Gioco legale e responsabile

News

Il Bitcoin sfonda due volte il muro dei $10.000: il ritorno di fiamma tra le criptovalute e il poker

Non se ne parla più come un tempo, anche per un periodo non proprio florido come quello probabilmente appena superato, le criptovalute sembrano aver ripreso vigore dopo il superamento del prezzo di $10.000 dei Bitcoin già in due occasioni solo quest’anno. E' un argomento che interessa molto ai giocatori di poker: parecchi professionisti hanno investito nella regina delle crypto e non solo...

Scritto da
17/02/2020 19:00

2.913


bitcoin

 

La vera rinascita delle criptovalute?

Non è un segreto per nessuno che la crittografica rimanga un settore di nicchia per molti di noi, anche se molte aziende hanno investito su questo tipo di tecnologia. 

La nascita di due nuove partnership ha messo in evidenza un settore che sembra avere insito nelle sue corde la possibilità di rialzarsi completamente, anche grazie al superamento, nel caso dei Bitcoin, del prezzo di $10.000, evento già successo in due occasioni in questo 2020. 

Il primo sodalizio riguarda i Bitcoin e il sito crittografico CoinPoker, segno importante di come ci siano possibilità di recupero dei fasti migliori nel campo delle Cryptos. 

In virtù di questi presagi del mercato finanziario, CoinPoker ha recentemente sponsorizzato il giocatore dell’anno delle WSOP, Robert Cambpell. 

Ingaggiato Campbell

Campbell è quindi il primo esponente della compagnia che fa capo al poker, dopo i modesti risultati ottenuti con la collaborazione di Tony G. 

Robert Campbell (photo courtesy of Pokernews)

Tra gli altri ambasciatori sono passati sotto la bandiera del marchio, lo Youtber Owen Simonin, oggi “I” come ama lui stesso definirsi, a cui verrà affiancato proprio Campbell, il quale assumerà un ruolo più attivo rispetto ai suoi predecessori per migliorare e aumentare la visibilità del marchio tra i pokeristi.

Confronto Bonus Poker

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui bookmaker italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e i bookmaker sono mostrati a rotazione casuale.

Anche il recente accordo tra CoinPoker e MPL è significativo sotto questo punto di vista. 

Un recente rapporti di Reuters, mostra che l’interesse per le criptovalute è tornato a raggiungere un livello raramente toccato nell’ultimo anno e questa rinascita potrebbe interessare non solo gli operatori del settore, ma anche e soprattutto gli investitori, tra i quali i giocatori di poker che hanno mostrato sempre un debole per questo mondo. 

Segui tutte le notizie sul mondo del poker 24 ore su 24 sulla pagina Facebook AssoNews. Metti like alla nostra pagina!

Durante il vero e proprio boom delle criptovalute del 2017, Doug Polk, Dan Cates e Jamie Kerstetter salirono tutti sul carro e, nonostante il Great Crypto Crash del 2018 uccise buona parte dell’Hype, gli ultimi annunci dimostrano che nuovo interesse, forse un po’ più maturo rispetto a prima, sta davvero prendendo piede.

Il rapporto con gli operatori del gaming

Per quanto riguarda poker e scommesse online, l’elevata interconnessione tra gli RNG, il modo in cui sono archiviate le mani, i propri dati personali e tutto ciò che gravita attorno al giocatore, la possibilità di un’ulteriore integrazione con le criptovalute non può che alimentare una nuova ondata di interesse.

Il passo successivo è ora l’interessamento, in termini di investimenti e di interfaccia verso gli utenti, di un nuovo modo di interpretare questo tipo di risveglio da parte degli operatori del poker e, anche se la cosa richiederà tempo, c’è da scommettere che la filiera sia già in movimento. 

Staremo a vedere. 

Tu cosa ne pensi? Lascia il tuo commento