Vai al contenuto

Filippo Candio tra ieri, domani e..un segreto

Filippo Candio in tenuta 'invernale'Mancano esattamente 10 giorni e una manciata di ore, all’appuntamento del poker italiano con la storia. E come tutti sanno, è Filippo Candio l’incaricato a scrivere su questa esclusiva pagina bianca. Il tavolo finale del WSOP Main Event 2010 si avvicina, Filippo nel frattempo è ri-diventato “Phil” Candio, essendosi trasferito ormai da una decina di giorni a Las Vegas per entrare “in temperatura”, in compagnia del fido amico Gabriele Lepore e di Flavio Ferrari Zumbini.

Abbiamo raggiunto Filippo per una breve ed esclusiva intervista, in cui si parla di oggi e di domani, con un importante sguardo a ieri.

Assopoker: Ciao Filippo, da qualche giorno hai lasciato il suolo italiano sapendo già che la vita, al tuo ritorno, non sarà più la stessa. Sono curioso di sapere cosa ti passa per la mente pensando al tuo rientro…
Filippo Candio: Io spero invece di continuare la mia solita vita, solo con 9 milioni di dollari in più…:-) Onestamente, vorrei comprare casa a me e mia sorella e regalare 5 anni di viaggi ai miei genitori, e poi c’è un segreto che non posso svelare

AP: Nel Filippo che andrà a sfidare gli altri November Nine, quanto e cosa c’è di Cagliari e della Sardegna?
FC: Io sono nato vissuto e cresciuto a Cagliari, c’è tanto dentro di me della mia terra, non ne ho mai fatto un segreto.

Filippo il giorno della vittoria a 'La Notte degli Assi'AP: Mentre tu sarai impegnato al final table WSOP, a Campione ci sarà l’ 8a edizione della Notte degli Assi, torneo che vincesti qualche anno fa. Cosa rappresentò quel successo per te?
FC: La Notte degli Assi è per me un ricordo emozionante ed a cui sarò sempre legato, poichè è stato il primo torneo che ho vinto live in Italia, e di fatto segnò l’inizio della mia carriera. In generale, è un ottimo torneo per chi si avvicina al poker per la prima volta.

AP: Come vivrai gli ultimi giorni prima del grande evento? intensificherai il coaching?
FC: Sto giocando online e proprio ieri sono arrivato 3° al 75k garantiti di Full TIlt dove ho vinto 10k $. Onestamente sto giocando a stakes molto alti su Full TIlt con il coaching che sto seguendo, e fino a ieri stava andando maluccio come risultati, ma sono in recupero. Di certo, quando giochi con i più forti questa è una cosa da mettere in conto ed io l’ho fatto.

AP: Dall’esterno dai l’impressione di essere più forte, maturo e riflessivo. È un pò la conseguenza naturale per un 26enne che ha vissuto una impressionante parabola “dalle stelle alle stalle…alle stelle”?
FC:
E’ vero, credo di essere un giocatore migliore, e un ragazzo più maturo e riflessivo…Ma la causa di questo è solo l’avere ricevuto una educazione eccezionale da parte dei miei genitori, non altro. Anche se sicuramente questa è una cosa che spesso e volentieri da ragazzino non ho apprezzato!

Bonus poker online
Scopri tutti i bonus di benvenuto

AP: A parte te stesso (naturalmente), c’è qualcuno in particolare che vorresti ringraziare per tutto quello che stai vivendo?
FC: Ringrazio i miei genitori per avermi sempre supportato in quello che volevo fare. E poi hanno intravisto in me capacità che sinceramente non immaginavo neanche.

AP: Ti lascio andare…personalmente sono certo che il tuo percorso umano sarà in ogni caso straordinario, comunque vada a finire questo Main Event WSOP. Tu prometti a me, ad assopoker e a tutta l’Italia di andare sempre e solo per i massimi?
FC: Prometto solennemente agli assopokeristi che, comunque vada, andrò solo per i massimi!!!!

Domenico “Stee Catsy” Gioffrè

"Assopoker l'ho visto nascere, anzi in qualche modo ne sono stato l'ostetrico. Dopo tanti anni sono ancora qui, a scrivere di giochi di carte e di qualsiasi cosa abbia a che fare con una palla rotolante".