Gioco legale e responsabile

Live

EPT Praga: Luigi D’Alterio sfiora la picca nel National High Roller e si arrende solo a Reard

Uno strepitoso Luigi D’Alterio chiude al 2° posto il National High Roller dell’EPT Praga 2019, battuto soltanto dal francese Alexandre Reard. L’EPT National è andato invece a Semen Kravets, mentre Stepen Chidwick ha fatto suo il Super High Roller.

Scritto da
12/12/2019 07:10

2.589


EPT Praga Luigi D'Alterio

Luigi D’Alterio (photo courtesy of PokerNews)

 

EPT Praga 2019 €2.200 National High Roller

L’EPT Praga National High Roller si è concluso in tarda nottata con un grandissimo Luigi D’Alterio ad un soffio dalla vittoria finale. L’azzurro è stato battuto in heads-up da Alexandre Reard, ma si consola con un premio di ben €207.840.

Luigi si è presentato all’heads-up in netto svantaggio rispetto al transalpino e purtroppo il sogno di conquistare la picca si è interrotto poco dopo l’inizio del testa a testa. Su flop 9 7 4 , Reard ha fatto check e l’azzurro ha puntato 250.000. Il francese ha mandato la vasca e l’italiano ha chiamato con 10 7 .

La second pair non è bastata, visto che Reard aveva 10 9 per la top pair. Turn 2 e river A non sono serviti a ribaltare la situazione, consegnando alla Francia il primo posto e un premio da €342.810.

Questo il payout del final table:

Confronto Bonus Poker

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui bookmaker italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e i bookmaker sono mostrati a rotazione casuale.
  1. Alexandre Reard France €342.810
  2. Luigi D’Alterio Italy €207.840
  3. Lior Tal Israel €145.830
  4. Josip Vidovic Croatia €109.510
  5. Jose Quintas Portugal €84.740
  6. Christoforos Chrysochoidis Greece €62.390
  7. Piotr Wiecek Poland €45.350
  8. Robbie Toan Ireland €32.400

EPT Praga 2019 National High Roller: gli altri azzurri

Tanti gli italiani andati a premio, a cominciare da u ottimo Potito Martire che si è arreso in 14° posizione. Potito è andato all-in pre-flop da bottone con A K ed è stato chiamato da Josip Vidovic – non senza parecchi tentennamenti – con A 2 . Il croato è stato fortunato a trovare un 2 al flop, accompagnato da un 3 e un 8 . Turn e river, rispettivamente 7 e 9 , non hanno aiutato Martire, che si è dovuto accomodare alle casse a ritirare €17.000.

Ecco l’elenco dei nostri connazionali eliminati in the money:

  • 14° Potito Martire €17.000
  • 69° Claudio Lucchini €5.160
  • 78° Claudio Di Giacomo €4.360
  • 92° Alessio Sabatini €4.360
  • 119° Amato Landi €3.890
  • 121° Paolo Pellegrini €3.465
  • 125° Dario marinelli €3.465

EPT Praga 2019 €1.100 National

C’erano un russo, un finlandese, un olandese, un cinese, un rumeno e un israeliano. No, non è l’incipit di una barzelletta ma il final day dell’EPT National, dove erano rimasti in sei a contendersi la vittoria nell’EPT National, tutti di nazionalità diversa.

Il primo ad abdicare è stato l’israeliano Gregory Telman, il cui A 10 è incappato nell’A K di Yin Liu, senza che il board modificasse i rapporti di forza pre-flop. Rapporti che invece sono stati stravolti nell’eliminazione di Narcis Nedelcu, che con A K si è dovuto inchinare al K J di Semen Kravets per colpa di un colore di quadri runner runner.

Mano decisamente più equilibrata quella che ha visto Yin Liu uscire ai piedi del podio: A 4 per lui, K J per Jussi Mattila e di nuovo un colore completatosi al river per il finlandese.

A questo punto il torneo si è interrotto, con i tre superstiti a discutere e trovare un deal che avrebbe garantito a Mattila €247.978, a Kravets €232.033 e a Meijer van Putten €202.048, lasciando €30.276 e la picca ancora da giocare.

