Gioco legale e responsabile

News

LuckyJim fallisce l’impresa di incontrare Isildur1

Scritto da
07/04/2010 08:43

1.799


L'identità di Isildur1 è incerta, ma per quanto ancora?Ci ha provato, ma non ce l’ha fatta. LuckyJim, il blogger inglese che ha trascorso una settimana in Svezia per cercare di incontrare Viktor Blom, ha dovuto ammettere la sconfitta, non essendo riuscito a stabilire un contatto con persone che fossero disposte a presentarglielo.

L’impresa, già complessa di per sé, era ancora più difficile dalle regole deontologiche che il blogger aveva deciso di imporsi. L’idea era infatti sì quella di incontrare Viktor Blom, ma – vista la sua nota smania di riservatezza – di provare a farlo in modo discreto, non invasivo, e solo nel caso il 19enne avesse mostrato un qualche tipo di interesse verso la cosa.

Non è accaduto: d’altro canto, quando si cercano aghi nel pagliaio spesso vince quest’ultimo. Jim ci ha provato, visitando dapprima l’istituto dove Viktor Blom si è diplomato ed in seguito Goteborg, la città dove vive.

La ricerca di LuckyJim non è stata del tutto infruttuosa. In più di un’occasione, in particolare a Goteborg, è riuscito ad entrare in contatto con giocatori che ragionevolmente conoscono il ragazzo che tutti credono essere Isildur1, ma ogni volta la loro freddezza è stata inattaccabile. Intervistare studenti, frequentare casinò o semplicemente sperare di incrociarlo così, fortuitamente per la strada: né la tenacia né la fortuna hanno saputo premiare i suoi sforzi.

Chi insomma si reputa amico o è un buon conoscente di Viktor Blom ha mostrato di rispettare in pieno il suo desiderio di anonimato, come del resto è logico attendersi, e così al blogger inglese non è restato altro da fare che preparare nuovamente i propri bagagli. Con un ultimo pensiero da condividere.

Commentando la notizia che vuole Viktor Blom ospite al Party Poker Big Game IV il 13 aprile prossimo a Londra, BigJim scrive: “Anche nel caso in cui Blom confessi di essere Isildur1 partecipando a questo show, ciò non significa che adesso la nostra attenzione gli sia gradita. Piuttosto, ha capito che qualora voglia continuare a giocare ai tavoli di poker high stakes, ci sono alcuni altri tavoli a cui debba iniziare a sedersi”.

Il compromesso, per dirla in altri termini, sembra doversi far strada anche per un 19enne testardo e sognatore: lo show business lo reclama a gran voce, che il suo nome sia Viktor Blom o meno poco importa, il mondo del poker vuole Isildur1. E forse presto sarà accontentato.

Tu cosa ne pensi? Lascia il tuo commento