Gioco legale e responsabile

Live

EPT Montecarlo 2018: Adams comanda al final table, Kanit out senza portafoglio

Siamo arrivati all’atto conclusivo del primo torneo dell’EPT Montecarlo 2018, con Tim Adams ancora davanti a tutti. Sarà lui a guidare il tavolo finale, che vedrà impegnati anche Ryan Riess, Stephen Chidwick, Rainer Kempe e Paul Newey. Niente da fare per il nostro Mustapha Kanit.

Scritto da
26/04/2018 07:50

2.442


Per il secondo giorno consecutivo, Tim Adams chiude in vetta l’EPT Montecarlo 2018 8-Handed Shot Clock da €10.300 di buy-in. Il canadese, oggi, partirà da super favorito al tavolo finale: nel mirino una prima moneta da €201.500.

Oltre ad Adams, al tavolo finale vedremo all’opera parecchi volti noti del panorama pokeristico internazionale, soprattutto degli High Roller. Peccato che tra questi non ci sia il nostro Mustapha Kanit, eliminato prima dello scoppio della bolla.

 

EPT Montecarlo 2018 Tim Adams

Tim Adams (photo courtesy of Renee Valli)

 

Una bolla infinita

Ricapitolando la situazione, lo Shot Clock dell’EPT Montecarlo 2018 ha fatto registrare 71 entry, suddivise in 49 giocatori singoli e 22 re-entry. Questo ha generato un montepremi di €710.000, al quale soltanto i migliori 9 giocatori avranno accesso.

Ce n’è uno, tuttavia, che ha già messo le mani sulla sua fetta di torta. Si tratta di Jan-Eric Schwippert, primo degli eliminati in the money: il suo 9° posto gli vale un assegno del valore di €20.000, poco meno del doppio del buy-in pagato.

Onore a Behzad Ahadpour, volto non certo noto tra i top player degli High Roller, che ha provato fino all’ultimo a resistere e centrare quantomeno la zona premi. Alla fine si è dovuto arrendere allo scatenato Tim Adams, che lo ha eliminato al 10° posto.

Parola al chip leader

Diamo la parola allo stesso Adams, che ha commentato così il Day 2 dello Shot Clock dell’EPT Montecarlo 2018: “È stata un’altra ottima giornata. Le cose mi sono andate bene in molti spot. La bolla è durata tantissimo, ma sono riuscito a raccogliere un po’ di chip”.

Il primo premio del torneo, ha scherzato Adams, può servire per partecipare al Super High Roller che comincia oggi, proprio in concomitanza col final table dello Shot Clock: “Ci stavamo scherzando: vincere ti dà due colpi da sparare nel 100k, è un modo per interpretare la situazione”.

Onore dunque al canadese, chip leader per due giorni di fila, ma tra i protagonisti del tavolo finale ritroveremo anche  Rainer Kempe, Ryan Riess e Stephen Chidwick, che occupano dalla 2° alla 4° piazza. Occhio anche ad Orpen Kisacikoglu, ormai sempre più a suo agio in questo genere di eventi, e al sempiterno (ma cortissimo) Paul Newey.

 

Su PokerStars.it sono arrivati gli Spin & Go Max: registrati subito! Ti attendono promozioni speciali!

EPT Montecarlo 2018: il final table dello shot clock

  1. Timothy Adams 1.006.000
  2. Rainer Kempe 771.000
  3. Ryan Riess 702.000
  4. Stephen Chidwick 357.000
  5. Orpen Kisacikoglu 231.000
  6. Juan Pardo 220.000
  7. Vladimir Troyanovskiy 158.000
  8. Paul Newey 93.000

Il payout che attende i finalisti

  1. €201.500
  2. €145.000
  3. €94.000
  4. €71.000
  5. €55.000
  6. €42.700
  7. €33.500
  8. €26.000

Tu cosa ne pensi? Lascia il tuo commento