Gioco legale e responsabile

Live

Phil Ivey, parla il suo giustiziere al Main Event WSOP 2018: “Uno spot difficilissimo”

Come forse ricorderete, Phil Ivey è uscito dal Main Event WSOP 2018 al 547° posto, dopo essere stato pizzicato in bluff da Brian Altman. Una scelta non certo facile per il pro americano, nonostante uno stack che copriva abbondantemente quello del suo avversario.

Scritto da
09/10/2018 17:15

2.324


Non è stata un’estate entusiasmante quella di Phil Ivey, né l’autunno si prospetta migliore, con la spada di Damocle dell’affaire Borgata che con ogni probabilità lo costringerà a restituire al casinò quei $10 milioni vinti nel 2012 al tavolo del baccarat.

Il noto professional poker player statunitense aveva provato il classico colpo di coda, cercando il colpaccio al Main Event WSOP 2018, ma fu eliminato al Day 3 dal collega Brian Altman, dopo aver tentato un all-in in bluff al river. Lo stesso Altman aveva definito quello spot addirittura con il termine “gross” (“disgustoso”), che possiamo tradurre liberamente con un più efficace “difficilissimo”.

Phil Ivey vs Brian Altman

Phil Ivey vs Brian Altman

Phil Ivey vs Brian Altman

Non ricostruiamo nel dettaglio la mano con cui Phil Ivey è stato eliminato dal Main Event WSOP 2018, visto che lo avevamo già fatto (cliccate qui).

Ricordiamo brevemente come su board Q J 2 8 3 , ‘No Home Jerome’ fosse andato in check-raise all-in con una pocket pair di 9.

Brian Altman si è preso il suo tempo, ma alla fine ha deciso di chiamare con Q J .

La spiegazione di Brian

“È uno spot difficilissimo”, raccontava Brian Altman intervistato da PokerNews.com il giorno dopo l’eliminazione di Phil Ivey. Nel suo range c’erano parecchi flush e avrebbe potuto puntare così per valore anche con scala.

Tuttavia, Altman conosceva bene il valore del suo avversario e la sua capacità di effettuare una giocata del genere anche con “coppia di 9 o coppia di 10, magari con in 10, oppure con A -x. Quindi alla fine ho deciso di chiamare e ho avuto ragione”.

Finalmente 888, la seconda Poker Room online a livello mondiale è arrivata in Italia. Registrati subito! Per te un Bonus immediato di 8 euro senza deposito e Freeroll giornalieri da 5000 euro.

“Una delle mani peggiori con cui avrei fatto call”

Interessante poi il ragionamento sulle mani con cui Altman avrebbe potuto fare call a quello shove al river: Probabilmente Q-J era una delle peggiori, spiegava Brian nell’intervista che potete riascoltare qui sotto.

“Forse anche con A -Qx avrei potuto anche fare bet-call, giusto perché avrei avuto l’asso come blocker. Inoltre, avevo la Q , cosa che eliminava dal suo range un sacco di flush. Avrei chiamato anche con Q -Qx”

 

Tu cosa ne pensi? Lascia il tuo commento