Gioco legale e responsabile

Libri

“Theory of Poker applied to No Limit”, il nuovo libro di David Sklansky

Si intitola "Theory of Poker applied to No Limit" ed è il nuovo libro scritto da David Sklansky, uno dei primi e più apprezzati autori di libri sul poker.

Scritto da
13/06/2019 15:33

2.128


Negli ultimi anni, la produzione di testi sul poker è calata di molto. La crisi del settore, una offerta editoriale forse eccessiva, la contemporanea crescita delle scuole di poker sono tutti elementi che hanno generato questo calo. Oggi però esce un nuovo libro sul poker, da parte di uno dei suoi primi e più grandi teorici: David Sklansky.

David Sklansky

David Sklansky

Per i pochi che ancora non lo conoscessero, Sklansky è un matematico e giocatore di poker americano, a cui si deve il famoso “teorema fondamentale del poker”, ovvero: “Ogni volta che giochiamo una mano in maniera differente da come l’avremmo giocata se avessimo potuto vedere tutte le carte dei nostri avversari, allora loro ci guadagnano. Ogni volta che giochiamo la nostra mano nello stesso modo in cui avremmo giocato se avessimo potuto vedere tutte le carte degli avversari, allora siamo noi a guadagnarci.”

Il nuovo testo si intitola “Theory Of Poker applied to No Limit”. In apparenza un titolo molto simile a quella sorta di “bibbia del poker” che era il suo primo libro “Theory Of Poker”, ma anche a “No Limit Hold’em, Theory and Practice”. Infatti, in uno dei post di presentazione del libro sul forum di twoplustwo, che è anche l’editore del libro tramite la “Twoplustwo publishing LCC”, lo stesso David Sklansky chiarisce con grande onestà intellettuale: “Se hai già letto entrambi i libri ed hai una intelligenza pokeristica sviluppata, in questo nuovo libro troverai non più del 25% di cose che ti risulteranno nuove, ma comunque interessanti”.

Theory of Poker applied to No Limit

Come la “Teoria del poker” originale, così anche questo nuovo testo non è da intendersi come un libro che insegni come va giocata questa o questa mano. Al contrario, è un libro che aiuta a pensare il poker, e pensare al poker, nel modo corretto. Il suo campo di applicazione, come recita il titolo, è rappresentato dalle discipline pokeristiche senza limiti di puntata: No Limit Hold’em ma anche Deuce To Seven, Omaha e così via.

Più di 300 pagine per 35 capitoli, che affrontano il gioco in ogni suo aspetto soprattutto matematico. I primi capitoli sono dedicati ai teoremi fondamentali, alle odds in tutte le varie situazioni possibili ma anche alle aspettative che si possono nutrire come guadagno orario.

Si affrontano poi argomenti cruciali come il valore della deception, sulle ragioni dietro al concedere una carta gratis agli avversari e sui modi e momenti migliori per prenderne una noi, bluff e semibluff e la difesa contro bluff e semibluff altrui, le ragioni del limp contro quelle del raise e quando è il caso di usare l’una o l’altra cosa, lo slowplay, gli stili di gioco, l’importanza della posizione, il bet sizing. Nell’ultimo capitolo si affronta approfonditamente anche la questione GTO. Infine, anche altri capitoli bonus e appendici che parlano di altri argomenti caldi come la psicologia del poker e la lettura degli avversari.

Importante sottolineare anche un altro aspetto, molto utile in libri molto concettuosi come quelli di Sklansky: alla fine di ogni capitolo c’è un paragrafo di sintesi dei punti chiave appena trattati, in modo che vengano assimilati meglio.

Theory of Poker applied to No Limit” è disponibile online, su Amazon, a questo indirizzo. Non esiste ancora nessuna edizione in italiano ma è normale, essendo il libro uscito solamente il 1 giugno scorso.

Tu cosa ne pensi? Lascia il tuo commento