Gioco legale e responsabile

Altra Strategia · Chrome

MTT: un fold pazzesco contro NeverScaredB

Scritto da
19/08/2013 12:44

4.787


Joep Van Den Bijgaart (courtesy Neil Stoddart)Ben “NeverScaredB” Wilinofsky è un torneista di prima grandezza, ma in questa mano giocata all’EPT di Berlino (che poi ha vinto) è stato il suo avversario a prendersi gli applausi, grazie ad un fold “irreale”.

In quel momento c’erano ancora 17 giocatori in sala, ed i bui erano a quota 15.000/30.000 ante 3.000. Al tavolo sono appena in sei, e dal cut-off il libanese Jeff “YoungSupremacy” Hakim apre a 65.000 con q j ed uno stack di circa 25 big blinds, e da bottone “NeverScaredB” si limita a chiamare con a a .

Quest’ultima scelta può sorprendere, visto che molti 3-betterebbero questa mano preflop e si aspetterebbero altrettanto da un giocatore aggressivo come lui, ma secondo Ben limitarsi a chiamare è una scelta migliore: “Non stavo 3-bettando da un po’, e Jeff non è tipo da impazzire preflop in un EPT – argomenta – inoltre lo small blind era piuttosto aggressivo e mi pareva un po’ tiltato“.

Quest’ultimo invece folda, ma altrettanto non fa l’olandese Joep Van Den Bijgaart, che dal grande buio chiama con a 9 . Il flop sembra essere uno scherzo, perché con 9 2 a pare aiutare tutti, mentre a carte viste sappiamo che non è così.

Van Den Bijgaart checka, Hakim esce puntando 93.000 fiches, ma stavolta Wilinofski rilancia fino a 193.000 fiches, ed è qui che accade il bello. Joep infatti cold 3-betta dal big blind a 530.000 fiches, piazzando così oltre un terzo del suo stack nel piatto.

Dopo che Hakim ha tolto il disturbo il canadese chiede un conteggio, e quindi va all-in coprendo il suo avversario, e qui Van Den Bijgaart schizza in piedi e comincia a parlargli: “Ho una gran mano, ma non batto niente – dice – è la prima situazione in cui non so che fare, mi odio“.

I due iniziano a parlottare, e alla fine con una certa stizza l’olandese folda la sua mano: “Ero fin troppo tranquillo – spiega oggi Wilinofsky – perché dopo aver cold 3-bettato per una percentuale così ampia del suo stack credevo che fosse o in bluff oppure con una mano che non intendesse foldare, non che dovesse ancora pensarci”.

Oggi “NeverScaredB” crede che se fosse stato zitto il suo avversario non avrebbe passato, ma poco importa in fondo: quel torneo lo ha comunque vinto, eliminando fra l’altro Van Den Bijgaart al settimo posto.

Tu cosa ne pensi? Lascia il tuo commento