Gioco legale e responsabile

News

I 5 tornei (più uno) che ogni giocatore di poker sogna di vincere in carriera

Di tornei di poker ne esistono tantissimi, sia live sia online, ma questi 5 (più uno bonus) siamo sicuri che rientrano nella lista dei desideri di tutti.

Scritto da
22/07/2020 12:00

1.251


L’obiettivo di ogni giocatore di poker professionista non può che essere il profitto. Perciò, vincere un torneo o un altro è la stessa cosa, no? L’importante è intascarsi il primo premio, giusto? Be’, non è propriamente così.

Certo, il lato economico è di fondamentale importanza, ma ci sono tornei di poker che a prescindere dal montepremi esercitano un fascino unico sui giocatori. Ne siamo sicuri: per portarsi a casa almeno uno di questi, tutti rinuncerebbero a una parte del conquibus.

 

tornei poker

Il Main Event WSOP, sogno proibito di tutti

 

In questo Articolo:

Confronto Bonus Poker

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui bookmaker italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e i bookmaker sono mostrati a rotazione casuale.

Il Main Event WSOP

E che ve lo diciamo a fare?

Oggi ci sono tornei che mettono in palio molto di più rispetto al primo premio del Main Event WSOP, ma vuoi mettere la possibilità di fregiarti del titolo di campione del mondo di poker? Per non parlare dell’onore di finire in un albo d’oro che ha 50 anni di pagine, e sui cui sono scolpiti nomi del calibro di Doyle Brunson, Johnny Moss, Stu Ungar, Phil Hellmuth e Johnny Chan.

Ci sono pochi dubbi a riguardo: in cima alla wishlist della netta maggioranza dei giocatori di poker, amatoriali o pro che siano, c’è il Main Event WSOP.

L’EPT Montecarlo

Sarebbe troppo semplice parlare di “una tappa qualsiasi dello European Poker Tour”, perché con tutto il rispetto c’è una bella differenza di storia e fascino tra, per esempio, l’EPT Copenaghen o l’EPT Praga.

Probabilmente, però, il Main Event EPT più ambito è l’EPT Montecarlo, il Grand Final di ogni stagione (ad eccezione della numero 7, che si concluse con l’EPT Madrid). Tra l’altro, Montecarlo è cara agli italiani perché nel 2014 Antonio Buonanno sollevò l’ambita picca, a  sei anni di distanza dal primo trionfo azzurro, quello di Salvatore Bonavena all’EPT Praga.

Il WPT Five Diamond World Poker Classic

Stesso discorso valevole per l’EPT: è logico che vincere un torneo del World Poker Tour, mettersi al dito l’anello, è una sensazione impagabile che solo pochi eletti hanno potuto sperimentare nella loro carriera. Ma c’è WPT e WPT

Il WPT Five Diamond World Poker Classic è uno dei tornei più prestigiosi al mondo, ha un buy-in di $10.400 e nel corso degli anni ha incoronato campioni quali Chino Rheem, Eugene Katchalov, Joe Hachem, Daniel Negreanu e Gus Hansen.

‘The Great Dane’ è stato il primo giocatore a mettere le mani sul WPT Five Diamond World Poker Classic, che incidentalmente è stato anche il primo torneo del circuito WPT ad essere trasmesso in televisione nel 2003, anticipando il boom del poker e degli eventi high stakes.

Il Super High Roller Bowl

Dal 2015, i tornei high roller sono diventati la fonte principale di attrazione per tutti i giocatori più in vista. In questi eventi, il buy-in è elevatissimo (di solito almeno $25.000), il field abbastanza ristretto – e spesso ricco di businessman non proprio stillatissimi – e i montepremi vertiginosi.

Il Super High Roller Bowl è un po’ il padre putativo del boom degli high roller. La prima edizione, svoltasi nel 2015, fu vinta da Brian Rast, per una prima moneta da 7,5 milioni di dollari. Da allora ne sono state giocate altre dieci, più una recente versione Online.

Il Big One for One Drop

Torniamo alle WSOP, perché è questa la casa del Big One for One Drop. Il torneo creato da Guy Laliberté, con la finalità nobile di raccogliere fondi per portare l’acqua potabile nei territori che ne sono sprovvisti, si è subito imposto come uno degli eventi must.

La prima edizione del 2012 rimane la più ricca: 1 milione di dollari di buy-in, 48 iscritti, una prima moneta da $18,3 milioni di dollari andata ad Antonio Esfandiari. Ci sono state altre tre edizioni da 1 milione (e quattro da $100k), ma nessuna ha replicato il field d’esordio.

Torneo di poker bonus: Sunday Million

Non è un torneo di poker live, ma è semplicemente il più grande torneo di poker online in circolazione: il Sunday Million.

Lo scorso marzo si è celebrato il 14° anniversario di un torneo partito con 10.508 iscritti e 2,1 milioni di dollari di montepremi, e arrivato ai 12,2 milioni di dollari dell’edizione 2018, con un totale di 43.975 ingressi.

Quest’anno, il nuovo record: oltre 93.000 entries e 18,6 milioni di prizepool, con una prima moneta da quasi 1,2 milioni (praticamente l’intero montepremi della prima edizione).

Tu cosa ne pensi? Lascia il tuo commento