Vai al contenuto

Shaun Deeb e Tony Miles e quella prop bet sull’American Ninja Warrior

Galeotta fu la confessione di Miles

Shaun Deeb e Tony Miles sono due giocatori professionisti che non hanno bisogno di molte presentazioni . Il primo è sulla cresta dell’onda da quasi 15 anni fra online e live, mentre Tony è salito alla ribalta con la seconda piazza ottenuta nel main event WSOP 2018. Proprio alla fine di quell’anno, i due players erano assieme a cena durante una pausa di un torneo e Tony Miles confessò all’amico di essere un grande fan del Reality “American Ninja Warrior” e di avere le qualità per poter diventare un Ninja a tutti gli effetti.

Tony Miles
Tony Miles durante il final table del main event WSOP 2018

Il programma è una sorta di sfida personale, dove alcune persone vengono selezionate per completare un percorso molto intenso e difficile, composto da prove fisiche. Insomma serve un fisico allenato e pronto a sostenere prove dure, per poi completare tutte le sessioni previste nel reality e diventare così a tutti gli effetti un Ninja. Shaun Deeb non si è lasciato scappare l’occasione e da buon gambler ha lanciato la sua prop bet all’amico.

In pratica Tony Miles ha tre anni di tempo per farsi arruolare nel programma, per poi puntare a diventare un Ninja Warrior. Un’impresa considerata titanica e riuscita a pochissimi concorrenti nella storia del programma. Il primo anno Deeb ha bancato la prop bet 25 a 1, il secondo anno 20 a 1 e infine nel terzo ed ultimo anno banca la quota in lavagna 15 a 1. Sta di fatto che il primo proiettile è stato speso a vuoto da Tony Miles e adesso è in attesa di poter sparare la seconda cartuccia, Coronavirus permettendo. L’unico obbligo per Tony è quello di bettare 5 mila dollari per ogni tentativo.

Provaci ancora Miles

La prop bet tra Shaun Deeb e Tony Miles ha preso subito forma nel 2019 e grazie anche alla cassa di risonanza che ha avuto questa scommessa sui social, i produttori del programma hanno contattato Tony per un provino. Miles lo ha superato, ma i problemi per lui sono sorti successivamente. Infatti fra la nascita della prop bet, il provino e l’accesso al programma, i tempi si sono accorciati notevolmente e con pochi giorni di allenamento per lui. Così il primo tentativo è naufragato. Quota di 25 a 1 mancata e 5 mila dollari nelle tasche di Shaun Deeb.

Bonus poker online
Scopri tutti i bonus di benvenuto

Il 2020 doveva essere l’anno della svolta in questa scommessa per Tony Miles. Quest’ultimo ha avuto l’Ok dei produttori per riprovarci e ha iniziato per tempo una serie di lunghi allenamenti, studiando in contemporanea le prove a cui i concorrenti sono sottoposti e il percorso che devono compiere. Insomma se nel 2019 la cosa è stata improvvisata, nel 2020 tutto è stato studiato nei minimi dettagli da Tony, considerando la pur sempre esaltante quota di 20 a 1. Investendo 5 mila dollari potrebbe vincerne 100.000.

Shaun Deeb

Ma si è messo di mezzo il “CoronaVirus” a rompere le uova nel paniere. Reality momentaneamente rinviato, allenamenti fermi e prop bet che viene congelata. Sia Deeb e sia Miles hanno confermato che appena sarà possibile tornare ad allenarsi, la scommessa tra i due riprenderà quota. Sempre alle stesse condizioni previste un anno fa. Nell’attesa Miles sta rilasciando interviste esclusive al programma, su come si sta allenando nel periodo di quarantena.

Nel mondo del giornalismo sportivo da quando avevo 16 anni, ho all'attivo quasi 800 radiocronache di eventi sportivi e quasi 10 mila articoli sportivi. Da 15 anni nel mondo del poker, del betting e del gaming. Cavallo di battaglia: "Amici Miei".