Gioco legale e responsabile

Coaching · News

Rino Fusco: “le nuove tendenze (più aggressive) del poker italiano. Vi spiego il nostro top coaching”

Intervista con Rino Fusco, coordinatore della nuova Pokermagia MTT, che ci spiega tutte le novità del nuovo servizio di coaching innovativo per il .it e curato dai due head coach Terziani e Di Cesare.

Scritto da
23/05/2018 14:30

6.302


Rino Fusco è il nuovo coordinatore di Pokermagia MTT, scuola che sta svoltando con i due head coach Stefano Terziani e Alessio Di Cesare che hanno preso in gestione anche il coaching tecnico del .it e non solo del .com. A spiegarci il progetto è lo storico coach di PM, con il quale abbiamo anche parlato dei nuovi trend del mercato italiano e della sua nuova sfida nel cash game.

Rino Fusco

Ciao Rino, puoi spiegarci quale sarà il tuo nuovo ruolo in Pokermagia MTT?

Il mio sarà un doppio ruolo. Da una parte continuerò a seguire i miei ragazzi, il mio gruppo di lavoro. Dall’altra però spetterà a me il compito di essere il collante tra i coachati, i coach e la proprietà di Pokermagia.

Entra nel Team Ufficiale di Pokermagia! Se giochi Mtt o Sit Lottery ABI 15+ oppure Cash Game NL50+, invia la tua candidatura a info@pokermagia.com! Se invece giochi ad ABI inferiori, ti aspetta la Pokermagia JR Academy!! Per info e candidature pokermagiaspin@gmail.com

 

So che spetterà a te scegliere chi far entrare e chi no, nella scuola.

Confronto Bonus Poker

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui bookmaker italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e i bookmaker sono mostrati a rotazione casuale.

Si, sarà mio compito selezionare i giocatori, scegliere l’Abi per i grinder e decidere su eventuali uscite o level up.

Considerando che sarai il selezionatore ti chiediamo: quali caratteristiche deve avere un grinder per poter entrare in Pokermagia MTT e trasforarsi in un giocatore vincente?

Se devo usare una parola dico: devono essere ambiziosi! Naturalmente i players già preparati e vincenti possono essere interessati alla nostra offerta staking, ma per chi  volesse iniziare a fare esperienza nel poker ed è ai primi passi, posso dire che devono avere due qualità: essere onesti ed avere tanta voglia di imparare e migliorare studiando. Dovranno essere disposti al sacrificio per massare e giocare molti MTT.

La nuova Pokermagia MTT sembra un’idea che va ben oltre la classica scuola di poker.

Stiamo andando ad offrire un coaching di altissimo livello. Abbiamo dei coach molto preparati che sono stati selezionati uno ad uno, in modo meritocratico e valutati in base elle loro conoscenze strategiche e preparazione matematica. Hanno dovuto superare dei test. Terziani e Di Cesare stanno facendo un lavoro importantissimo.

Quale sarà la peculiarità del vostro progetto?

Un metodo di coaching che sarà del tutto nuovo per il mercato .it e sarà molto simile a quello che viene adottato da alcuni top coach sul .com. Il modo di approcciarsi sarà totalmente differente rispetto a quello che si è visto fino ad ora in Italia. Inoltre Stefano e Alessio stanno producendo materiale didattico di altissima qualità che avrà un valore infinito e che verrà dato gratuitamente ai coach e ai grinder di Pokermagia.

Ripeto, questo materiale ha un valore molto importante e chi farà parte di Pokermagia dovrà essere orgoglioso di far parte di un progetto di questo spessore, con la scuola che sta investendo molto in questo materiale tecnico.

CONFRONTO BONUS CASINO'

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui casinò online italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e i concessionari sono mostrati a rotazione casuale.

In che direzione sta andando il poker online in Italia secondo il tuo punto di vista?

Come noto se nel cash game la liquidità sta diminuendo anno dopo anno, negli Spin and Go e negli MTT le cose vanno bene in questa ottica, c’è action. E sono convinto che con la condivisa ci saranno dei cambiamenti ancora più positivi. Chi si farà trovare pronto, potrà avere una marcia in più in questo nuovo mercato. Se invece l’Italia non dovesse fare questo passo importante, è necessario capire se le rooms continueranno ad investire. In questa ottica saranno decisivi gli sforzi che faranno per avvicinare al poker nuovi giocatori amatori, nonostante il mercato rimanga tra i confini nazionali. La condivisa invece darà più stimoli ai giocatori, essendoci più soldi in ballo. I grinder saranno disposti a lavorare più duramente e tutto il movimento crescerà.

Qual è l’obiettivo di Pokermagia MTT in questo duplice scenario?

Il nuovo progetto MTT curato da due coach come Di Cesare e Terziani non è solo limitato al .it. L’obiettivo di medio-lungo termine è quello di portare quanti più giocatori possibile ad essere preparati ad affrontare .com.

Quali sono i nuovi trend che noti con maggiore frequenza ai tavoli?

Come ben sai ora gioco soprattutto cash game e quindi potrei non essere così aggiornato lato MTT. Ma facendo almeno 25 ore di coaching al mese con i ragazzi riesco a percepire quali siano le nuove tendenze ai tavoli. Noto un gioco leggermente più aggressivo, con meno fold nel post flop ma anche pre-flop. E’ in atto inoltre una standardizzazione nel gioco post flop dei regular soprattutto nelle size. Riguardo gli amatori invece è sempre lo stesso gioco passivo.

Come si sta sviluppando la tua personale sfida nel cash game?

Sta andando bene sia in termini di risultati che di sensazioni ai tavoli. Ho sempre più voglia di capire determinate situazioni e dinamiche. Ho fatto level up al NL200 tre settimane fa. Ho giocato a quel livello ancora poche mani per sostenere che i miei risultati siano buoni, però sono soddisfatto per l’inizio. E’ un livello tostissimo perché tutti i regular che non trovano azione ai limiti superiori giocano al NL200 di PokerStars. E’ veramente interessante potermi confrontare con loro perché analizzo ogni loro singolo spot per capire la direzione che intraprendono, per quale motivo lo fanno… Analizzo tutto post sessione con l’aiuto di software e di Karim (Karim Radami, Karimm92 su PokerStars, ndr). Penso che questo sia l’approccio giusto per affrontare una sfida così difficile.

Negli MTT hai mollato o prevedi di ritornare in action?

Tornerò presto ma solo per giocare le grosse series e nei giorni dei tornei con buy-in più alti.

Tu cosa ne pensi? Lascia il tuo commento