Gioco legale e responsabile

Live

Poker After Dark al femminile: la Bicknell perde pot da $128.000 in bluff, Weisner stravince

Scritto da
05/01/2018 12:00

2.766


La prima settimana del nuovo anno di Poker After Dark è stata dedicata interamente al gentil sesso. Per tre giornate di fila si è infatti tenuto un tavolo di cash game tutto al femminile, con stakes di $100-$200 e buy-in minimo di $20.000. Si è trattato, quindi, della partita di sole donne più alta mai trasmessa in televisione.

La lineup era molto interessante, fin dalla prima giornata: da un lato c’erano giovani professioniste già affermate come Kitty Kuo, la team pro di PartyPoker Kristen Bicknell e la team pro di 888Poker Sofia Lovgren, dall’altro veterane di Las Vegas come Kathy Liebert, JJ Liu e Tracy Nguyen.

Tracy Nguyen, grande protagonista a Poker After Dark

A collegare i due mondi, Melanie Weisner, che ha solo 31 anni ma può essere considerata a tutti gli effetti una delle giocatrici più longeve ed esperte al mondo (anni fa grindava i sit&go heads-up da $5.000 su Full Tilt Poker con il leggendario nickname “Callisto”).

La “Femme Fatale Week” è stata accolta con entusiasmo dal pubblico e le aspettative non sono state deluse. Ormai il gap tra uomini e donne nel poker è pressoché inesistente e la vecchia credenza secondo cui le giocatrici sono tutte nitty è stata ampiamente smentita nel corso delle tre giornate di Poker After Dark. Lo dimostra una mano in particolare…

; Bonus immediato di 20€ su Lottomatica, per Poker Scommesse e Casinò. Registrati da questo link e inserisci il codice SUPER20!

Il mega bluff di Kristen Bicknell

La Bicknell aveva iniziato la sessione con un ottimo pot da $16.900 vinto con A-A contro le Donne di JJ Liu. Successivamente, però, è stata Tracy Nguyen a prendersi la scena con un gioco a dir poco spettacolare: 3-bet, bluff, overbet e una percentuale altissima di piatti giocati.

Definire LAG questa giocatrice di origini asiatiche è riduttivo ed è per questo motivo che il bluff che ha provato a farle la Bicknell aveva una sua logica. Peccato non abbia funzionato…

La mano inizia con il rilancio della Nguyen dallo small blind e la 3-bet della Bicknell con a q dal big blind. C’è il call e sul flop q 9 2 ci sono già $5.600 in mezzo.

La Nguyen fa check e la Bicknell, forte della sua top pair, sceglie di puntare $2.000. La giocatrice di origini asiatiche reagisce immediatamente e rilancia a $5.000. C’è il call e si arriva quindi sul turn 8 con $18.400 in mezzo. Nguyen ci pensa per qualche secondo, poi mette in mezzo una puntata da $11.000. La Bicknell ha in mano top pair-top kicker su un board pericoloso, ma decide di chiamare.

Al river compare un 2 che accoppia il board. Nguyen punta $12.400 sul pot di $41.200, Kristen Bicknell ha dietro $44.000 e decide di andare all-in trasformando la sua mano di valore in un bluff totale!

Tracy Nguyen ha in mano ha a j , ovvero il colore nuts. Sa di perdere solo contro un fullhouse o un poker di 2, e dopo averci pensato per qualche secondo opta per il call.

Il pot ha raggiunto $128.400, e finisce tutto dalla parte di Tracy Nguyen.

Il video:

Il cooler tra Sofia Lovgren e Melanie Weisner

Nell’ultima giornata si è invece giocato un monster pot che ha visto protagoniste Sofia Lovgren e Melanie Weisner.

Lo spot inizia con la Weisner che apre il gioco preflop con 10 10 e decide di chiamare la 3-bet della Lovgren, seduta sullo small blind con a 9 -

Il flop è 10 6 8 , Sofia ha il progetto di scala a incastro e un backdoor flush draw, sufficienti a puntare $2.600 nel pot da circa $5.000. La Weisner ha il top set e chiama.

Sul turn compare il jolly per la professionista svedese: il 7 che le consegna la scala. Sul pot da $9.600 punta $5.000 e riceve nuovamente il call.

Melanie Weisner

Il river è un 6 che ribalta tutto: Sofia ha sempre scala, ma la Weisner ha in mano un fullhouse. Nel pot di sono $19.600 e la professionista scandinava sceglie una mossa tanto cara ai suoi connazionali: l’overbet.

Decide infatti di mettere ai resti Melanie Weisner, che gioca con $23.000 dietro. C’è lo snap-call e il pot da $65.000 finisce tutto dalla parte della giocatrice americana.

Weisner e Bicknell chiudono con più di $100.000 vinti

Anche se ha giocato solo nell’ultima giornata, Melanie Weisner è stata la grande protagonista della “Femme Fatale Week”. L’ex team pro di Full Tilt Poker ha infatti chiuso con un profitto superiore ai $100.000, cinque stack di partenza. Merito anche di questo bluff tentato da Kathy Liebert con A-high:

L’altra giocatrice che ha chiuso con un profitto superiore ai $100.000 è Kristen Bicknell. Molto bene anche la scatenata Tracy Nguyen, sopra di $60.000. Sessione negativa per tutte le altre.

Tu cosa ne pensi? Lascia il tuo commento