Al 3° posto è uscito proprio Jasper Meijer van Putten, che ha chiamato da big blind lo shove di Kravets da small con K 2 , trovandosi contro 10 8 . Il russo ha pescato un 8 al flop, mentre l’olandese un 2 . Al turn un J ha lasciato a Meijer van Putten soltanto i due e i re come out, ma un **f3 al river gli ha consegnato la metaforica medaglia di bronzo.

Mattila ha iniziato il testa a testa in vantaggio, ma Kravets è riuscito a ricucire il gap e a portarsi avanti. Il finlandese ha ripreso brevemente la leadership, per poi concederla definitivamente al russo, che ha chiuso con A 10 contro 9 9 .

CONFRONTO BONUS CASINO'

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui casinò online italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e i concessionari sono mostrati a rotazione casuale.

Dopo un flop 4 7 7 sul quale Mattila ha sperato di raddoppiare, un A al turn ha ribaltato completamente la situazione, sigillata da un 10 al river.

Segui  tutte le notizie sul mondo del poker 24 ore su 24 sulla pagina Facebook AssoNews. Metti like alla nostra pagina!

EPT Praga National: il payout del final table

  1. Semen Kravets Russia €262,309*
  2. Jussi Mattila Finland €247,978*9
  3. Jasper Meijer van Putten Netherlands €202,048*
  4. Yin Liu China €104,395
  5. Narcis Nedelcu Romania €87,095
  6. Gregory Telman Israel €70,265
  7. Rafael Alkhouri Sweden €53,670
  8. Grzegorz Wyraz Poland €38,770
  9. Patrick El Kallas Jordan €29,540

EPT Praga €50.000 Super High Roller

E chiudiamo con il torneo dal buy-in più alto di questo EPT Praga, il Super High Roller da €50.000. Anche qui erano rimasti in 6 a giocarsi la vittoria finale, andata al britannico Stephen Chidwick, che in heads-up ha battuto il francese Bertrand ‘ElkY’ Grospellier.

Ma procediamo con ordine.

6° posto per Ben Heath, eliminato da Jean-Noel Thorel nel più classico dei coin flip: A Q per il britannico, 7 7 per il francese che trova persino un 7 al river. Lo stesso Thorel verrà poi eliminato in 5° posizione, quando il suo Q J nulla potrà contro il K 10 di Steve O’Dwyer, che prima cede la leadership causa J al flop, ma poi gioisce in virtù di un K al river.

La gioia di Steve O’Dwyer però dura poco, perché è lui a uscire al 4° posto con una pocket pair di 8 che si infrange sui pocket rockets di Stephen Chidwick. Terza piazza per Adrian Mateos, fatto metaforicamente fuori ancora da Chidwick con Q J , mano che per il britannico si trasforma in una second pair più che sufficiente a superare l’A 10 dello spagnolo, il cui flop non regala altro se non un asso-carta alta.

Grospellier comincia la sfida per la vittoria dovendo rincorrere, ma trova due double up di cui uno fantascientifico con scala colore contro colore nut. Dopo che entrambi i giocatori hanno fatto limp pre-flop, optano per il check su flop 6 3 4 . Sul A al turn Grospellier esce puntando e Chidwick rilancia.

Il francese chiama e al river ecco il 7 che completa la scala colore per lui, dando il colore nuts a Chidwick. ‘ElkY’ punta ancora, Chidwick va comprensibilmente all-in e altrettanto comprensibilmente Grospellier snappa, salendo a 4,7 milioni di chip contro 6,2.

Questo non basta, perché poco dopo Chidwick chiude i giochi chiamando la three-bet all-in pre-flop di Grospellier con Q 10. ‘ElkY’ ha A K e sul flop 5 2 J pregusta un altro raddoppio, ma un 10 al turn e un 9 al river danno a Chidwick la second pair necessaria a mettere la parola fine al torneo.

EPT Praga Super High Roller: così il final table

  1. Stephen Chidwick United Kingdom €725.710
  2. Bertrand Grospellier France €501.590
  3. Adrian Mateos Spain €320.170
  4. Steve O’Dwyer Ireland €245.460
  5. Jean-Noel Thorel France €192.100
  6. Ben Heath United Kingdom €149.410

 

Tu cosa ne pensi? Lascia il tuo commento