Gioco legale e responsabile

Live

US Poker Open: Joe McKeehen trionfa in carrozza e shippa con un doppio out

Non si diventa campioni del mondo per caso. Lo dimostra l'ottimo Joe McKeehen che porta a casa l'evento#3 dello US Poker Open e fa un balzo decisivo nella graduatoria della kermesse. A Las Vegas, sei anni dopo la cavalcata vincente nel main event WSOP, l'americano si conferma ancora una volta a grandi livelli. 

Scritto da
07/06/2021 14:00

928


Joe come un martello

Lo US Poker Open incorona campione Joe McKeehen nell’evento#3. Il final table del “$10.000 No Limit Hold’em” conferma quello che già ci aveva detto il day 1: l’americano a dettare il passo dall’alto della prima piazza nel count. Niente e nessuno hanno scalfito la sua sete di successo e così per il campione del mondo 2015, arrivano altri 200.200$ di premio. Spiccioli in confronto a quella prima moneta vinta nel main WSOP di sei anni fa, ma pur sempre una premio di tutto rispetto.

Joe McKeehen

Il tavolo finale, dell’evento#3, ritrova sette players in corsa per il titolo. Joe è l’uomo da battere e sulle sue tracce c’è il più ostico dei mastini: Ali Imsirovic. Il bosniaco è sicuramente l’altro nome pesante come un macigno in questo evento scoppiettante. Il primo eliminato è Barry Hutter che hitta la top pair al flop con J-10 e muove allin. Call immediato del futuro campione con K-K e restano in sei a giocarsi il titolo.

Confronto Bonus Poker

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui bookmaker italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e i bookmaker sono mostrati a rotazione casuale.

Subito dopo si accomoda alle casse Justin Saliba, tradito da una guerra di bui. Quest’ultimo da small blind, dopo il fold generale del tavolo, open pusha con K-5 e trova il call del solito Joe dal big blind con J-9. Un jack al flop costringe alla resa il sesto classificato. Dopo una lunga fase a 5-Handed, paga per tutti Jake Schindler. Si affida a J-9 e trova Imsirovic con A-10. Asso alta basta e avanza per far fuori un avversario così scomodo. L’ultimo a mancare il podio e il due volte campione WSOP Steve Zolotow. Rimasto con pochissime chips ci prova con 9-5 e McKheehen chiama con K-8. Il board nullo apre la corsa al medagliere.

CONFRONTO BONUS CASINO'

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui casinò online italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e i concessionari sono mostrati a rotazione casuale.

L’acuto del campione allo US Poker Open

Lo US Poker Open cerca il terzo campione da incoronare e così a tre left, il copione appare abbastanza chiaro: Joe ed Ali a contendersi il successo, con Ray Qartomy terzo incomodo. E sarà proprio quest’ultimo a riscrivere il copione della volata, quando con 4-4 raddoppia vs A-9 di Imsirovic. Il bosniaco resta con un solo buio e nella mano seguente si trova in allin forzato dal grande buio.

Joe McKeehen by Pokercentral

Il primo a parlare da bottone è McKeehen con J-J, il quale si isola mettendo tutte le chips al centro del tavolo. Dallo small blind con 5-5 Ray decide di gamblare e accetta lo showdown a tre. La mano migliore tiene e il campione del mondo 2015, sferra i due “ganci” ai rivali, prendendosi la vittoria finale. In un colpo solo spedisce Imsirovic al terzo posto per 100.100$, mentre Ray Qartomy dopo il tuffo carpiato si assicura 146.300 bigliettoni per la seconda piazza. Joe McKeehen è campione nell’evento#3 per 200.200$.

Il payout

1 Joe McKeehen  $200,200
2 Ray Qartomy  $146,300
3 Ali Imsirovic $100,100
4 Steve Zolotow $77,000
5 Jake Schindler  $61,600
6 Justin Saliba $46,200
7 Barry Hutter  $38,500
8 Andrew Lichtenberger  $30,800
9 Sergio Aido  $23,100
10 Cary Katz $23,100
11 Manig Loeser $23,100