Gioco legale e responsabile

Live

Aussie Millions: rimonta e trionfo con deal per Bryn Kenney nel main event

Da ultimo a primo. E poco importa se la vittoria è arrivata dopo un deal a tre left. L'impresa di Bryn Kenney resta impressa nella storia del Aussie Millions. Capolavoro del player americano nel main event, il quale parte dal fondo del count al tavolo finale e si issa sul gradino più alto del podio. Runner up Mike Del Vecchio, mentre al terzo posto chiude la cavalcata Andrew Hinrichsen. 

Scritto da
03/02/2019 18:52

1.405


Una lunghissima battaglia

Il “AU$10.600 main event“, all’Aussie Millions 2019, riprende la sua corsa al tavolo finale con 7 players left. Archiviato il classico day off, che divide il day 4 dal giorno della volata al titolo, i giocatori sono pronti a combattere per il successo. Mike Del Vecchio è il leader indiscusso con 5.465.000 chips. Bryn Kenney è l’altro nome pesante nel lotto dei finalisti, ma riparte da 920.000 unità sul fondo del count. Hamish Crawshaw è il primo degli eliminati: finisce in allin con Q-Q e si arrende ad A-J di Andrew Hinrichsen. Un asso al river lo relega al settimo posto. Intanto arriva il primo fondamentale raddoppio per Bryn Kenney.

L’americano con J-J muove allin e gioca in coinflip vs A-K di Gyeong Byeong Lee. Il board sorride al futuro campione, mentre il suo rivale crolla nel count e poco dopo si avvia alle casse. Ancora A-K per lui e ancora una sconfitta vs J-10 di Hinrichsen. A cinque left il comando delle operazioni è nelle mani di quest’ultimo, con Del Vecchio in scia e gli altri staccati. Ma il copione del final table è pronto ad essere stravolto. Intanto escono di scena Matthew Wakeman (5°) e Clinton Taylor (4°). A tre left, Hinrichsen inizia ad avere un cedimento e sembra approfittarne Del Vecchio, con Kenney sornione in agguato.

I raddoppi e il deal finale

Il main event all’Aussie Millions 2019 dunque, vede i tre giocatori combattere a lungo per la supremazia. Del Vecchio in un primo momento recupera il gap e passa al comando, poi è la volta di Kenney che sorpassa tutti e prova la fuga. Hinrichsen ha un colpo di reni e si riprende la leadership per qualche mano, prima che lo stesso Bryn Kenney risalga al primo posto. Insomma una girandola di emozioni infinite, che però non porta ad alcuna eliminazione ed allunga i tempi di gioco.

Bryn Kenney

Bryn Kenney

Questo prolungamento induce i tre players left a trovare un accordo in base alle chips ottenute: non solo, ma dopo il deal il gioco non riprende e valgono le posizioni del count per stilare l’ordine di arrivo finale. Andrew Hinrichsen si assicura la terza piazza per 1.097.739 dollari locali, contro i 662.550 previsti inizialmente per il terzo classificato. Kenney e Del Vecchio sono praticamente pari stack e il loro premio varia in pochi dollari. Bryn incassa per la prima posizione 1.272.598 bigliettoni, mentre a Mike vanno 1.272.162. Tradotti in dollari americani, Bryn Kenney porta a casa 923.269$ e allunga così le sue vincite dal vivo a 26 milioni e mezzo di dollari, portandosi nella top ten dell’All Time Money List.

Il payout finale

  1.  Bryn Kenney  1,272,598*
  2.  Mike Del Vecchio  1,272,162*
  3.  Andrew Hinrichsen  1,097,739*
  4.  Clinton Taylor 483,000
  5.  Matthew Wakeman  380,300
  6.  Gyeong Byeong Lee 309,000
  7.  Hamish Crawshaw 242,000

*ICM deal

Tu cosa ne pensi? Lascia il tuo commento