Gioco legale e responsabile

News

Mondo Poker: al Millions scoppia la bolla e Urbanovich vola a 65 left, accordo televisivo fra Poker Central e Global Poker

La nostra rubrica sul mondo del poker. Le notizie del giorno: il Millions prosegue la sua corsa verso il day 3 del main event in 65 varcano la zona dei premi, con Dzmitry Urbanovich che risale la china in maniera prepotente. Record di eventi online alle prossime WSOP. Saranno ben 14 gli eventi che metteranno un bracciale in palio grazie al gioco in rete. Infine, si chiude l'accordo tra Global Poker e Poker Central per gli streaming. 

Scritto da
14/02/2020 14:00

2.289


Che field nel Millions

La nostra rubrica Mondo Poker non può che iniziare dal “$10.300 Main Event Millions”, in corso a Punta del Este in Uruguay. Il day 2 ha visto passare il numero degli ingressi da 323 a 456 grazie alla late aperta per metà giornata. Un numero davvero elevato, ma che non aiuta a superare i 5 milioni di dollari di garantito. A premio ci finiscono in 65 e se il cash minimo prevede una ricompensa da 20 mila bigliettoni, il futuro campione porterà a casa una prima moneta da 1 milione di dollari. La seconda giornata si chiude proprio con lo scoppio della bolla e il relativo passaggio al day 3 di 65 players.

WCOOP 2016: Dzmitry Urbanovich

Dzmitry Urbanovich

Paga per tutti Yuri Dzivielevski il quale si trova fuori al 66° posto nel giro di due mani. Nella prima con A-J sbatte su K-K di Mike Sexton e poi con Q-3 tenta il tutto per tutto. Questa volta ci sono gli assi di Jack Sinclair a sbarrare la strada al neo bubble man. Se il comando è nelle mani dell’argentino Andres Viola con 25.175.000 chips, ecco che sul podio virtuale incombe la sagoma di Dzmitry Urbanovich. Il polacco esce dalla mischia e si porta al terzo posto con 17.775.000. Sarà dura abbatterlo. Fra le grandi firme, accedono alla terza giornata i vari Roberto Romanello (5.500.000), David “Chino” Rheem (3.700.000) e Rainer Kempe (2.750.000). Questa notte la discesa verso il final table.

14 bracciali online

Mondo Poker si sposta dal Millions alle WSOP. Mancano meno di 4 mesi allo start della più importate kermesse al mondo di poker e il calendario è quasi completo. Soprattutto dopo l’ufficialità di ben 14 eventi online nel prossimo schedule. Nuovo record di tornei che si giocheranno in rete per la 51° edizione delle WSOP, i quali metteranno in palio altrettanti bracciali. Sarà possibile giocare dal Nevada o dal New Jersey per ambire al successo finale. Vedremo come sarà accolta questa decisione dai giocatori, considerando che l’introduzione del poker online nelle World Series of Poker ha fatto storcere la bocca a molti.

WSOP 2020

Il primo bracciale in palio online è programmato per il 31 maggio in versione No Limit Hold’em e con un buyin di 400 dollari. Fra i 14 tornei tornei in rete, ci sarà per la prima volta anche un evento dedicato al Pot Limit Omaha 7 Max, dal buyin di 777 dollari. Start il 7 giugno e saranno possibili tre re-entry. Spazio poi anche a due high roller. Il primo decolla il 1 luglio e avrà un buyin di 3.200 bigliettoni, mentre il giorno seguente è debutto per il Super High Roller il cui costo d’iscrizione è pari a 10 mila dollari. Quest’ultimo torneo, assieme ad altri due eventi prevede la formula freezeout. L’ultimo evento online è previsto per il 12 luglio e avrà un buyin di 500 dollari.

Accordo televisivo

La nostra rubrica Mondo Poker si completa con l’accordo fra  Poker Central e Global Poker. Poker Central includerà Global Poker nei live streaming, per poi creare la Global Poker Lounge che risiederà nel PokerGo Studio di Las Vegas. Sono compresi in questo accordo sia i format per tornei e sia quelli del cash game. L’accordo quindi verte su kermesse del calibro di Super High Roller Bowl, Poker Masters, U.S. Poker Open e Poker After Dark, oltre ai tavoli cash game high stakes.

Entusiasmo nelle parole che arrivano dal quartier generale di Poker Central. “L’obiettivo nostro e quello di Global Poker è di rendere il gioco accessibile a tutti. E con tutti intendiamo giocatori e fans di tutto il mondo. Unendo gli sforzi non potremo che migliorare la nostra missione, attraverso una serie di eventi live

Tu cosa ne pensi? Lascia il tuo commento