Gioco legale e responsabile

Live

Main Event WSOP 2016: Qui Nguyen è il nuovo campione del mondo! Batte Gordon Vayo e vince 8 milioni di dollari

Qui Nguyen ha vinto il Main Event WSOP 2016. Il giocatore di origini vietnamite ha dominato l’heads-up contro Gordon Vayo, portando a casa un primo premio di oltre 8 milioni di dollari. Terza posizione per Cliff Josephy.

Scritto da
02/11/2016 11:46

6.721


Il terzo e ultimo atto del final table del Main Event WSOP 2016 iniziava con tre giocatori ancora in corsa. Il più corto era Cliff Josephy con uno stack di circa 50 milioni, contro gli 89 milioni di Gordon Vayo e i 197 milioni di Qui Nguyen, chipleader e dominatore assoluto fino a quel momento.

INIZIO SUPER PER CLIFF JOSEPHY…

Raccontavamo ieri di come il Day 2 del final table non fosse andato nel migliore dei modi per Cliff Josephy, che aveva perso 13 milioni di chips ed era sceso dalla seconda alla terza posizione. Non che avesse sbagliato qualcosa a livello tecnico: semplicemente le carte non gli erano state favorevoli. La giornata odierna è invece iniziata nel migliore dei modi per “JohnnyBax”, che alla primissima mano ha trovato il double-up.

Il solito Qui Nguyen ha aperto il gioco a 2.7 milioni, ma ha subito la 3-bet a 8.5 milioni da parte di Josephy. Il chipleader non si è tirato indietro e ha 4-bettato a 20.9 milioni. Josephy non si è preso nemmeno un paio di secondi per decidere ed è subito andato all-in per 49.9 milioni. Nguyen ci ha pensato a lungo, ha chiesto il count preciso e alla fine ha chiamato. Allo showdown Josephy ha mostrato a q , nettamente in vantaggio su a 4 . Sul flop sono scesi un Asso e una Donna e sul turn Nguyen era già drawing dead.

Dopo questa mano è sceso a 147 milioni, mentre Josephy ha riconquistato la seconda posizione con uno stack di 101 milioni.

Cliff Josephy (courtesy WSOP)

Cliff Josephy (courtesy WSOP)

… MA POI CROLLA CON UN COOLER TREMENDO

Tuttavia, per il 50enne poker pro non c’è stato nemmeno il tempo di esultare: dopo appena una mano si è ritrovato con le briciole. Questa volta lo scontro è avvenuto con Gordon Vayo, che preflop ha coldcallato la 3-bet di Nguyen sull’apertura di Josephy. I tre giocatori si sono ritrovati sul flop k 3 2 con oltre 20 milioni nel pot. Sulle prime tre carte Nguyen ha puntato 9.9 milioni e ha ricevuto il doppio call. Sul turn 4 c’erano 53 milioni di chips nel mezzo. Vayo ed Nguyen hanno fatto check, mentre stavolta Josephy ha puntato 21 milioni. Vayo ci ha pensato a lungo e alla fine è andato all-in per 75.1 milioni.

Nguyen ha foldato e si è messo comodo per godersi lo spettacolo, perché Josephy ha chiamato. In questo modo si è venuto a creare un piatto di 203 milioni, il più grande del Main Event WSOP 2016 fino a quel momento. Lo showdown è stato una mazzata per Cliff Josephy, che ha girato 2 2 per un bottom set. Gordon Vayo aveva infatti 3 3 per un set superiore. Set over set a 3 left nel Main Event WSOP: l’incubo di tutti i giocatori si è avverato per “JohnnyBax”, che non ha trovato il quarto 2 sul river.

CLIFF JOSEPHY SOGNA LA RIMONTA, MA POI TROVA L’ELIMINAZIONE

A questo punto Vayo è diventato il chipleader con oltre 200.000.000, Nguyen aveva circa 130.000.000 e Josephy era inchiodato ad appena 9.800.000. La situazione appariva disperata per quest’ultimo, che è invece riuscito a trovare ben due double-up, in entrambi i casi contro Qui Nguyen: prima con a 10 contro k 8 , poi con k 9 che ha scoppiato l’a q del chipleader delle prime due giornate. Incredibilmente, Josephy si è ritrovato nuovamente con circa 50 milioni di chips, lo stack con cui iniziava la giornata. Nguyen è invece sprofondato sotto quota 100.000.000.

Ma questo pazzesco atto finale del Main Event WSOP 2016 non aveva ancora finito di riservarci sorprese. Poco dopo essere risalito, Cliff Josephy ha fatto check sul limp dallo small blind di Nguyen e ha chiamato la puntata di 1.9 milioni sul flop a 10 3 . Sul turn 9 Nguyen ha puntato 3.9 milioni e Josephy ha rilanciato a 9 milioni. Dopo qualche secondo c’è stato il call.

Gordon Vayo esulta dopo l'eliminazione di Josephy (courtesy WSOP)

Gordon Vayo esulta dopo l’eliminazione di Josephy (courtesy WSOP)

Il dealer ha girato un 6 sul river. Nguyen ha fatto check e Josephy ha puntato 16 milioni. Dopo qualche considerazione, il giocatore professionista di Baccarat ha effettuato il call e ha girato a 8 per la top pair. Josephy ha mostrato j 3 per una bottom pair trasformata in bluff sul turn.

