Gioco legale e responsabile

Live

EPT Barcellona, Mikita “Fish2013” Badziakouski vince il 100k: “Tutta fortuna, sto runnando hot!”

Il top player bielorusso Mikita "fish2013" Badziakouski ha vinto l'high roller da €100.000 di buy-in dell'EPT Barcellona per 1.6 milioi di euro

Scritto da
28/08/2018 10:07

3.750


In un articolo di poche settimane fa avevamo detto che si parla poco di Mikita “Fish2013” Badziakouski, un autentico fenomeno del poker proveniente dalla Bielorussia. Il giocatore divenuto celebre per le sue vincite agli High Stakes Online si stava imponendo anche sulla scena live come uno dei reg più in forma degli high roller. A distanza di pochi mesi dai successi ottenuti nei ricchissimi tornei in terra d’Asia, Mikita ha finalmente lasciato il segno anche in Europa: poche ore fa, all’EPT Barcellona, ha vinto il Super High Roller da €100.000 di buy-in. Un altro successo per “fish2013”, che ora si ritrova con 18.5 milioni di dollari vinti in carriera nei tornei live, di cui ben 10.5 milioni di dollari vinti solo nel 2018!

EPT Barcellona 100k: la bolla

Il final day dell’high roller da €100.000 di buy-in iniziava con 9 giocatori e il torneo in stallo a causa della bolla. Infatti solo i primi sette classificati sarebbero andati a premio e nessuno voleva, comprensibilmente, uscire proprio sul più bello in un evento di questa portata.

Il chipleader era l’austriaco Matthias Eibinger, seguito da vicino da “fish2013” e dal businessman iraniano Ahadpur Khangah, colui che aveva eliminato Dario Sammartino al Day 1 del torneo. L’assenza dei tedeschi dalla tappa iberica dell’European Poker Tour ha probabilmente reso i field un po’ più soft, come dimostra anche la composizione del field alla giornata finale: c’erano sì alcuni nomi noti, ma anche diversi businessman e professionisti mai visti prima a questi livelli.

Questo il chipcount all’inizio del final day:

Confronto Bonus Poker

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui bookmaker italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e i bookmaker sono mostrati a rotazione casuale.
  1. Matthias Eibinger 3.040.000
  2. Mikita Badziakouski 2.570.000
  3. Ahadpur Khangah 2.105.000
  4. Cary Katz 1.425.000
  5. Tim Adams 1.245.000
  6. Rui Ferreira 1.020.000
  7. Benjamin Pollak 765.000
  8. Jean Ferreira 720.000
  9. Byron Kaverman 610.000

Matthias Eibinger (courtesy Neil Stoddart/Pokerstars)

La fase della bolla è durata circa tre ore, perché tanto ci è voluto per le prime due eliminazioni di giornata. Il businessman e manager dell’Aria Casino Cary Katz ha messo tutto con Q-Q e ha trovato il call di Matthias Eibinger con K-10. Sul flop ha pescato una Donna ma tra turn e river si è visto superare da una scala.

Rimasti in otto, in piena bolla, il gioco è diventato molto lento. Nessuno voleva essere il bubble-man di un torneo da €100.000 di buy-in e alla fine è stato il pro Byron Kaverman a trovare la dolorosa eliminazione. Ancora una volta è stato Eibinger a causare il player out, ancora una volta partendo da dietro: su un flop 8-high entrambi avevano un 8 e il kicker peggiore dell’austriaco si è trasformato in una doppia coppia al river.

Rimasti in 7 e tutti a premio per almeno €275.000, il gioco si è improvvisamente velocizzato. Questa fase è sostanzialmente durata meno di quella della bolla, perché nel giro di meno di tre ore Badziakouski ha posto il suo sigillo sul ricchissimo torneo.

La vittoria di Mikita “fish2013” Badziakouski

I primi due giocatori a doversi alzare dopo lo scoppio della bolla sono stati il canadese Jean Ferreira e il portoghese Rui Neves Ferreira, entrambi bustati da Khangah. Poi è toccata a Benjamin Pollak, che poco prima di abbandonare il torneo si era salvato in modo assurdo: all-in con k j e call di Khangah con 5 5 , flop 5 6 7 , turn 9 e river… 8 , per una scala colore sul board che ha portato allo split pot. Alla fine Pollak è stato comunque bustato in 5° posizione dal solito Eibinger, nuovamente con uno scoppio: l’Asso-Jack del francese è stato superato da 8-6 grazie a un 8 al river.

CONFRONTO BONUS CASINO'

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui casinò online italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e i concessionari sono mostrati a rotazione casuale.

Eibinger è sembrato inarrestabile in questa fase del torneo, visto che poco dopo ha mandato a casa anche Timothy Adams con un K-Q che ha superato la coppia di 8 del canadese. A quel punto aveva metà delle chips in gioco ma poi ha perso un piatto importante contro Badziakouski: A-Q per “fish2013” e 10-10 per l’austriaco, che è stato superato da un Asso sul turn. E qui la run di Eibinger si è decisamente conclusa…

La vittoria di “fish2013” (courtesy Neil Stoddart/Pokerstars)

Dopo qualche mano l’austriaco ha floppato doppia coppia contro la top pair di Khangah. I due sono andati ai resti e il turn ha consegnato al businessman iraniano una doppia coppia migliore. Eibinger si è quindi arreso in terza posizione per €759.680.

Il testa a testa è iniziato con una situazione di pari stack. Khangah è riuscito a prendersi la chiplead grazie a un poker chiuso al river, ma poi ha perso gran parte dello stack chiamando tre streets con top pair quando il suo avversario aveva un set. Alla fine, rimasto con pochi blinds, Khangah si è giocato tutto con k *f5* sul board k q 9 *f2* ma ha trovato il call di Badziakouski con k 2 . Così si è concluso il super high roller da €100.000 di iscrizione: Mikita Badziakouski ha vinto €1.650.300 e il runner-up Ahadpur Khangah ha portato a casa €1.191.900.

Il payout:

  1. Mikita Badziakouski Belarus € 1,650,300
  2. Ahadpur Khangah Iran € 1,191,900
  3. Matthias Eibinger Austria € 759,680
  4. Timothy Adams Canada € 576,300
  5. Benjamin Pollak France € 445,300
  6. Rui Neves Ferreira Portugal € 340,550
  7. Jean Ferreira Canada € 275,050

Mikita “fish2013” Badziakouski: “Tutta fortuna!”

Intercettato dai colleghi di Pokernews.com, “fish2013” ha analizzato l’ennesima vittoria di questo straordinario 2018 con grande umiltà:

“È bellissimo vincere questo torneo. Sto runnando davvero bene ultimamente. È tutta fortuna, davvero! Il torneo è stato simile a molti altri high roller, solo che stavolta la bolla è durata tantissimo. Il mio avversario in heads-up ha giocato in modo molto aggressivo. Non me lo aspettavo ma è stato un vero piacere giocare contro di lui”.