Gioco legale e responsabile

Live

Aussie Millions 2019, Musta al top: vola nel count del Challenge, main a 7 left

Mustapha Kanit non molla la presa all'Aussie Millions 2019. L'azzurro conquista l'accesso al day 2 del "AU$100.000 The Challenge" dopo un sali e scendi vietato ai deboli di cuore. Un clamoroso triple up lo rimette in gara e domani darà l'assalto al titolo. Intanto nel main event in 7 approdano al tavolo finale: comanda Del Vecchio e Kenney arranca in fondo al count.

Scritto da
01/02/2019 15:30

1.339


33 paganti

Mustapha Kanit prova a colorare di azzurro l’Aussie Millions 2019. Il player italiano, nonostante uno stack non troppo deep, si avvia alla seconda giornata del “AU$100.000 The Challenge“. Il terzo ed ultimo high roller a Melbourne, ha visto la partecipazione di 33 giocatori e in 14 staccano il pass per il day 2. Non si tratta però di dati definitivi: la late infatti resta aperta per tutto il primo livello della seconda giornata e soltanto alla fine di esso avremo il quadro completo del torneo. Kanit come detto riesce a completare il giro di boa e imbusta 419.000 pezzi. Riparte dalla decima piazza, sognando la rimonta con 35 big blind.

Mustapha Kanit

Giornata di montagne russe per Mustapha Kanit, che prima perde un pot pesante vs Thomas Muehlocker. 3betta l’azzuro a 36.000 e poi chiama la 4bet del rivale a 76.000. Sul flop 10-J-2 l’austriaco va in check/call al bet a 35.000 dell’italiano. Al turn cade un jack e c’è la stessa azione, mentre cambia la size che sale a 45.000. Infine al river arriva un altro J che induce entrambi al doppio check. Musta mostra A-Q e il rivale si prende il piatto con A-10. Ma le buone notizie sono dietro l’angolo e così Kanit spilla A-A nel momento giusto e finisce in allin vs 10-10 di Martinì e A-K di Aldemir. Board dalla parte di Mustapha che risale la china. Nel finale di giornata altro sali e scendi: prima elimina Martinì A-K vs A-8 e poi imbusta 419.000 fiches.

Davanti a tutti comanda invece un certo Cary Katz. Il player americano è incontenibile nel corso del day 1 e con pieno merito si prende la prima posizione nel count a quota 1.108.000. Field spettacolare quello che avanza verso il day 2 e sulle tracce del leader, c’è Alex Foxen. Con 999.000 gettoni guida l’assalto, mentre completa il podio virtuale Manig Loeser con 872.000 pezzi. A completare il lotto di qualificati, ci sono anche Johannes Becker (730.000), Thomas Muehloecker (528.000), Michael Soyza (399.000), Dominik Nitsche (399.000) e Rainer Kempe (107.000).

 

Il count ufficiale

  1. Cary Katz  1,108,000
  2. Alex Foxen 999,000
  3. Manig Loeser  872,000
  4. Abraham Passet  751,000
  5. Johannes Becker  730,000
  6. Tsugunari Toma  713,000
  7. Thomas Muehloecker  528,000
  8. Michael Zhang  496,000
  9. Huang Shan  489,000
  10. Mustapha Kanit  419,000
  11. Michael Soyza  399,000
  12. Dominik Nitsche  390,000
  13. Andras Nemeth  242,000
  14. Rainer Kempe  107,000

Del Vecchio e Kenney al final table del main

Il “AU$10.600 main event“, all’Aussie Millions 2019, ha raggiunto il suo final table a sei giocatori. Il day 4 ha assunto i contorni di una maratona con oltre 13 ore di gioco. In 38 degli 822 paganti hanno ripreso la corsa nella quarta giornata. Mike Del Vecchio comanda il count e il resto della truppa cerca di accorciare le distanze. Escono di scena possibili protagonisti come Dominik Panka (29°), il november niner 2016 Vojtech Ruzicka (24°), Pim De Goede (19°), Jack Salter (18°) e Michael Addamo (17°). In questo valzer di eliminazioni intanto, Bryn Kenney viaggia sempre a ridosso dei migliori della classe e Hamish Crawshaw insidia a suon di sportellate Del Vecchio. Il risultato vede il neo zelandese volare al comando, mentre l’americano scende in maniera pesante nel count.

Con l’eliminazione di David Wang, 3-3 vs 5-5 di Del Vecchio, inizia l’unofficial final table a 9 giocatori. Qui servono ancora tre out, per decretare la fine del day 4 e soprattutto per la composizione del tavolo finale a 6 players. Non trova gloria Bjorn Ostby (9°), imitato poco dopo da Robert Glasspool (8°). A sette left c’è il contro sorpasso di Del Vecchio al comando del count. Sul flop 10-10-5 finisce ai resti con 5-5 vs A-10 di Hamish Crawshaw. Il pot da 5.5 milioni finisce dalla parte del player a stelle e strisce e il suo rivale crolla a 3 milioni.

Bryn Kenney

Bryn Kenney

Il nome di chi sbollerà ufficialmente il final table non vuole uscire e allora alle 2.30 del mattino a Melbourne arriva il rompete le righe. In sette imbustano verso la volata al titolo e dopo il classico day off del sabato, la battaglia riprenderà domenica. Il comando è ancora nelle mani di Del Vecchio (5.465.000), mentre Bryn Kenney chiude il count con 920.000 unità. Il gioco riprende dal livello 26, 25.000-50.000 ante 5.000 e chi vince, oltre all’ambito ring, incassa una prima moneta da 1.850.000 dollari locali. I sette finalisti si sono già assicurati, una ricompensa da 242.000 bigliettoni.

Il count ufficiale

  1. Mike Del Vecchio 5,465,000
  2. Andrew Hinrichsen  5,300,000
  3. Matthew Wakeman 4,010,000
  4. Clinton Taylor 3,845,000
  5. Hamish Crawshaw 3,640,000
  6. Gyeong Byeong Lee 1,540,000
  7. Bryn Kenney  920,000

 

Finalmente 888, la seconda Poker Room online a livello mondiale è arrivata in Italia. Registrati subito! Per te un Bonus immediato di 8 euro senza deposito e Freeroll giornalieri da 5000 euro.

Tu cosa ne pensi? Lascia il tuo commento