Gioco legale e responsabile

News

Lee Jones e l’importanza della table selection

Scritto da
13/05/2010 08:25

2.857


Lee JonesLee Jones è un manager conosciuto e stimato da anni nel mondo del poker online, e dall’alto della sua esperienza è intervenuto su un tema assai noto ai giocatori più esperti, ma forse spesso sottovalutato, ovvero l’importanza della table selction.

Confronto Bonus Poker

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui bookmaker italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e i bookmaker sono mostrati a rotazione casuale.

Per chi non avesse ben chiaro quello di cui stiamo parlando, il concetto è abbastanza semplice: non è tanto importante stabilire quanto si sia abili nel poker in assoluto, quanto capire quanto si sia bravi in relazione alle persone con cui giochiamo solitamente contro.

Forse per ragioni legate all’umana tentazione di lusingarci, spesso si tende a dimenticare che nel lungo periodo vinceremo soldi al poker solo giocando contro avversari mediamente peggiori di noi, la stessa ragione per la quale lamentarsi dello scarso livello degli avversari come spesso accade nei forum non ha molto senso.

CONFRONTO BONUS CASINO'

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui casinò online italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e i concessionari sono mostrati a rotazione casuale.

Lo stesso Jones rimarca quanto questo aspetto sia talvolta poco considerato: “Ci sono migliaia, forse anche decine di migliaia di giocatori migliori di noi che battono la nostra stessa variante. Tuttavia, la buona notizia è che ce ne sono forse centinaia di migliaia che sono meno abili di noi. Si tratta quindi, semplicemente, di cercare di giocare a quei tavoli in cui sentiamo di avere più margine“.

D’altra parte, gli stessi giocatori professionisti non sempre giocano la variante di poker in cui sanno di essere più forti in assoluto, ma semplicemente studiano e si adattano a quello che è più conveniente per loro: a poco serve essere il miglior giocatore al mondo di deuce to seven triple draw, se nessuno si siede al vostro tavolo.

Ecco perché giocare contro avversari che ritenete meno capaci di voi non ha niente di riprovevole, ed è anzi ciò che dovreste fare: “Proprio come accade negli altri aspetti del poker – chiosa Jones – dovete considerare gli effetti a lungo termine della vostra table selection. Il non farlo vi porterà a perdere la visione d’insieme del quadro”.

E soprattutto, probabilmente, a perdere una certa quantità di partite e di denaro, cosa che un giocatore di poker texas hold’em dovrebbe sempre e comunque cercare di evitare.

Tu cosa ne pensi? Lascia il tuo commento