Vai al contenuto

Jonathan Duhamel vince l’EPT High Roller di Deauville

jonathan-duhamelJonathan Duhamel ha vinto il torneo 10.000€ High Roller dell’EPT di Deauville e la sua impresa ha un significato particolare a pochi mesi dalla vittoria del Main Event delle WSOP. In questo modo ha rotto l’incantesimo e la maledizione che da sempre ha accompagnato il detentore del titolo mondiale.

Il canadese invece ha dimostrato a tutti che la vittoria al Casinò Rio a novembre non è poi così casuale ed ha subito interrotto il digiuno, incassando altri 203.232$ previsti per il vincitore dell’esclusivo torneo dell’European Poker Tour. L’evento ha visto ai nastri di partenza 58 players che componevano un field di assoluta qualità. Tra gli iscritti spiccavano i nomi di John Duthie, Bruno Fitoussi e dei due libanesi Dori Yacoub e Nicolas Chouity. A rappresentare i colori azzurri Cristiano Blanco, arrivato 12esimo (solo i primi 8 andavano a premio).

Duhamel è stato protagonista di un prodigioso recupero. Rimasti in undici, il tavolo vedeva il francese Jean Noel Thorel condurre con 275.000 chips, seguito  dallo svedese Adrian Bussman. Il campione del mondo aveva una dotazione iniziale di sole 120.000, leggermente sopra l’average, mentre Antonio Matias, vincitore nella scorsa stagione dell’EPT di Vilamoura, era avanti con uno stack di 175.000.

La sua rimonta è stata inesorabile fino all’heads-up dove ha piegato il francese Alain Confino dominato fin dalle battute iniziali. Nella mano decisiva i due sono andati All in ed ha prevalso Duhamel con AK contro AJ del transalpino che si è potuto consolare con un secondo premio da 120.000€.

Bonus poker online
Scopri tutti i bonus di benvenuto

duhamel-confinoLa gioia di Duhamel va oltre il risultato: con questa affermazione allenta notevolmente la pressione che negli anni scorsi, aveva stritolato i detentori del titolo WSOP, ad iniziare da Joe Cada, per finire a Peter Eastgate. Il canadese, con la sua consueta semplicità, ha commentato: “sono felice, amo il poker!” e come dargli torto?

La stampa francese l’ha preso d’assalto ed uno degli argomenti che hanno tenuto banco a Deauville è stato il prelievo fiscale che l’erario canadese applicherà sulla sua vincita di 8,9 milioni di dollari incassati al Main Event WSOP. Ma non si conoscono ancora le cifre: “Non ho idea – ha risposto il campione di PokerStars – , al momento un team di specialisti sta analizzando con perizia quale possa essere la soluzione di compromesso giusta per me”. In un clima di incertezza, Jonathan non perde tempo e continua ad arricchire il suo conto in banca, per la gioia dei contribuenti canadesi.

Giornalista e consulente nel settore dei giochi da più di due decenni, dal 2010 lavora per Assopoker, la sua seconda famiglia. Ama il texas hold'em e il trading sportivo. Ha "sprecato" gli ultimi 20 anni della sua vita nello studio dei sistemi regolatori e fiscali delle scommesse e del gioco online/live in tutto il Mondo. Editor in Chief.