Gioco legale e responsabile

News

Hossein Ensan ricorda l’EPT: “Quanto mi manca il poker live”

Il campione del mondo in carica Hossein Ensan ha raccontato la sua esperienza all’EPT, riflettendo su quanto gli manchi giocare dal vivo. “Voglio andare a Las Vegas a difendere il mio titolo. Il poker online non è il mio gioco”.

Scritto da
13/11/2020 10:30

573


Con ogni probabilità, Hossein Ensan diventerà l’unico giocatore nella storia del poker a detenere per due anni consecutivi il titolo di campione del mondo, pur avendo vinto il Main Event WSOP soltanto una volta.

Ad aprile sembrava che le World Series of Poker potessero disputarsi in autunno, ma ormai è abbastanza chiaro che se ne riparlerà come minimo l’anno prossimo. Nel frattempo, il campione del mondo in carica è stato intervistato da Chad Holloway di PokerNews.com.

Hossein Ensan e lo European Poker Tour

Anche lo European Poker Tour è dovuto correre ai ripari, organizzando un’edizione online, ma il campo virtuale non fa per il tedesco di origini iraniane: “Da inizio 2020 ho giocato al King’s e a Nottingham. In Europa la pandemia è iniziata a fine febbraio. Da allora non ho più giocato live. Online ho provato solo un paio di sessioni”.

Confronto Bonus Poker

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui bookmaker italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e i bookmaker sono mostrati a rotazione casuale.

All’EPT, Hossein Ensan ha vinto il Main Event di Praga nel 2015, un anno dopo il terzo posto a Barcellona. Nel 2017, il campione del mondo in carica ha chiuso sul podio l’High Roller ancora a Praga, più un 6° posto nel Main Event di Malta nel 2015. Risultati davvero niente male.

“Ho giocato tanti EPT in Europa, penso di aver iniziato nel 2010 e il mio primo successo è arrivato a Barcellona”, ha ricordato. “Nel 2014 e 2015 ho vissuto due anni bellissimi grazie all’EPT”.

 

Hossein Ensan

Hossein Ensan

 

Il fascino dell’EPT

“Da casa mia le tappe sono a un paio d’ore di volo e in macchina sono solo 700 chilometri”, ha spiegato Hossein Ensan parlando del perché ama così tanto lo European Poker Tour.

Ho imparato a giocare grazie all’EPT, in tv ho imparato molto. Vado agli eventi EPT perché lì ho incontrato tanti amici. Sono di origini iraniane, e ci sono anche tanti giocatori dell’Iran. L’EPT è pieno di ottimi giocatori. Ecco perché ci gioco: mi piace giocare contro avversari forti”.+

Sulle sue tappe preferite, il tedesco ha le idee chiare: Tutti gli EPT sono molto belli. Barcellona è una splendida città, ma la mia tappa preferita è Praga. Ho già vinto lì e anche Praga è una bellissima città. Ho conosciuto tanti amici lì”.

I prossimi impegni

Difficile dire quando rivedremo Hossein Ensan – o qualsiasi altro torneista – di nuovo seduto al tavolo di un MTT live.

Mi manca il poker live. Voglio andare a Las Vegas a difendere il mio titolo, ma per colpa del Coronavirus non è stato possibile. Il poker online non è il mio gioco. Mi piace il poker live, faccia a faccia. Nel 2021 farò di tutto per andare a Vegas e difendere il mio titolo”.

Tu cosa ne pensi? Lascia il tuo commento