GIOCARE PUÒ CAUSARE DIPENDENZA PATOLOGICA IL GIOCO È VIETATO AI MINORI DI 18 ANNI

Informati sulle probabilità di vincita e sul regolamento di gioco
sul sito www.aams.gov.it

eSports

Cheater beccati e umiliati: ecco i 10 casi più clamorosi nel gaming

Anche l’universo videoludico non è immune dalla piaga dei cheater: ecco a voi i 10 casi più clamorosi di gamer pizzicati e puniti in maniera esemplare. Si va da League of Legends a CS: GO a giochi meno conosciuti, passando anche per FIFA.

Scritto da
15/05/2017 14:45

1.586


Sin da quando l’uomo ha scoperto il gioco, c’è chi ha provato a barare: ahinoi, fa parte della natura umana. Oggi i cheater non sono solo abili prestidigitatori, ma veri e propri hacker capaci di avvantaggiarsi rispetto agli altri praticamente in qualsiasi videogioco competitivo.

Nel video che trovate a fondo pagina ci sono i 10 casi di cheating più clamorosi degli ultimi anni, casi che coinvolgono non solo giochi famosi (come CS: GO, FIFA e League of Legends), ma anche giochi più di nicchia.

cheater gaming

Cheater scatenati: da Overwatch…

Si parte con ‘Kid X’, uno dei migliori giocatori al mondo di Overwatch (Blizzard), sparatutto in prima persona che sta facendo appassionare milioni di player. Bene, ‘Kid X’ è stato pizzicato mentre utilizzava un tool per mirare: il suo account è stato chiuso mentre il giocatore si trovava in diretta streaming!

Passiamo a Guild Wars 2, dove a lungo il player ‘Darkside’ ha terrorizzato gli altri utenti: da maestro cheater quale era, il giocatore era in grado di potenziare il proprio personaggio fino a renderlo imbattibile.

Dopo migliaia di denunce, finalmente il capo della sicurezza del gioco è riuscito a prendere possesso del personaggio di ‘Darkside’, a spogliarlo del suo equipaggiamento, a farlo salire su un’alta torre per poi schiantarlo al suolo sotto gli occhi dei presenti.

… a League of Legends e FIFA

Alle finali dell’NLG 2012 Summer Championship di League of Legends, il Team Dignitas e gli avversari del Team Curse si incontrarono prima del match accordandosi per dividersi equamente il montepremi, giocando la finale in maniera assolutamente casuale e non ortodossa. Ovviamente la NLG riuscì a scoprire l’accaduto e squalificò entrambi i team.

multiprodotto_300x250_ita

Non vogliamo rovinarvi la sorpresa di scoprire come tanti altri cheater sono stati ‘sgamati’ e puniti in maniera più o meno curiosa e più o meno esemplare, ma almeno un altro caso merita una spiegazione a parte.

Nel 2016, un tribunale del Texas ha condannato Anthony Clark e altri tre cheater – anzi, sarebbe meglio dire hacker – per frode bancaria. I quattro avevano trovato il modo di ‘grindare’ la valuta in-game di FIFA per poi rivenderla ad altri giocatori.

Dal momento che la EA Sport guadagna dei soldi grazie a questa valuta virtuale, Clark e i tre complici di fatto hanno derubato l’azienda. Come sono stati scoperti? I furboni trasferivano le somme guadagnate direttamente ai loro conti bancari

Cheater exposed… il video!

Tag: ,

Tu cosa ne pensi? Lascia il tuo commento