GIOCARE PUÒ CAUSARE DIPENDENZA PATOLOGICA IL GIOCO È VIETATO AI MINORI DI 18 ANNI

Informati sulle probabilità di vincita e sul regolamento di gioco
sul sito www.aams.gov.it

Live

Grand Prix Austria: Fedor Holz lascia il segno anche a Vienna, shippa il torneo high roller

Fedor Holz colpisce ancora. Il tedesco questa volta conquista Vienna nel "2.200 High Roller" al Grand Prix Austria. Incassa 34.000 euro che non sono certo le cifre a cui è abituato il fenomale Holz, ma conferma ancora una volta tutta la sua forza. E a dare maggior spessore a questo successo ci pensa la concorrenza con cui si è confrontato il player tedesco, fra cui Dietrich Fast che sale sul gradino più basso del podio.

Scritto da
07/10/2017 13:30

2.513


Fedor Holz il cannibale

L’aggettivo “Cannibale” calza a pennello per Fedor Holz. Il tedesco sa solo vincere quando si siede ad un tavolo da poker. E poco importa se il buyin è piccolo o grande. Lui ha la vittoria nel DNA. Lo dicono i risultati e lo dimostra con i fatti il giovanissimo, ma già invincibile teutonico. A Vienna per il “€2.200 High Roller” del Grand Prix Austria la struttura ricorda in tutto e per tutto i tornei high roller che si giocano con cadenza mensile al Casinò Aria di Las Vegas.

Bonus immediato di 30€ su Lottomatica, per Poker, Scommesse e Casinò. Registrati da questo link e inserisci il codice SUPER30! E’un’esclusiva Assopoker!

multiprodotto_300x250_ita

Cambia solo il buyin che scende dagli esclusivi 25.000 bigliettoni ad un più umano 2.200 euro. Ma come detto per Fedor Holz tutto questo non fa differenza. 100.000 gettoni di partenza quindi e livelli da 30 minuti per un evento turbo tutto su una singola giornata. In 30 versano il buyin come ingresso singolo e altri 20 sfruttano l’opzione re-entry. Determinato un montepremi di 100.000 euro da spartire in sei piazze “In the Money“. Si va dalla ricompensa minima di 5.150 euro fino a raggiungere la prima moneta da 34.000€.

La discesa al titolo

Il final table si compone una volta rimasti in gioco 8 players. Servono quindi due eliminazione per determinare lo scoppio della bolla. Il primo ad alzarsi nella discesa al titolo è Henning Wendlandt la cui coppia di jacks si arrende a A-Q di Jan-Peter Jachtmann. Uomo bolla è invece Jens Lakemeier che da short stack non trova il raddoppio ed è out al posto. Il primo player ad avviarsi alle casse è invece Paul Höfer a cui non basta A-J vs 8-8 di Jachtmann. Quest’ultimo setta e si porta nettamente al comando con il doppio delle chips di Fedor Holz.

Fedor Holz

Da questo momento in poi parte la rimonta del futuro campione che si prende alcuni scalpi. Intanto mancano il podio anche Christopher Frank (5°) e Jozsef Liszkovics (4°). La medaglia di bronzo finisce al collo di Dietrich Fast la cui doppia coppia è resa vana dal colore floppato da Fedor Holz. Il duello finale vede Jachtmann e Holz iniziare pari stack. Servono quasi due ore di battaglia prima di giungere all’epilogo. Jan Peter finisce allin con Q-8 e Fedor chiama con A-9. Il board A-5-Q-8-5 è un campo minato per entrambi, ma alla fine esulta Fedor Holz per 34.000 euro.

Il payout

  1. Holz Fedor GER € 34.000
  2. Jachtmann Jan-Peter GER € 24.500
  3. Fast Dietrich GER € 17.000
  4. Liszkovics Jozsef ROM € 10.500
  5. Frank Christopher AUT € 6.850
  6. Höfer Paul GER € 5.150

 

Tag:

Tu cosa ne pensi? Lascia il tuo commento