Vai al contenuto

Massimiliano Martinez: ‘peccato per l’EPT e sul Big Game…’

massimiliano-martinezLa stella di Massimiliano Martinez ha brillato anche durante la tappa dell’European Poker Tour di Sanremo, il pro di PokerStars ha sfiorato la vittoria nell’evento Heads-up NLHE che vedeva al via 64 specialisti provenienti da tutto il mondo. Peccato per la finalissima persa 3-1 contro il francese Roger Hairabedian, nella quale Visdiabuli è stato protagonista di un’entusiasmante, quanto vana, rimonta.   

Max ha battuto specialisti come Alessandro ‘Cippino’ Meoni e Rocco ‘RoccoGe’ Palumbo: “penso di aver giocato – ammette Massimiliano – abbastanza bene tutto il torneo: certo in un evento singolo conta anche la fortuna ma penso che in questi incontri non sia stata così determinante”.

Eppure rimane parecchio amaro in bocca: dopo il torneo il player romano era scuro in volto. “Quando non vinci non sei soddisfatto, anche se sei consapevole di aver battuto giocatori molto forti. Quando un giocatore di poker arriva all’heads-up finale vuole solo vincere, tutto il resto non conta”.

Roger Hairabedian è in un momento d’oro e non è semplice batterlo, tutti e quattro i match in finale sono stati molto equilibrati: “Hairabedian in rush? E’ un giocatore con tanta esperienza ed in heads-up se la cava molto bene se consideri che sia l’anno scorso, che quest’anno, è arrivato terzo nel €10.000 Mixed Max delle WSOPE che prevede la fase finale in heads-up. Ha vinto inoltre un braccialetto a Cannes nel Pot Limit Omaha; di sicuro non vive un periodo negativo”.

Bonus poker online
Scopri tutti i bonus di benvenuto

Martinez illustra i suoi prossimi obiettivi: “voglio vincere un torneo delle ICOOP che inizieranno a fine ottobre. Giocherò anche l’IPT di Nova Gorica e l’EPT di Praga: spero di vincere il più possibile”.

E’ stato la rivelazione a Las Vegas dell’ultima edizione del Big Game, la nota trasmissione sul cash game di PokerStars, con giocate che rimarranno nella memoria degli appassionati, in particolare nei confronti di “mister 13 braccialetti” Phil Hellmuth: “non sarebbe male riprovare un’esperienza del genere ma non ho ricevuto nessuna convocazione, penso che il format sia in stand-by a causa del blocco nell’online in America”.

Qualcosa però bolle in pentola e dopo il lancio della red room (previsto per il 6 novembre), è logico aspettarsi novità importanti, magari un nuovo Big Game studiato ad hoc per il mercato europeo con protagonisti Tom ‘durrrr’ Dwan, Gus Hansen e Viktor ‘Isildur1’ Blom, nuove stelle di Full Tilt Poker. D’altronde se dall’Isola di Man hanno deciso di investire su di loro, avranno in programma qualche sorpresa… 

Giornalista e consulente nel settore dei giochi da più di due decenni, dal 2010 lavora per Assopoker, la sua seconda famiglia. Ama il texas hold'em e il trading sportivo. Ha "sprecato" gli ultimi 20 anni della sua vita nello studio dei sistemi regolatori e fiscali delle scommesse e del gioco online/live in tutto il Mondo. Editor in Chief.