazioni dove è giusto giocare.

Un giocatore di poker che vuole essere vincente nel lungo periodo, deve possedere abitudini sane, e per farcela ci vuole tanta disciplina. Bisogna essere in grado di mantenere le promesse fatte agli altri, ma soprattutto a se stessi.

Segui  tutte le notizie sul mondo del poker 24 ore su 24 sulla pagina Facebook AssoNews. Metti like alla nostra pagina!

La tenacia

Che siate poker player amatoriali o professionisti, il fallimento è sempre dietro l’angolo. Per essere veri giocatori di poker occorre riuscire a rialzarsi dopo ogni caduta: solo chi è davvero tenace non molla mai, nonostante tutto ciò che gli possa capitare.

Le bad run sono capitate a tutti, e continueranno a capitare a qualsiasi player: sono inevitabili. Non è tanto questione di quando, è questione di come le si affronta e di come si riesce ad uscirne contenendo i danni il più possibile.

Essere orientati agli obiettivi

Che cosa significa essere orientati agli obiettivi? Significa avere la tendenza a settare target specifici nella vita di tutti i giorni, e a pianificare ogni passo per raggiungerli. Molti poker player amano scrivere nero su bianco i propri obiettivi, aggiungendo anche una deadline entro i quali vogliono ottenerli.

Chi è goal-oriented è anche disposto a cambiare tali piani in base alle situazioni e all’apprendimento di nuove informazioni. Chi vuole semplicemente diventare un giocatore di poker professionista, non è sufficientemente orientato agli obiettivi. Chi intende guadagnare una somma X nei prossimi 12 mesi, invece lo è.

Tu cosa ne pensi? Lascia il tuo commento