A causa di questo bluff che non ha funzionato, Cliff Josephy è sceso a 18.9 milioni e da lì non è più risalito. Poco dopo ha infatti pushato dallo small blind con q 3 e si è visto chiamare da Gordon Vayo con k 6 . Il board non ha ribaltato gli equilibri e Cliff Josephy si è dovuto alzare in 3° posizione per $3.453.035.

GORDON VAYO E QUI NGUYEN PER IL TITOLO DI CAMPIONE DEL MONDO

L’heads-up per il braccialetto più prestigioso e gli 8 milioni di dollari di primo premio è iniziato con questo chipcount:

Gordon Vayo: 200.300.000
Qui Nguyen: 136.300.000

Vayo era considerato il favorito vista la maggiore esperienza, ma ancora una volta Nguyen ha stupito tutti con un gioco molto deciso e coraggioso. Il giocatore asiatico non ci ha messo molto a riprendersi la prima posizione: dopo qualche mano ha chiamato la 3-bet preflop di Vayo e sul flop 9 8 5 ha puntato dopo il check dell’avversario assicurandosi il piatto. Successivamente ha preso il largo, grazie soprattutto a un all-in sul board a 10 9 k k . Vayo doveva decidere se chiamare per tutto lo stack e ha foldato, consentendo al suo avversario di salire fino a 229 milioni, più del doppio rispetto alle sue chips.

Da quel momento c’è stato grande equilibrio, con piccole oscillazioni nel chipcount. Almeno fino alla ripresa delle ostilità dopo la pausa di 10 minuti: a quel punto Nguyen è scappato definitivamente.

L'heads-up tra Qui Nguyen e Gordon Vayo (courtesy WSOP)

L’heads-up tra Qui Nguyen e Gordon Vayo (courtesy WSOP)

Una delle mani chiave è iniziata con il raise preflop di Vayo a 5 milioni e la 3-bet di Nguyen a 14.9 milioni. Vayo ha chiamato e sul flop a 8 2 si è ripetuta la action, questa volta con una puntata da 17.9 milioni. Il turn è un 5 e in mezzo ci sono 66 milioni. Entrambi fanno check. Sul river 3 , però, Nguyen mette nuovamente ai resti il suo avversario, che ci pensa a lungo e alla fine folda.

Vayo si ritrova così con 57 milioni, ma nella mano successiva trova il double-up: il suo A-J rimedia al piattone perso vincendo contro il K-9. Il divario resta ancora grande: Nguyen ha circa il doppio delle chips. E ancora una volta dimostra di avere la run dalla sua e soprattutto tantissima sicurezza nei suoi mezzi, relegando rapidamente Vayo a uno stack di appena 30 big blind.

Qui sembra avere tutte le carte in regola per vincere, ma quello che gli manca è il colpo di grazia. Nonostante un dominio piuttosto netto (e imprevisto considerando che non è un giocatore professionista di poker) non riesce mai a trovare lo spot giusto per chiudere la questione.

LE MOSSE STRAVAGANTI E I DOUBLE-UP NON BASTANO A GORDON VAYO

Ci va vicinissimo quando sul flop q 8 7 chiama l’all-in di Vayo per 52 milioni e mostra a q . Il suo avversario ha q 5 , pertanto deve sperare in un 5 o in un colore runner-runner- Si realizza quest’ultima opzione: turn 6 , river 10. Vayo torna a 120 milioni contro i 217 milioni di Nguyen.

Nonostante lo scoppio subito, il chipleader continua a martellare a dominare il gioco. Vince piatti su piatti e fa scendere l’avversario con una manciata di blinds. Qua Gordon Vayo fa una giocata decisamente particolare: con 10 bui e 2 j in mano decide di flattare il miniraise di Nguyen. Sul flop q j 2 pesca una fortunata doppia e sulla puntata di 10.5 milioni di Nguyen va ai resti ricevendo il call. Nguyen ha a 10 ma non trova aiuti: Vayo risale a 20 big blind.

QUI NGUYEN VINCE IL MAIN EVENT WSOP 2016

Nonostante i due double-up, niente cambia: Qui Nguyen continua a dominare e ad allontanarsi. Alla fine, dopo un heads-up durato 8 ore e mezza (si è arrivati al livello 2.000.000/4.000.000!), riesce a ottenere una quanto mai meritata vittoria. Nell’ultima mano del torneo l’asiatico ha rilanciato a 8.5 milioni e ha chiamato il push di Vayo per 53 milioni. Allo showdown il primo ha mostrato k 10, il secondo j 10. Questa volta non ci sono stati scoppi: il dealer ha girato k 9 7 2 3 .

qui-nguyen

Grazie a questa mano, Qui Nguyen si è messo alle spalle anche l’ultimo dei 6.736 avversari, diventando il nuovo campione del mondo di poker. Per lui il braccialetto più prestigioso e un primo premio di $8.005.310. A Gordon Vayo un assegno da $4.661.228.

Questo il payout completo al tavolo finale del Main Event WSOP 2016:

chips

© riproduzione riservata

“gli articoli di attualità, di carattere economico, politico, religioso, pubblicati nelle riviste o giornali, possono essere liberamente riprodotti in altre riviste o giornali anche radiofonici, se la riproduzione non è stata espressamente riservata, purché si indichino la rivista o il giornale da cui sono tratti, la data e il numero di detta rivista o giornale e il nome dell’autore, se l’articolo è firmato” (art. 65 legge n. 633/1941)

Tu cosa ne pensi? Lascia il tuo commento