Gioco legale e responsabile

Live

Malta Poker Festival: niente rimonte per Gregorio e Marinelli, trionfa Sujeta

Il "€550 Gran Event" al Malta Poker Festival non sorride agli azzurri nel giorno del tavolo finale. Dario Marinelli e Pasquale Gregorio erano chiamati ad una rimonta per agguantare il titolo di campione. Rimonta che non si materializza, mentre il lituano Tomas Sujeta beffa il dominatore Dmitri Dan. 

Scritto da
05/11/2019 09:20

1.052


Marinelli maledice ancora K-K

Il “€550 Grand Event” al Malta Poker Festival, accoglie 8 players per la volata finale. Fra questi gli azzurri Dario Marinelli e Pasquale Gregorio. Due situazioni molto diverse nel count a livello di chips, ma entrambi obbligati a spingere sul gas per accorciare il divario dalle posizioni di testa. Di Dario Marinelli vi avevamo raccontato il tremendo cooler patito proprio in bolla final table nel day 3: un colpo che lo lascia con appena 6 big blinds al tavolo finale.

Dario Marinelli

La nuova giornata si apre con K-K serviti all’azzurro alla prima mano e questa volta tengono vs A-4 del futuro campione. Insomma serviva il raddoppio e il double up si manifesta immediatamente. Purtroppo si tratta di una mera illusione per Dario Marinelli, il quale poche mani dopo finisce di nuovo in allin con Q-Q. Dall’altra parte c’è il call di Pasquale Gregorio per un derby tutto italiano. Quest’ultimo ha K-K e dopo un board liscio Pasquale sale nel count, mentre Dario si avvia alle casse in ottava piazza per 14.000 euro, assieme a tanti rimpianti.

Gregorio esce, Sujeta decolla

Il final table del “€550 Grand Event” al Malta Poker Festival ha il suo primo out e poco dopo ecco il nome dell’ottavo classificato. Ci pensa Peter de Bruin con 8-7 vs J-10 di Leendert Marcus: questa volta è un derby tutto olandese e se De Bruin hitta la doppia coppia al flop, il connazionale piazza il colpo gobbo con trips di Jacks fra turn e river. Al sesto posto c’è il capolinea per Pasquale Gregorio. L’ultimo baluardo azzurro tenta più volte di accorciare le distanze, ma alla fine è costretto ad alzare bandiera bianca.

Siamo nel livello 60.000-120.000 Button Ante 120.000. Tomas Sujeta apre a 240.000 dal cutoff con j 10 e da big blind difende Pasquale con  q   10 . Il flop k q 9 consegna la scala al lituano, mentre il nostro player ha middle pair. L’azzurro va in check/call a 205.000 e sul turn cade 5 . Stessa azione del flop, ma con la size di Tomas a 750.000. Al river scende 3 e dopo il terzo check di Pasquale, il suo avversario lo mette ai resti. Gregorio ci pensa una vita e infine chiama. Il punto migliore è di Sujeta e per il nostro player è la fine dei giochi, assieme a 26.000 euro di ricompensa.

Pasquale Gregorio

Il final table prosegue con l’ascesa perentoria di Sujeta, mentre si avviano alle casse anche Oskar Wedde (5°), Leendert Marcus (4°) e Craig Smith (3°). Il duello finale non può che essere fra il lituano e lo scatenato Dmitri Dan chipleader indiscusso del day 2 e del day 3. La situazione però è completamente ribaltata con Tomas lanciato nel count a 32 milioni e l’israeliano costretto ad inseguire con 8 milioni. Il vantaggio di Sujeta si trasforma in vittoria, quando la sua scala ha la meglio sul progetto di colore del rivale. Il primo premio da 150.000 euro finisce nelle tasche di Tomas Sujeta.

Il payout

  1.  Tomas Sujeta Lithuania € 150,000
  2. Dmitri Dan Israel € 82,000
  3.  Craig Smith United Kingdom € 48,000
  4.  Leendert Marcus Netherlands € 38,000
  5.  Oskar Wedde Norway € 32,440
  6.  Pasquale Gregorio Italy € 26,000
  7.  Peter de Bruin Netherlands € 20,000
  8.  Dario Marinelli Italy € 14,000

*pics by Pokernews

Tu cosa ne pensi? Lascia il tuo commento