Gioco legale e responsabile

News

Phil Ivey: “WSOP? Tornerò, ma oggi il poker non è al primo posto nella mia vita”

Intervenuto al DAT Poker Podcast, di cui Daniel Negreanu è co-host, Phil Ivey ha spiegato come le sue priorità siano cambiate negli ultimi anni. ‘No Home Jerome’ rimane un giocatore professionista, ma il poker non è più il suo centro di gravità permanente.

Scritto da
05/05/2021 11:30

1.312


Gli appassionati di poker ci avranno fatto sicuramente caso: negli ultimi anni, la presenza di Phil Ivey alle World Series of Poker è stata molto meno imponente rispetto al passato, con una piccola ma significativa ripresa tra il 2018 e il 2019.

Basti pensare che dall’ultimo braccialetto, conquistato nel 2014 in un torneo di Eight Game Mix, al successivo piazzamento in the money, nella prima edizione del Colossus, sono passati la bellezza di 48 mesi. Ma che è successo esattamente? Ce lo spiega lo stesso pro player.

Problemi personali

Sappiamo che Phil Ivey per un buon lustro si è spostato in quel di Macao e in altre parti dell’Asia, trascurando la quasi totalità degli altri eventi. Questo però non basta a giustificare l’assenza di uno dei più forti giocatori di tutti i tempi dal festival del poker più longevo e importante dell’anno.

Confronto Bonus Poker

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui bookmaker italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e i bookmaker sono mostrati a rotazione casuale.

L’ultima puntata del DAT Poker Podcast, co-condotto da Daniel Negreanu, ha visto Ivey come special guest. Non è che al buon Phil non interessi più conquistare un braccialetto alle WSOP, risultato a cui ambisce il 99,9% dei giocatori di poker?

“Amo ancora le WSOP”, ha sentenziato. “Sicuramente è il gruppo di eventi che preferisco. Solo, ho avuto alcuni affari personali da sistemare negli ultimi anni, e così non sono stato in grado di dare alle WSOP la mia attenzione e la mia energia. Ma non vedo l’ora di partecipare nuovamente a quegli eventi, quando torneranno”.

 

Phil Ivey

Phil Ivey

 

Altre priorità

Già qualche mese fa vi raccontavamo della svolta zen di Phil Ivey, che non è più quella macchina da poker che non si perdeva neppure un evento importante.

“Adesso ci sono altre cose prima del poker”, ha sentenziato. “Il poker non è più al primo posto nella mia vita. Le mie priorità sono altre: la mia salute fisica e mentale, la mia famiglia, cose del genere”.

Phil Ivey alle WSOP 2021?

 Il pro player americano non è entrato nel dettaglio dei problemi che gli hanno impedito di grindare le WSOP, ma ha aggiunto che sarà ai tavoli delle WSOP 2021 (dal 30 settembre al 23 novembre), a meno che qualcosa di più pressante non glielo impedisca.

Non saranno felicissimi i suoi avversari, che dovranno gestire una minaccia in più al tavolo, ma lo saranno sicuramente i suoi tanti fan. Tutte le volte che Phil Ivey gioca un evento WSOP, si crea un capannello di tifosi pronti a incitarlo.

E qualcosa ci dice che sarà così anche a settembre.