Gioco legale e responsabile

News

Mondo Poker: arrivano le KO Series in Italia. Test: PokerStars prova l’ante nello Zoom

Le news di Mondo Poker: su PokerStars.it arrivano le KO Series, mentre la room della picca sta provando l'ante ai limiti più bassi dello Zoom Poker.

Scritto da
11/06/2020 14:00

3.283


mondo poker pokerstars

Le KO Series prevedono solo tornei knock-out

 

Le KO Series dal 14 al 29 giugno

Continuano le serie di tornei di PokerStars.it, che dopo le SCOOP e le Turbo Series propone le KO Series. Si tratta di un palinsesto formato da 78 tornei, di vario buy-in, uniti da un comun denominatore: la modalità knock-out.

Si tratta dunque dei classici tornei di poker online con taglie, dove ad ogni eliminazione di un avversario corrisponde un premio aggiuntivo e separato dal prizepool generale. Gli eventi delle KO Series avranno buy-in a partire da 5 euro.

Confronto Bonus Poker

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui bookmaker italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e i bookmaker sono mostrati a rotazione casuale.

Tra gli eventi più importanti, il Main Event avrà un buy-in di 100 euro e un montepremi garantito da 250.000. Occhio anche al Giga Stack da 100 euro e 150.000 garantiti, oltre all’High Roller da 250 euro e 75.000 garantiti. Durante le due settimane di KO Series, anche il Sunday Special di domenica 14 sarà giocato con le taglie in palio.

Ecco il programma completo:

 

 

Zoom Poker, 1 centesimo di ante dal NL2 al NL10

Su alcune piattaforme di PokerStars, da lunedì 8 giugno ai tavoli dello Zoom, dal NL2 al NL10 è stato aggiunto l’ante. Non è chiaro quanto durerà questa fase di test, ma per il momento l’ante di un centesimo sarà protagonista dei limiti $0,01/$0,02, $0,02/$0,05 e $0,05/$0,10, cambiamento che coinvolte anche il Pot Limit Omaha.

Un cambiamento che avrà probabilmente un impatto discutibile al NL10, dove 1 centesimo rappresenta soltanto il 10% di un big blind, ma che sicuramente si farà sentire al NL2, visto che parliamo praticamente di mezzo big blind.

Dal punto di vista strategico, la presenza di ulteriore denaro nel piatto già prima della ricezione delle carte porterà inevitabilmente a nuove dinamiche di gioco, in particolare nel pre-flop, dove potremmo assistere a range di apertura e di call più ampi, visto le migliori pot odds offerte.

Non è la prima volta che PokerStars prova qualche test ai tavoli cash, nel tentativo di incentivare l’action. L’anno scorso, la poker room della picca aveva provato i tavoli five-handed ai micro-stakes, in alcuni mercati europei.

Tag:

Tu cosa ne pensi? Lascia il tuo commento